Investe il figlio che non vuole andare a scuola

| A Belmont, in Michigan, una donna ha perso la pazienza verso il figlio travolgendolo con l’auto dopo una folle corsa. Il ragazzino avrà danni permanenti, ma la condanna per la donna è stata lieve

+ Miei preferiti
“Semplicemente imperdonabile”, è stato questo, il commento del giudice poco prima di leggere la sentenza che condanna Tiffany Kosakowski, 36enne di Belmont, in Michigan, a un mese di carcere. Una condanna secondo tanti perfino troppo lieve, visto che suo figlio, un ragazzino di 9 anni, a causa sua sarà costretto a vivere per il resto dei suoi giorni con gravi danni cerebrali. Lo sconcertante episodio è accaduto lo scorso mese di febbraio, quando il piccolo ha iniziato a fare i capricci mentre si trovava sull’auto della mamma, perché quella mattina non voleva saperne di andare a scuola. Tiffany ha perso la pazienza, e mentre il piccolo tentava di scendere dall’auto è ripartita lasciando che lui restasse aggrappato alla portiera. La corsa è durata oltre 50 metri, quando il bimbo è rovinato a terra sbattendo con violenza, mentre la ruota posteriore gli passava sopra il capo e il torace.

Stando agli atti depositati in tribunale dopo l’incidente, la donna era cosciente che il figlio fosse in piedi davanti alla porta del passeggero: “L’imputata ha guidato consapevolmente il veicolo in quel modo e lo ha fatto per causare gravi lesioni fisiche al figlio”. La donna ha tentato di giustificarsi definendo il suo comportamento come “un momento di follia. Quello che mi importa adesso è di esserci per mio figlio e sostenerlo ogni giorno, come ho sempre fatto”.

Galleria fotografica
Investe il figlio che non vuole andare a scuola - immagine 1
Stati Uniti
Lo scandalo dei bagni
per la scorta di Ivanka
Lo scandalo dei bagni<br>per la scorta di Ivanka
Agli uomini dei servizi segreti che si occupano della sicurezza di Ivanka e suo marito Jahred, è vietato l’uso dei bagni. Da anni, gli uomini della scorta lottano per avere un posto, che finalmente gli è stato affittato dal governo
Impeachment, capitolo 2
Impeachment, capitolo 2
La Camera americana vota per “incitamento all’insurrezione”, trasformando Trump nel presidente dei record: nessuno prima di lui era mai stato sottoposto a due processi
Trump verso il secondo impeachment
Trump verso il secondo impeachment
L’Assemblea approva la risoluzione che chiede l’applicazione del 25esimo emendamento per rimuovere Trump. Ma Pence lo respinge e la Camera è pronta a votare per la messa in stato d’accusa, con numerosi repubblicani a favore
Giustiziata Lisa Montgomery
Giustiziata Lisa Montgomery
È la prima donna giustiziata negli Stati Uniti da 70 anni e l’11esima esecuzione dallo scorso luglio. Per i suoi legali è stata una violazione della Costituzione, perché la donna non era in grado di intendere e di volere
L’America si prepara alla guerra
L’America si prepara alla guerra
L’FBI teme ‘proteste armate’ in tutte le 50 capitali dello stato. Le forze dell’ordine blindano Washington temendo nuovi attacchi da parte dei sostenitori di Trump, che minacciano la guerra civile se fosse dimesso con il 25esimo emendamento
Trump potrebbe salvarsi, ancora una volta
Trump potrebbe salvarsi, ancora una volta
Il 25esimo emendamento sembra difficile che arrivi, al contrario dell’impeachment. Fra i contrario lo stesso Biden, che non vuole passare i primi giorni di presidenza a cercare una condanna per Trump invece di pensare ai problemi del Paese
La resa dei conti di Capitol Hill
La resa dei conti di Capitol Hill
Uno dopo l’altro, i protagonisti della protesta stanno finendo in manette: fra loro emergono numerosi agenti e militari fuori servizio. Contro Trump, sempre più isolato, si compatta il fronte di chi chiede il 25esimo emendamento
I segnali di guerra prima dell’assedio di Capitol Hill
I segnali di guerra prima dell’assedio di Capitol Hill
Gli esperti in sicurezza informatica da giorni notavano sui siti di estrema destra un crescendo di minacce e inviti alla violenza per bloccare i lavori del Campidoglio. E crescono le preoccupazioni per il giorno del giuramento di Biden
Capitol Hill: la compiacenza della polizia sotto accusa
Capitol Hill: la compiacenza della polizia sotto accusa
Gli agenti “arrendevoli” di fronte alla folla di bianchi che prendeva d’assalto il Campidoglio, messa a confronto con le proteste della scorsa estate per la morte di George Floyd
L’era Trump si chiude nel peggiore dei modi
L’era Trump si chiude nel peggiore dei modi
Il ricorso al 25esimo emendamento, oppure un impeachment lampo: secondo il “Wall Street Journal” dovrebbe dimettersi e allontanarsi in silenzio. In qualsiasi modo, la sua presidenza si chiuderà molto male