La lunga notte di Joe

| Una marcia trionfale del tutto inattesa dai pronostici, permette all’ex di Obama a dominare il Super Tuesday. Gli resiste solo Bernie Sanders, mentre il grande sconfitto è Mike Bloomberg, che pensa già al ritiro

+ Miei preferiti
Dato per spacciato, tagliato fuori dai giochi, finito in un angolo, Joe Biden, - l’ex vice di Barack Obama – con un colpo di reni degno delle migliori sceneggiature di Hollywood travolge il resto dei candidati Dem nel “Super Tuesday”, passaggio cardine delle primarie americane. È il tardo pomeriggio quando Joe compare sul palco del “Baldwin Hills Recreation Center” di Los Angeles per annunciare: “È una notte straordinaria, siamo più vivi che mai”.

Ha ragione: si è preso mezza America, anche se Texas e California – quest’ultimo il boccone più ambito per i 415 delegati – gli hanno preferito il vecchio saggio Bernie Sanders. Ma il conto finale è comunque dalla sua: 302 delegati contro i 239 di Bernie, seguiti dai miseri 17 che tagliano fuori anche Elizabeth Warren.

Il grande sconfitto è Michael Bloomberg, il miliardario ex sindaco di New York che ha preferito immolare milioni di dollari in pubblicità piuttosto che scendere fra la gente. A caldo, Mike ammette che sta facendo un pensiero su un eventuale ritiro, anche se dichiara di essere “pronto a tutto pur di vedere Trump sconfitto”.

Amy Klobucher, senatrice del Minnesota, spiega l’improvviso “tsunami  Biden” nel serrate le file del partito democratico verso un unico candidato, “Sleepy Joe”, come lo chiama Trump, il sonnacchioso Joe, che in realtà ha sempre temuto, lo dimostrano i tentativi di scatenare un’inchiesta dell’Ucraina sulla sua famiglia che gli è quasi costata la poltrona dello Studio Ovale.

A spingere Biden i numerosi endorsement delle ore precedenti: dagli ex candidati dem Amy Klobucher e Pete Puttigieg a Susan Rice, consigliere per la sicurezza nazionale, quindi l’attrice Alyssa Milano e la vedova di Ted Kennedy, solo per citarne alcuni: quanto basta per portarsi a casa 8 stati su 14. 

Stati Uniti
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Philip Adams, con una lunga carriera nella massima divisione del football americano, prima di togliersi la vita ha ucciso un medico, sua moglie, due dei loro nipoti e un tecnico che lavorava ad un impianto di aria condizionata
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Il presidente promette di fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per limitare l’uso delle armi da fuoco, a cominciare dalle “ghost guns”, kit di montaggio venduti liberamente senza alcun controllo
New York, la grande fuga dei ricconi
New York, la grande fuga dei ricconi
L’aumento della tassazione per chi guadagna un milione di dollari all’anno ha messo le ali ai piedi dei Paperoni newyorkesi, indecisi se prendere casa a Miami o Austin, in Texas
Processo Floyd, la polizia scarica Derek Chauvin
Processo Floyd, la polizia scarica Derek Chauvin
I vertici del dipartimento di polizia bollano come “inappropriate e non necessarie” le azioni dell’agente Derek Chauvin. “Sapeva perfettamente cosa stava facendo”
American violence
American violence
Secondo una ricerca del “Gun Violence Archive”, negli Stati Uniti lo scorso sono state uccise quasi 20.000 persone e si sono registrate 200 sparatorie di massa in più rispetto al 2019
Florida, stato di emergenza nella zona di Tampa
Florida, stato di emergenza nella zona di Tampa
Un bacino di acque reflue tossiche sarebbe sul punto di tracimare trasformando una zona agricola in una landa desolata
Washington ripiomba nel terrore
Washington ripiomba nel terrore
Noah Green, 25 anni, uccide un agente e ne ferisce un altro prima di essere abbattuto dalla polizia. Sulla Capitale, che tentava faticosamente di superare l’assalto del 6 gennaio scorso, è il segnale che il pericolo non è passato
Il deputato e la minorenne
Il deputato e la minorenne
Matt Gaetz finisce al centro di un’inchiesta per traffico di minori e sfruttamento sessuale. Lui si difende, “Tutto falso”, ma i repubblicani iniziano a voltargli le spalle
USA, 15milioni di dosi di vaccino perse
USA, 15milioni di dosi di vaccino perse
Gli addetti di un impianto in Maryland hanno confuso i componenti dei vaccini Johnson&Johnson e AstraZeneca, rendendo inutilizzabili milioni di dosi
Processo Floyd, i ricordi dei testimoni
Processo Floyd, i ricordi dei testimoni
Un vigile del fuoco, una bambina e un istruttore di arti marziali hanno raccontato cos’hanno visto quel giorno, quando l’agente Chauvin ha premuto il suo ginocchio sul collo e il povero George ripeteva “I can’t breath”, non posso respirare