Jeffrey Epstein tenta il suicidio

| Il multimiliardario americano in cella per sfruttamento della prostituzione minorile è stato trovato nella sua cella in stato di semi-incoscienza: non è ancora chiara la dinamica dell’incidente

+ Miei preferiti
Non è ancora chiaro se le lesioni sono legate a un tentativo di suicidio, ad un’aggressione o ad una messa in scena. Tuttavia, secondo quanto riferito dalla “NBC News”, il multimiliardario Jeffrey Epstein accusato di sfruttamento della prostituzione minorile, sarebbe stato trovato nella sua cella con diverse ferite al collo, ed è stato ricoverato in ospedale per accertamenti. Il finanziere era sdraiato sul pavimento della sua cella, in posizione fetale e in stato di semi-incoscienza: secondo alcune fonti avrebbe tentato di impiccarsi. Altri affermano invece che le lesioni di Epstein non fossero affatto gravi, sollevando la possibilità che possa aver inscenato l’incidente a proprio uso e consumo. Per finire con quanti invece affermano che Epstein sia stato aggredito da Nicholas Tartaglione, il suo compagno di cella, un ex agente di polizia di Orange County, condannato a morte per l’omicidio di quattro uomini nella guerra per lo spaccio di cocaina.

Attualmente, Epstein è detenuto al “Metropolitan Correctional Center” di Manhattan, dove attende il processo per cospirazione e traffico sessuale: è accusato di aver abusato sessualmente di ragazze minorenni e di possesso di materiale pedopornografico. Epstein si è dichiarato innocente, ma rischia fino a 45 anni di prigione.

Pochi giorni fa gli era stata negata la richiesta di libertà su cauzione, malgrado l’offerta del legale di versare 100 milioni di dollari in contanti e l’intenzione di sottoporsi volontariamente a un sistema di monitoraggio ad alta tecnologia per assicurarsi che non avrebbe lasciato il paese. L’accusa ha invece sostenuto che Epstein ha i mezzi per fuggire, citando un passaporto austriaco con nome falso trovato dagli agenti in una cassaforte della sua abitazione. Il giudice Richard Berman ha anche fatto notare che negli ultimi mesi Epstein ha effettuato ingenti pagamenti a potenziali testimoni.

Prima del suo arresto, il 6 luglio scorso, Epstein era noto per l’amicizia con alcune stelle di Hollywood e leader mondiali tra cui il presidente Donald Trump, l’ex presidente Bill Clinton, Kevin Spacey, Chris Tucker, George Stephanopoulos, Chelsea Handler e Mick Jagger. Il suo patrimonio netto è stimato in oltre 500 milioni di dollari.

Epstein è stato condannato nel 2008 per aver indotto alla prostituzione una ragazza minorenne, ed era entrato in un controverso meccanismo di patteggiamento che gli aveva permesso di scontare soltanto un anno di detenzione. 

Stati Uniti
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Con 50 milioni di americani sulla soglia della povertà, la festa che riunisce le famiglie davanti ad un tacchino assume un significato diverse. Lunghe code davanti alle mense e alle associazioni che distribuiscono pacchi alimentari
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
L’azienda ritenuta responsabile della crisi sanitaria degli oppiacei ammette di aver giocato sporco favorendo la diffusione degli antidolorifici. Niente galera per proprietari e dirigenti ma una sanzione colossale
I giovani americani e il test del giovedì
I giovani americani e il test del giovedì
Sta prendendo piede un po’ ovunque: ci si sottopone al tampone il giovedì per poter trascorrere il weekend in piena libertà. Ma gli esperti ammoniscono: attenzione, non funziona così
La città degli angeli (e dei morti)
La città degli angeli (e dei morti)
Los Angeles ha raggiunto i 300 omicidi dall’inizio dell’anno: quasi tutti sono avvenuti per strada, dove ormai la legge sembra non arrivare più
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
Dopo Orlando Hall, giustiziato giovedì scorso, l’8 dicembre l’iniezione letale toccherà a Lisa Montgomery, seguita l’11 da Alfred Bourgeois. Il 14 gennaio entrerà nella death room Cory Johnson, seguito il giorno successivo a Dustin Higgs
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Secondo uno studio, l’aspettativa di vita dei neri e latino-americani in America si ridurrà a causa della pandemia. Non è solo una questione genetica, ma le conseguenze di una società in cui la disuguaglianza è pura normalità
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Lara, moglie di Eric, sarebbe pronta per candidarsi al Senato in North Carolina, mentre Ivanka sogna di fare il sindaco di New York e suo fratello Don Jr. è tentato dalle presidenziali del 2024
Gli strateghi della battaglia di Trump
Gli strateghi della battaglia di Trump
Secondo il “Washington Post”, Rudy Giuliani e Steve Bannon guiderebbero il “dream team” del presidente con l’obiettivo di ritardare quanto più possibile la certificazione finale dei risultati elettorali per delegittimare Biden
Trump: i giorni della vendetta
Trump: i giorni della vendetta
Poche ore fa, con un Tweet, il presidente ha licenziato il capo della cybersecurity, dopo aver liquidato il Segretario alla Difesa Mark Esper. E altre due teste potrebbero saltare a breve: i direttori della CIA e dell’FBI
Più 82mila Boy Scout hanno denunciato abusi e violenze
Più 82mila Boy Scout hanno denunciato abusi e violenze
Dallo scandalo emerso dopo un’inchiesta del “NY Times”, si è aperta una voragine che ha letteralmente travolto la più antica organizzazione scoutistica del mondo. Ma secondo gli esperti è solo la punta dell’iceberg