La lunga notte di Joe

| Una marcia trionfale del tutto inattesa dai pronostici, permette all’ex di Obama a dominare il Super Tuesday. Gli resiste solo Bernie Sanders, mentre il grande sconfitto è Mike Bloomberg, che pensa già al ritiro

+ Miei preferiti
Dato per spacciato, tagliato fuori dai giochi, finito in un angolo, Joe Biden, - l’ex vice di Barack Obama – con un colpo di reni degno delle migliori sceneggiature di Hollywood travolge il resto dei candidati Dem nel “Super Tuesday”, passaggio cardine delle primarie americane. È il tardo pomeriggio quando Joe compare sul palco del “Baldwin Hills Recreation Center” di Los Angeles per annunciare: “È una notte straordinaria, siamo più vivi che mai”.

Ha ragione: si è preso mezza America, anche se Texas e California – quest’ultimo il boccone più ambito per i 415 delegati – gli hanno preferito il vecchio saggio Bernie Sanders. Ma il conto finale è comunque dalla sua: 302 delegati contro i 239 di Bernie, seguiti dai miseri 17 che tagliano fuori anche Elizabeth Warren.

Il grande sconfitto è Michael Bloomberg, il miliardario ex sindaco di New York che ha preferito immolare milioni di dollari in pubblicità piuttosto che scendere fra la gente. A caldo, Mike ammette che sta facendo un pensiero su un eventuale ritiro, anche se dichiara di essere “pronto a tutto pur di vedere Trump sconfitto”.

Amy Klobucher, senatrice del Minnesota, spiega l’improvviso “tsunami  Biden” nel serrate le file del partito democratico verso un unico candidato, “Sleepy Joe”, come lo chiama Trump, il sonnacchioso Joe, che in realtà ha sempre temuto, lo dimostrano i tentativi di scatenare un’inchiesta dell’Ucraina sulla sua famiglia che gli è quasi costata la poltrona dello Studio Ovale.

A spingere Biden i numerosi endorsement delle ore precedenti: dagli ex candidati dem Amy Klobucher e Pete Puttigieg a Susan Rice, consigliere per la sicurezza nazionale, quindi l’attrice Alyssa Milano e la vedova di Ted Kennedy, solo per citarne alcuni: quanto basta per portarsi a casa 8 stati su 14. 

Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare