Jeffrey Epstein tenta il suicidio

| Il multimiliardario americano in cella per sfruttamento della prostituzione minorile è stato trovato nella sua cella in stato di semi-incoscienza: non è ancora chiara la dinamica dell’incidente

+ Miei preferiti
Non è ancora chiaro se le lesioni sono legate a un tentativo di suicidio, ad un’aggressione o ad una messa in scena. Tuttavia, secondo quanto riferito dalla “NBC News”, il multimiliardario Jeffrey Epstein accusato di sfruttamento della prostituzione minorile, sarebbe stato trovato nella sua cella con diverse ferite al collo, ed è stato ricoverato in ospedale per accertamenti. Il finanziere era sdraiato sul pavimento della sua cella, in posizione fetale e in stato di semi-incoscienza: secondo alcune fonti avrebbe tentato di impiccarsi. Altri affermano invece che le lesioni di Epstein non fossero affatto gravi, sollevando la possibilità che possa aver inscenato l’incidente a proprio uso e consumo. Per finire con quanti invece affermano che Epstein sia stato aggredito da Nicholas Tartaglione, il suo compagno di cella, un ex agente di polizia di Orange County, condannato a morte per l’omicidio di quattro uomini nella guerra per lo spaccio di cocaina.

Attualmente, Epstein è detenuto al “Metropolitan Correctional Center” di Manhattan, dove attende il processo per cospirazione e traffico sessuale: è accusato di aver abusato sessualmente di ragazze minorenni e di possesso di materiale pedopornografico. Epstein si è dichiarato innocente, ma rischia fino a 45 anni di prigione.

Pochi giorni fa gli era stata negata la richiesta di libertà su cauzione, malgrado l’offerta del legale di versare 100 milioni di dollari in contanti e l’intenzione di sottoporsi volontariamente a un sistema di monitoraggio ad alta tecnologia per assicurarsi che non avrebbe lasciato il paese. L’accusa ha invece sostenuto che Epstein ha i mezzi per fuggire, citando un passaporto austriaco con nome falso trovato dagli agenti in una cassaforte della sua abitazione. Il giudice Richard Berman ha anche fatto notare che negli ultimi mesi Epstein ha effettuato ingenti pagamenti a potenziali testimoni.

Prima del suo arresto, il 6 luglio scorso, Epstein era noto per l’amicizia con alcune stelle di Hollywood e leader mondiali tra cui il presidente Donald Trump, l’ex presidente Bill Clinton, Kevin Spacey, Chris Tucker, George Stephanopoulos, Chelsea Handler e Mick Jagger. Il suo patrimonio netto è stimato in oltre 500 milioni di dollari.

Epstein è stato condannato nel 2008 per aver indotto alla prostituzione una ragazza minorenne, ed era entrato in un controverso meccanismo di patteggiamento che gli aveva permesso di scontare soltanto un anno di detenzione. 

Stati Uniti
L’ennesima tragedia dei Kennedy
L’ennesima tragedia dei Kennedy
Maeve, pronipote di JFK, e suo figlio Gideon sono scomparsi nelle acque dell’oceano mentre tentavano di recuperare un pallone finito in mare. Sospese le ricerche, si spera di recuperare i corpi
Rimosso il comandante della Roosevelt
Rimosso il comandante della Roosevelt
Brett Crozier, al comando della portaerei il cui equipaggio era minacciato dalla pandemia, punito per aver lanciato l’allarme in modo che i media lo sapessero prima del Pentagono
Minacciato di morte il dottor Fauci
Minacciato di morte il dottor Fauci
Il massimo esperto americano a capo della task force contro la pandemia sarebbe finito sotto protezione perché minacciato da ambienti dell’estrema destra
Trump, lo spettacolo dell’indecisione
Trump, lo spettacolo dell’indecisione
Dall’ottimo lavoro che starebbero facendo la Casa Bianca e la sanità al basso numero di morti, dai governatori esagerati alla fretta di ripartire. Tutte le incertezze del presidente americano
New York, il terzo mondo degli ospedali
New York, il terzo mondo degli ospedali
Letteralmente travolti dalla crescita di casi, gli ospedali della più grande metropoli del mondo sono dei veri campi di battaglia dove manca tutto
USA, record di richieste di disoccupazione
USA, record di richieste di disoccupazione
3,3, milioni in una sola settimana: il record assoluto dal 1967. L’incubo della pandemia ha costretto diverse aziende a chiudere e licenziare, avvicinando lo spettro della recessione
USA, in aumento la vendita delle armi
USA, in aumento la vendita delle armi
File ovunque, richieste di permessi raddoppiate nel giro di poche settimane, corsa ad accaparrarsi munizioni, fucili e pistole. Il ventre dell’America si arma temendo disordini sociali dovuti al coronavirus
Trump chiude l’America
Trump chiude l’America
Viaggi da e verso gli Stati Uniti bloccati per un mese e misure per sostenere la contrazione economica dovuta all’epidemia. Malgrado questo, secondo gli analisti il presidente continua a non essere convinto che l’America rischia un’ecatombe
Amiche per la pelle, scoprono di essere sorelle
Amiche per la pelle, scoprono di essere sorelle
Per 17 anni, Ashley e Latoya hanno condiviso tutta la loro vita, poi una foto ha fatto scattare i dubbi, confermati qualche mese dopo dall’esame del Dna
Nelle scuole della Florida arriva il panic button
Nelle scuole della Florida arriva il panic button
Allarmi a pulsanti, collegati con le forze dell’ordine e il personale scolastico, saranno a breve installati in tutti gli istituti scolastici della Florida. È la vittoria di una mamma che ha perso la figlia nella strage di Parkland