Jay-Natalie, uccisa dal virus a 5 mesi

| È la vittima più piccola negli Stati Uniti, figlia di un pompiere di New York. Ricoverata per la febbre troppo alta, la bimba sembrava sulla via della guarigione, ma un arresto cardiaco non le ha lasciato scampo

+ Miei preferiti
Jay-Natalie sarà quasi certamente ricordata come la più piccola vittima del coronavirus negli Stati Uniti, ma questo non consola Jared La Santa e sua moglie Lindsey, genitori di una bimba di cinque mesi uccisa dal Covid-19.

Lo scorso novembre, la loro vita sembra aver svoltato: Jared La Santa era entrato come effettivo del corpo dei vigili del fuoco di New York, e lo stesso mese Jay-Natalie era venuta al mondo.

Il 21 marzo scorso, Jerel e Lindsey hanno portato la loro piccola in un ospedale del Bronx per via della febbre alta che non riuscivano a far scendere: la bimba soffriva di problemi di cuore dalla nascita, e il persistere della febbre li aveva messi in allarme. Dopo le prime cure le condizioni di Jay-Natalie sembravano migliorare, i medici erano riusciti a ridurre il liquido nei polmoni, ma improvvisamente è andata in arresto cardiaco e per lei non c’è stato più niente da fare, malgrado gli sforzi dei medici di strapparla alla morte.

“Era la cosa più preziosa che avevamo”, ha detto la zia della piccola, che ha creato una pagina GoFundMe per sostenere la famiglia. Finora, sono stati raccolti più di quattro volte la cifra fissata come obiettivo, per un totale di 41.000 dollari. La famiglia ha anche avuto la notizia che l’assicurazione coprirà le spese ospedaliere, quindi una parte dei fondi sarà utilizzata per il funerale di Jay-Natalie, e il resto donato all’ospedale pediatrico del “Montefiore” e al reparto di terapia intensiva neonatale “Albert Einstein”, dove la piccola ha trascorso gli ultimi giorni della sua vita.

Secondo i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, tre bambini di età compresa tra 1 e 14 anni sono morti a causa del virus a partire dallo scorso 2 aprile.

Galleria fotografica
Jay-Natalie, uccisa dal virus a 5 mesi - immagine 1
Jay-Natalie, uccisa dal virus a 5 mesi - immagine 2
Stati Uniti
Il last minute di Trump
Il last minute di Trump
73 grazie e 70 commutazioni di pena: Donald Trump ricalca la tradizione, peccato che buona parte dei suoi atti di clemenza riguardino ex collaboratori e gente vicina ai suoi business. Fra loro il controverso Steve Bannon
La difficile eredità di Trump
La difficile eredità di Trump
Ci vorranno anni per eliminare i danni e le divisioni che in quattro anni hanno letteralmente diviso in due l’America. La presidenza di Biden sarà una delle più difficili della storia: lo attende una mole enorme di lavoro
Vendesi grazia (o perdono)
Vendesi grazia (o perdono)
Nell'ultimo giorno da presidente, Trump potrebbe concedere oltre 100 fra grazie, perdoni e commutazioni della pena verso gente che – secondo il New York Times – sta sborsando montagne di soldi ai suoi collaboratori più stretti
La fittissima agenda di Biden
La fittissima agenda di Biden
Fin dal primo giorno di insediamento, il presidente eletto ha intenzione di firmare decine di ordini esecutivi: “Lui e Kamala Harris hanno il difficile compito di rimediare in breve tempo ai danni fatti da Trump in quattro anni”
Una parte dell’America si sta radicalizzando
Una parte dell’America si sta radicalizzando
Gli esperti di terrorismo temono che l’attacco al Campidoglio sia solo l’inizio di un periodo preoccupante. Oltre ai rischi per l’Inuaguration Day, maggiori sono quelli per le azioni future dei gruppi che continuano a ribollire di rabbia
La lobby delle armi in bancarotta
La lobby delle armi in bancarotta
Una procedura pilotata che permette alla NRA di lasciare le inchieste penali di New York per cercare rifugio in Texas, dove le leggi sulle armi sono più permissive
L’ultimo weekend di Trump, mentre la giustizia incombe
L’ultimo weekend di Trump, mentre la giustizia incombe
A quattro giorni dalla fine del suo mandato, Trump sa che dovrà affrontare la prima delle tante inchieste che lo vedono coinvolto: il procuratore di New York ha messo gli occhi su una proprietà di famiglia
Lo scandalo dei bagni per la scorta di Ivanka
Lo scandalo dei bagni per la scorta di Ivanka
Agli uomini dei servizi segreti che si occupano della sicurezza di Ivanka e suo marito Jahred, è vietato l’uso dei bagni. Da anni, gli uomini della scorta lottano per avere un posto, che finalmente gli è stato affittato dal governo
Impeachment, capitolo 2
Impeachment, capitolo 2
La Camera americana vota per “incitamento all’insurrezione”, trasformando Trump nel presidente dei record: nessuno prima di lui era mai stato sottoposto a due processi
Trump verso il secondo impeachment
Trump verso il secondo impeachment
L’Assemblea approva la risoluzione che chiede l’applicazione del 25esimo emendamento per rimuovere Trump. Ma Pence lo respinge e la Camera è pronta a votare per la messa in stato d’accusa, con numerosi repubblicani a favore