Incinta ferita, il feto muore, lei accusata di omicidio

| Una donna le ha sparato 5 colpi di pistola nell'addome, il bimbo che portava in grembo è morto ma per i giudici dell'Alabama la madre è colpevole di omicidio. L'assassina? E' libera. Rivolta social

+ Miei preferiti
Di Maria Lopez
Una donna dell'Alabama che è stata colpita nello stomaco da un colpo di pistola mentre era incinta -  i proiettili hanno ucciso il feto - è stata accusata di omicidio colposo. Marshae Jones era incinta di cinque mesi quando è stata ferita da un'altra donna in dicembre fuori da un negozio a Pleasant Grove, vicino a Birmingham. Mercoledì scorso, Jones, 27 anni, è stato incriminata da una  giuria della contea di Jefferson con l'accusa di omicidio colposo e dovrebbe essere tenuto nel carcere della contea di Jefferson con una cuazione di 50.000 dollari, mentre la donna accusata di averle sparato è libera, ha riferito AL.com.
Il caso ha sollevato l'allarme fra i gruppi a favore della scelta, la  "prova choc" di come le leggi restrittive dell'aborto della condizione ora stanno usando contro le donne incinte. L'indagine ha indicato che l'unica vera vittima in questo era il bambino non ancora nato", ha detto il tenente Danny Reid della polizia di Pleasant Grove dopo la sparatoria, ha riferito AL.com e. "E' stata la madre del bambino che ha iniziato e continuato una lite che ha portato alla morte del proprio figlio non ancora nato".
Il casingolare caso viene alla liuce dopo che il governatore dell'Alabama, Kay Ivey, ha firmato a maggio una legge che vieta l'aborto in quasi tutte le circostanze - compresi stupro e incesto - che pone una sfida alla Corte Suprema che ha garantito i diritti di aborto in tutta la nazione.
L'Alabama è uno dei 38 stati con leggi che riconoscono il feto come potenziale vittima. È anche uno stato "stand-your-ground", il che significa che le persone possono usare la forza fisica per difendersi se la loro ragione è considerata "giustificabile". La sentenza ha suscitato proteste su Twitter - anche da parte di gruppi favorevoli all'aborto, che si sono espressi a favore di Jones. "Marshae Jones è stato incriminatq per omicidio colposo per aver perso una gravidanza dopo essere stato colpito nell'addome CINQUE volte", e chi ha sparato è libero", ha scritto il gruppo dl Yellowhammer Fund su Twitter. "Stiamo per far uscire Marshae dal carcere e assisterla con la sua rappresentanza legale". Ilyse Hogue, presidente di Naral Pro-Choice America, ha twittato: "Marshae Jones è stata incriminata per omicidio quando qualcuno le ha sparato allo stomaco mentre era incinta, ponendo fine alla sua gravidanza. Hanno detto che ha iniziato lei. L'assassina  è tranquillamente fuori dal carcere. Questo è quel che succede nel 2019 a una donna incinta di colore senza . Questo accade ora".
 
Stati Uniti
Chi pensa già al dopo Trump
Chi pensa già al dopo Trump
Temendo la sconfitta, i repubblicani prendono le distanze da Trump e cominciano a riflettere sul futuro del partito, totalmente da riformare dopo uno tsunami lungo 4 anni
Trump chiude la campagna tra polemiche e accuse
Trump chiude la campagna tra polemiche e accuse
Il presidente ne ha per tutti, a cominciare da Anthony Fauci, definito “un idiota”, mentre il suo staff protesta per la decisione di microfoni chiusi a turno durante il prossimo dibattito
Violenta e uccide una giovane, poi partecipa alle ricerche
Violenta e uccide una giovane, poi partecipa alle ricerche
L’agghiacciante vicenda costata la vita a Sydney Sutherland, 25 anni, travolta mentre faceva footing, violentata, uccisa e sepolta in un bosco da un fattorino che poco dopo si è unito alle squadre di volontari che la cercavano ovunque
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Sarà la prima donna detenuta in un braccio della morte giustiziata da 53 anni a questa parte. Nel 2004 aveva ucciso una giovane mamma incinta all’ottavo mese per strapparle la bimba dal grembo
Trump, la vendetta dei suoi ex collaboratori
Trump, la vendetta dei suoi ex collaboratori
La CNN ha pronto uno speciale in cui diversi ex alti funzionari dell’amministrazione parlano e giudicano l’operato dell’attuale presidente. Fra i più piccati l’ex generale John Kelly
Tutti i guai con la giustizia che aspettano Trump
Tutti i guai con la giustizia che aspettano Trump
In caso di sconfitta, decine di procure sono pronte a quella che si annuncia una monumentale resa dei conti con l’ex tycoon, che avrebbe usato tutta la sua influenza e intoccabilità per sgusciare fra le noie con la legge
Il duello si accende, anche a distanza
Il duello si accende, anche a distanza
Trump e Biden in diretta contemporaneamente su due canali diversi si scambiano accuse reciproche: il presidente è apparso più volte in difficoltà, Biden ha sfoderato la lunga esperienza politica
USA 2020, è già record di votanti
USA 2020, è già record di votanti
14 milioni di americani hanno già espresso il proprio voto via posta: gli esperti prevedono un’affluenza record per decidere se ridare fiducia a Trump o voltare pagine con Biden
Trump non vuole presentare le dichiarazioni dei redditi
Trump non vuole presentare le dichiarazioni dei redditi
Il presidente si sarebbe rivolto alla Corte Suprema per bloccare le richieste del Grand Jury di Manhattan. Se non fosse rieletto, rischia una condanna insieme alla figlia Ivanka
Trump galvanizza i suoi, Fauci: «Irresponsabile»
Trump galvanizza i suoi, Fauci: «Irresponsabile»
Il presidente vola in Florida per un comizio affollato in cui promette una vittoria schiacciante, mentre l’infettivologo della Casa Bianca ammonisce: “È in cerca di guai”