La pessima giornata di Trump

| Mentre la procedura verso l’impeachment si arricchisce di nuovi capitoli scottanti, il presidente incassa la perdita della Virginia, storica roccaforte Repubblicana

+ Miei preferiti
Non è un periodo da incorniciare per Donald Trump: dall’Election Day appena concluso, primo test per la corsa alle presidenziali 2020, esce con numerosi campanelli d’allarme nelle orecchie. Per la prima volta dopo 26 anni, i Democratici si riprendono la Virginia, roccaforte Repubblicana, conquistando camera e senato. Resta in bilico la situazione in Kentucky, dove l’attorney Andy Beshar, candidato Dem, chiude con il 49,2% dei voti contro il 48,9 dell’avversario Repubblicano Matt Bevin: il primo rivendica la vittoria, il secondo non ha alcuna intenzione di concederla. L’unica vittoria dei Repubblicani arriva dal Mississippi, dove il tenente Tate Reeves strappa con il 52,2% la vittoria a Jim Hood, fermo al 46,6.

A guastare ulteriormente la giornata al presidente ci ha pensato Gordon Sondland, ambasciatore americano alla UE, che di colpo ha ritrattato le proprie posizioni nell’indagine per l’impeachment della Camera, affermando che si occupò personalmente di fare pressioni su Kiev: gli aiuti militari americani sarebbero arrivati a fronte di una dichiarazione pubblica di avvio di indagini sul conto di “Burisma”, la società di cui faceva parte Matt Biden, il figlio del suo più temibile antagonista. Venerdì sarà il turno di Mike Mulvaney, capo dello staff presidenziale e più alta figura della Casa Bianca finora convocata a testimoniare, ma non è ancora chiaro se Mulvaney accetterà o meno di deporre. Una dichiarazione che fa il paio con quella di Marie Yovanovitch, ex ambasciatrice americana in Ucraina, licenziata lo scorso maggio, che si dichiara vittima di una campagna di diffamazione ordita da Rudy Giuliani, ex sindaco di New York e oggi avvocato personale del presidente, a sua volt accusato di aver creato una sorta di diplomazia sotterranea nei confronti dell’Ucraina, portata avanti attraverso contatti informali con funzionari sospettati di corruzione.

In una nota, la White House attacca a testa bassa, definendo “una farsa con ancora meno prove di prima” le trascrizioni diffuse: “Il presidente non ha fatto nulla di male”.

Articoli correlati
Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare