La fittissima agenda di Biden

| Fin dal primo giorno di insediamento, il presidente eletto ha intenzione di firmare decine di ordini esecutivi: “Lui e Kamala Harris hanno il difficile compito di rimediare in breve tempo ai danni fatti da Trump in quattro anni”

+ Miei preferiti
Joe Biden ha la penna “calda”: appena nominato presidente, metterà la sua firma su una dozzina di ordini esecutivi, tra cui l’ordine di far rientrare gli Stati Uniti nell’accordo sul clima di Parigi e di mettere fine al divieto di viaggio nei Paesi a maggioranza musulmana, assicura il capo del suo staff, Ron Klain.

Firmerà anche l’ordine di congelare gli sfratti, il pagamento dei prestiti agli studenti e di emettere l’obbligo di indossare la mascherina in tutti gli uffici pubblici. Una delle promesse più comuni della campagna elettorale di Biden è stata quella di affrontare i problemi fin dal suo primo giorno di mandato: una promessa che ha toccato tutto, dai cambiamenti climatici all’immigrazione alla politica estera. “Durante la campagna elettorale, il Presidente eletto Biden si è impegnato ad agire immediatamente per iniziare ad affrontare queste crisi e ricostruire l’immagine dell’America. Promesse che intende mantenere firmando dozzine di ordini esecutivi, memorandum e direttive alle agenzie di Gabinetto”.

Al di là delle azioni esecutive nei primi giorni del suo mandato, il memorandum sottolinea che Biden ha in programma di inviare al Congresso un piano per l’immigrazione su larga scala entro i primi 100 giorni del suo mandato. Il piano offrirebbe un percorso di cittadinanza per i milioni di immigrati senza documenti attualmente presenti negli Stati Uniti.

Biden ha lanciato le sue priorità questa settimana, annunciando un pacchetto di aiuti da 1,9 trilioni di dollari che include pagamenti diretti agli americani in difficoltà. Il memorandum chiarisce una parte fondamentale della strategia complessiva di Biden include la necessità di far agire il Congresso sulle sue priorità legislative. “Il pieno raggiungimento degli obiettivi politici dell’amministrazione Biden-Harris richiede non solo le azioni esecutive che il presidente eletto ha promesso di intraprendere, ma anche una solida azione del Congresso”. Il giorno successivo all’inaugurazione, Biden firmerà una serie di azioni esecutive per cambiare in modo aggressivo il corso della pandemia e riaprire in sicurezza scuole e imprese attraverso provvedimenti per mitigare la diffusione, aumentare il numero dei test, proteggere i lavoratori e definire chiari standard di salute pubblica”.

Il 22 gennaio, Biden dirigerà le agenzie del suo gabinetto per “prendere provvedimenti immediati per dare sollievo economico alle famiglie di lavoratori che subiscono il peso di questa crisi”. L’azione vuole dimostrare agli americani che Biden non sta perdendo tempo, ma la portata e l’ampiezza degli argomenti che si troverà ad affrontare mettono in evidenza quanto i Democratici ritengano che l’amministrazione entrante debba concentrarsi su più questioni contemporaneamente per avere successo.

Dal 25 gennaio al 1° febbraio, Biden emetterà ordini su tutto, dal dirigere il governo ad acquistare prodotti americani all’iniziare a mantenere le promesse di riforma del sistema giudiziario penale. Durante questa settimana, Biden ordinerà anche al governo federale di determinare come riunire i bambini separati dalle loro famiglie al confine tra Stati Uniti e Messico, oltre a firmare ulteriori ordini per affrontare il cambiamento climatico e ampliare l’accesso all’assistenza sanitaria.

“Naturalmente questo è solo l’inizio del nostro lavoro: molto di più dovrà essere fatto per combattere il COVID-19, ricostruire la nostra economia, combattere il razzismo sistemico e la disuguaglianza, e affrontare la minaccia della crisi climatica. Ma entro il 1° febbraio l’America si muoverà nella giusta direzione su tutte e quattro le sfide grazie alla leadership di Joe Biden”.

“C’è molto in ballo intorno alla figura di Biden, che ha promesso di agire fin il primo giorno della sua presidenza - commenta Iman Awad, direttore legislativo nazionale di Emgage Action, organizzazione di advocacy per i musulmani americani – e ci aspettiamo fatti concreti in breve tempo, anche se ci rendiamo conto che ci troviamo di fronte a tantissimi problemi da risolvere in questo momento delicato”.

Per gli attivisti del cambiamento climatico, la promessa di Biden di agire rapidamente su una serie di questioni è stata una parte fondamentale del motivo per cui si sono radunati intorno al suo nome, ha ammesso Jared Leopold, co-fondatore di “Evergreen Action”, un gruppo di ex collaboratori del governo: “La lista dei compiti di pulizia è sconcertante e il compito di Biden è duplice: prima di tutto ripulire i danni fatti da Trump, poi agire su un audace piano per il clima che la scienza implora”.

E gli attivisti LGBTQ, come il presidente della Campagna per i Diritti Umani Alphonso David, hanno detto che è fondamentale che Biden dimostri chiaramente che è impegnato per riscrivere le azioni intraprese dall’amministrazione Trump. “Mi aspetto che Biden e Harris adottino misure positive entro il primo giorno per soddisfare le promesse della loro campagna: per cominciare, vogliamo la garanzia che i diritti degli studenti LGBTQ siano rispettati”.

Stati Uniti
Washington blindata per la profezia del 4 marzo
Washington blindata per la profezia del 4 marzo
I servizi segreti avrebbero intercettato i possibili piani di alcuni gruppi di organizzare un nuovo assalto agli edifici governativi per celebrare la data in cui Trump avrebbe dovuto insediarsi come presidente
Tennessee: ritrovati 150 bambini scomparsi
Tennessee: ritrovati 150 bambini scomparsi
Una task force impegnata nell'operazione "Volunteer Strong" sul traffico di esseri umani, è riuscita a individuare un numero impressionante di minori di cui si era persa ogni traccia
California, camion fa strage di irregolari
California, camion fa strage di irregolari
Nei pressi di San Diego, un camion carico di ghiaia si è scontrato con un Suv con a bordo 27 clandestini destinati alla mietitura. Il bilancio è quello di una carneficina: 15 morti
Il ritorno di Donald il rabbioso
Il ritorno di Donald il rabbioso
Settimane di silenzio non l’hanno cambiato: nessun accenno al disastro del Campidoglio, attacchi durissimi a Biden e a chi si è opposto o non l’ha appoggiato e la mezza promessa finale: ricandidarsi
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Il New York Times rivela che un’altra ex assistente accusa il governatore dello Stato di NY molestie sessuali. Mentre l’FBI indaga sul numero di morti falsato durante la prima ondata della pandemia
Ritrovati i cani di Lady Gaga
Ritrovati i cani di Lady Gaga
A riconsegnarli alla polizia, sani e salvi, sarebbe stata una donna estranea alla vicenda. Proseguono le indagini, mentre il dog-sitter è ancora grave in ospedale
Trump pianifica futuro e vendette
Trump pianifica futuro e vendette
Fra una partita a golf e un mandato di comparizione, l’ex presidente starebbe tramando per prendersi il partito repubblicano e lanciare se stesso e suo figlio Donald Jr alla conquista della politica americana
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Sommerso dalle denunce per violenze e abusi, e al centro di un’indagine, l’ex allenatore 63enne della nazionale americana di ginnastica femminile si è tolto la vita
La brutta avventura di Tiger Woods
La brutta avventura di Tiger Woods
Il grande campione di golf si sta riprendendo dall’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto dopo un grave incidente automobilistico. La polizia al lavoro per chiarire la dinamica dell’accaduto, che non ha coinvolto altri veicoli
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
Strana spianata all’indagine su finanziamenti illeciti di un procuratore distrettuale di New York. Per l’ex presidente si tratta di una sonora sconfitta: finora era sempre riuscito a nascondere l’entità del suo impero