La pessima giornata di Trump

| Mentre la procedura verso l’impeachment si arricchisce di nuovi capitoli scottanti, il presidente incassa la perdita della Virginia, storica roccaforte Repubblicana

+ Miei preferiti
Non è un periodo da incorniciare per Donald Trump: dall’Election Day appena concluso, primo test per la corsa alle presidenziali 2020, esce con numerosi campanelli d’allarme nelle orecchie. Per la prima volta dopo 26 anni, i Democratici si riprendono la Virginia, roccaforte Repubblicana, conquistando camera e senato. Resta in bilico la situazione in Kentucky, dove l’attorney Andy Beshar, candidato Dem, chiude con il 49,2% dei voti contro il 48,9 dell’avversario Repubblicano Matt Bevin: il primo rivendica la vittoria, il secondo non ha alcuna intenzione di concederla. L’unica vittoria dei Repubblicani arriva dal Mississippi, dove il tenente Tate Reeves strappa con il 52,2% la vittoria a Jim Hood, fermo al 46,6.

A guastare ulteriormente la giornata al presidente ci ha pensato Gordon Sondland, ambasciatore americano alla UE, che di colpo ha ritrattato le proprie posizioni nell’indagine per l’impeachment della Camera, affermando che si occupò personalmente di fare pressioni su Kiev: gli aiuti militari americani sarebbero arrivati a fronte di una dichiarazione pubblica di avvio di indagini sul conto di “Burisma”, la società di cui faceva parte Matt Biden, il figlio del suo più temibile antagonista. Venerdì sarà il turno di Mike Mulvaney, capo dello staff presidenziale e più alta figura della Casa Bianca finora convocata a testimoniare, ma non è ancora chiaro se Mulvaney accetterà o meno di deporre. Una dichiarazione che fa il paio con quella di Marie Yovanovitch, ex ambasciatrice americana in Ucraina, licenziata lo scorso maggio, che si dichiara vittima di una campagna di diffamazione ordita da Rudy Giuliani, ex sindaco di New York e oggi avvocato personale del presidente, a sua volt accusato di aver creato una sorta di diplomazia sotterranea nei confronti dell’Ucraina, portata avanti attraverso contatti informali con funzionari sospettati di corruzione.

In una nota, la White House attacca a testa bassa, definendo “una farsa con ancora meno prove di prima” le trascrizioni diffuse: “Il presidente non ha fatto nulla di male”.

Articoli correlati
Stati Uniti
Washington blindata per la profezia del 4 marzo
Washington blindata per la profezia del 4 marzo
I servizi segreti avrebbero intercettato i possibili piani di alcuni gruppi di organizzare un nuovo assalto agli edifici governativi per celebrare la data in cui Trump avrebbe dovuto insediarsi come presidente
Tennessee: ritrovati 150 bambini scomparsi
Tennessee: ritrovati 150 bambini scomparsi
Una task force impegnata nell'operazione "Volunteer Strong" sul traffico di esseri umani, è riuscita a individuare un numero impressionante di minori di cui si era persa ogni traccia
California, camion fa strage di irregolari
California, camion fa strage di irregolari
Nei pressi di San Diego, un camion carico di ghiaia si è scontrato con un Suv con a bordo 27 clandestini destinati alla mietitura. Il bilancio è quello di una carneficina: 15 morti
Il ritorno di Donald il rabbioso
Il ritorno di Donald il rabbioso
Settimane di silenzio non l’hanno cambiato: nessun accenno al disastro del Campidoglio, attacchi durissimi a Biden e a chi si è opposto o non l’ha appoggiato e la mezza promessa finale: ricandidarsi
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Il New York Times rivela che un’altra ex assistente accusa il governatore dello Stato di NY molestie sessuali. Mentre l’FBI indaga sul numero di morti falsato durante la prima ondata della pandemia
Ritrovati i cani di Lady Gaga
Ritrovati i cani di Lady Gaga
A riconsegnarli alla polizia, sani e salvi, sarebbe stata una donna estranea alla vicenda. Proseguono le indagini, mentre il dog-sitter è ancora grave in ospedale
Trump pianifica futuro e vendette
Trump pianifica futuro e vendette
Fra una partita a golf e un mandato di comparizione, l’ex presidente starebbe tramando per prendersi il partito repubblicano e lanciare se stesso e suo figlio Donald Jr alla conquista della politica americana
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Sommerso dalle denunce per violenze e abusi, e al centro di un’indagine, l’ex allenatore 63enne della nazionale americana di ginnastica femminile si è tolto la vita
La brutta avventura di Tiger Woods
La brutta avventura di Tiger Woods
Il grande campione di golf si sta riprendendo dall’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto dopo un grave incidente automobilistico. La polizia al lavoro per chiarire la dinamica dell’accaduto, che non ha coinvolto altri veicoli
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
Strana spianata all’indagine su finanziamenti illeciti di un procuratore distrettuale di New York. Per l’ex presidente si tratta di una sonora sconfitta: finora era sempre riuscito a nascondere l’entità del suo impero