La nonna detective sventa strage di massa

| Un 19enne texano aveva comprato un Kalashnikov e munizioni per sparare dalla finestra di un hotel ai passanti per poi farsi uccidere dalla polizia. La nonna ha scoperto i suoi piani e lo ha fatto arrestare. Aveva anche la "divisa"

+ Miei preferiti

Poco meno di un mese prima delle due stragi di massa a El Paso e Dayton, con 29 morti in un fine settimana, un'altra è stata sventata dalla coraggiosa nonne di un aspirante killer. Un adolescente texano di Lubbock, identificato come William Patrick Williams, 19 anni, è stato arrestato da agenti speciali dell'FBI e dagli agenti lATF, l'ufficio del procuratore del distretto settentrionale del Texs  poche ore prima di compiere l’ennesima strage di innocent. Williams  aveva già e scatole di munizioni appena comprate. Aveva poi affittato una stanza d’albergo da dove avrebbe dovuto partire per la sua “impresa” pianificata da mesi. Williams aveva confidato alla nonna il 13 luglio che aveva recentemente acquistato un fucile AK-47, e stava progettando di sparare a degli sconosciuti dalla finestra di un hotel e "poi suicidarsi per mano dei poliziotti”. Lo stesso tragico copione di Stephen Paddock, il mass murder di Las Vegas che, nel movere 2017, ha ucciso 64 perso

L’anziana signora ha agito freddamente, ha avvertito la polizia che lo ha arrestato e messo nelle mani degli psichiatri.  Un poggi di ringraziamenti e di plauso è arrivata dalla autorità, non solo locali, per la scelta della nonna di William, salvato a sua volta da una triste fine. "Una tragedia evitata", ha detto il procuratore degli Stati Uniti Nealy Cox. "Voglio elogiare la nonna dell'imputato, che ha salvato vite umane interrompendo questo complotto, così come i poliziotti di Lubbock e gli agenti federali che hanno indagato sull’acquisto illegale di un'arma letale”. 

Williams è stato arrestato dopo un ricovero ospedaliero e ha dato agli investigatori il permesso di perquisire la sua stanza d’albergo. Gli investigatori hanno scoperto un fucile AK-47, 17 caricatori con munizioni e numerosi coltelli da combattimento. Aveva aveva posato le sue armi sul letto, poco prima di essere  bloccato. Aveva con sé un trench nero, pantaloni tattici neri, una maglietta nera con scritto Let 'Em Come," ha detto il comunicato stampa.

Il 21 luglio, l'ATF era entrata in possesso di un modulo di transazione di armi da fuoco compilato l'11 luglio dove Williams aveva mentito sulla sua residenza.

È stato arrestato per avere rilasciato false dichiarazioni a un commerciante di armi da fuoco. Il reato comporta fino a cinque anni di carcere federale.

"L'FBI ha lavorato a stretto contatto con i nostri partner dell'ATF e del Dipartimento di polizia di Lubbock per impedire al convenuto di commettere potenzialmente un atto violento", ha detto Matthew DeSarno, agente speciale responsabile dell'ufficio di Dallas dell'FBI.

 
Stati Uniti
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Con 50 milioni di americani sulla soglia della povertà, la festa che riunisce le famiglie davanti ad un tacchino assume un significato diverse. Lunghe code davanti alle mense e alle associazioni che distribuiscono pacchi alimentari
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
L’azienda ritenuta responsabile della crisi sanitaria degli oppiacei ammette di aver giocato sporco favorendo la diffusione degli antidolorifici. Niente galera per proprietari e dirigenti ma una sanzione colossale
I giovani americani e il test del giovedì
I giovani americani e il test del giovedì
Sta prendendo piede un po’ ovunque: ci si sottopone al tampone il giovedì per poter trascorrere il weekend in piena libertà. Ma gli esperti ammoniscono: attenzione, non funziona così
La città degli angeli (e dei morti)
La città degli angeli (e dei morti)
Los Angeles ha raggiunto i 300 omicidi dall’inizio dell’anno: quasi tutti sono avvenuti per strada, dove ormai la legge sembra non arrivare più
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
Dopo Orlando Hall, giustiziato giovedì scorso, l’8 dicembre l’iniezione letale toccherà a Lisa Montgomery, seguita l’11 da Alfred Bourgeois. Il 14 gennaio entrerà nella death room Cory Johnson, seguito il giorno successivo a Dustin Higgs
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Secondo uno studio, l’aspettativa di vita dei neri e latino-americani in America si ridurrà a causa della pandemia. Non è solo una questione genetica, ma le conseguenze di una società in cui la disuguaglianza è pura normalità
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Lara, moglie di Eric, sarebbe pronta per candidarsi al Senato in North Carolina, mentre Ivanka sogna di fare il sindaco di New York e suo fratello Don Jr. è tentato dalle presidenziali del 2024
Gli strateghi della battaglia di Trump
Gli strateghi della battaglia di Trump
Secondo il “Washington Post”, Rudy Giuliani e Steve Bannon guiderebbero il “dream team” del presidente con l’obiettivo di ritardare quanto più possibile la certificazione finale dei risultati elettorali per delegittimare Biden
Trump: i giorni della vendetta
Trump: i giorni della vendetta
Poche ore fa, con un Tweet, il presidente ha licenziato il capo della cybersecurity, dopo aver liquidato il Segretario alla Difesa Mark Esper. E altre due teste potrebbero saltare a breve: i direttori della CIA e dell’FBI
Più 82mila Boy Scout hanno denunciato abusi e violenze
Più 82mila Boy Scout hanno denunciato abusi e violenze
Dallo scandalo emerso dopo un’inchiesta del “NY Times”, si è aperta una voragine che ha letteralmente travolto la più antica organizzazione scoutistica del mondo. Ma secondo gli esperti è solo la punta dell’iceberg