Joe chiama Michelle: insieme per battere Trump

| Biden sogna l’ex first lady come vice presidente, certo che la sua presenza così amata e influente gli darebbe la certezza di rimandare a casa Trump. Ma lei non sembra per nulla interessata

+ Miei preferiti
È da quando gli Obama hanno lasciato la Casa Bianca, al termine del secondo mandato di Barack, che gli Stati Uniti sperano in una discesa in campo di Michelle, una delle First Lady più amate della storia. Ma lei, forse per aver assistito con i propri occhi a quanto complicato sia il ruolo di leader della più grande potenza mondiale, ha sempre risposto picche.

Ma ora, c’è una nuova speranza a farsi strada: che Michelle dica sì alle lusinghe di Joe Biden, candidato Dem alla sfida presidenziale e grande amico degli Obama. È stato proprio Joe a lasciare qualche spiraglio di speranza nel corso di un’intervista, rispondendo alla domanda sulla sua scelta per il ruolo di vicepresidente. “La prenderei al volo: è brillante, conosce il ruolo ed è una figura molto amata. In più, gli Obama sono dei grandissimi amici”.

Un’ammissione che in realtà affonda nella promessa di Biden di scegliere una donna come vice, che con l’ex first lady significherebbe addirittura giocarsi il jolly. Secondo la “Gallup”, celebre società americana di analisi, fra il 2018 e l’anno successivo Michelle Obama è stata una delle donne più ammirate del mondo, quindi – per deduzione - non c’è un’altra donna in America che Biden potrebbe scegliere come suo VP per mettere al caldo le possibilità di vittoria contro Trump.

La vera domanda però non è se Michelle sia disposta o meno ad aiutare Biden, quanto piuttosto se accetterebbe di tornare alla Casa Bianca. Finora, tutti i segnali suggeriscono che la risposta alla domanda sia un secco e ostinato “no”.

Nel suo libro, venduto in 10 milioni di copie in tutto il mondo, Michelle l’ha detto senza mezzi termini: “Non ho alcuna intenzione di candidarmi, né ora e né mai”. Una decisione a cui l’ex first lady ha dato una spiegazione: il suo periodo alla Casa Bianca le aveva reso impossibile vivere una vita normale: “Non si può passare la vita dietro il finestrino scuro di una macchina. La mia famiglia ha sacrificato tutto questo, e sia chiaro non è una lamentela, ma proprio perché ci sono passata, candidarmi vorrebbe dire risalire su quella macchina con i finestrini scuri”.

Chi è vicino agli Obama è altrettanto scettico sul fatto che una carica politica sarà mai nel futuro dell’ex first lady. “Penso che abbia la stessa possibilità di entrare nelle file dei ballerini del Bolshoi di Mosca - ha commentato ironicamente l’ex capo stratega di Obama, David Axelrod - non succederà mai. Ha dedicato parte della sua vita al paese, e ora userà la sua incredibile popolarità per fare del bene, ma non attraverso la politica”.

Ma come ricordano gli analisti, questa è la politica, baby: quando qualcuno dice di non essere interessato, c’è sempre qualche motivo per essere un po’ scettici. Dopo tutto, Barack Obama aveva negato categoricamente qualsiasi interesse a candidarsi alla presidenza nel 2008, e sappiamo come è andata a finire.

È vero, a differenza di Barack, che era già attivamente in politica, Michelle non ha mai voluto candidarsi a nulla, ma è comunque impossibile escludere del tutto la possibilità che la signora Obama accetti la carica di vice presidente, perché se Biden riuscisse a convincerla che insieme avrebbero maggiori probabilità di mettere fine alla presidenza di Trump, potrebbe far leva sul suo forte senso del patriottismo.

Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare