La prima mappa complete delle violenze della polizia

| Il sito Bellingcat ha individuato e classificato almeno 1000 atti di violenza delle forze dell’ordine contro manifestanti dall’inizio delle proteste razziali. Un database unico, inedito e sconcertante

+ Miei preferiti
Dopo la brutale uccisione di George Floyd a Minneapolis del 25 maggio scorso, le proteste sono esplose in tutti gli Stati Uniti e da allora hanno continuato a diffondersi scatenando nel Paese polemiche sulla discriminazione razziale e la militarizzazione della polizia. Mentre la stragrande maggioranza dei manifestanti è scesa in piazza pacificamente, lo Stato ha risposto con atti di aggressione sproporzionati e, come riportato dal sito “Bellingcat”, la polizia ha anche usato la violenza contro i giornalisti che seguivano le proteste.

Con la collaborazione di “Forensic Architecture”, Bellingcat ha identificato, verificato e archiviato oltre 1.000 episodi di violenza della polizia contro i manifestanti in tutti gli Stati Uniti dal maggio 2020. Un corposo documento (visibile in allegato) che ha richiesto riflessioni sull’impatto etico che avrebbero avuto la pubblicazione e la localizzazione degli episodi, oltre all’importanza storica e analitica dell’archiviazione.

Il database è stato creato utilizzando “TimeMap”, una piattaforma sviluppata da Forensic Architecture che mappa gli incidenti nello spazio e nel tempo. Sono classificati diversi tipi di violenza: Fisica (aggressione, arresto/detenzione, uso di proiettili “non letali”), Chimica (gas lacrimogeni, spray al peperoncino), Distruzione/confisca di proprietà, Permissivismo verso le frange di estrema destra, Identità degli agenti celata, Attacchi a osservatori legali e a medici.

L’analisi ha dimostrato che questo genere di atteggiamenti sono diffusi e continuativi: agenti di polizia di tutto il paese hanno usato violenza contro i manifestanti. Non si tratta del singolo caso di un dipartimento di polizia, sembra piuttosto che l’atteggiamento sia intenzionale e faccia parte di un preciso protocollo d’intervento.

Si tratta di una violenza che, in alcuni casi, era assai rara in molti dipartimenti di polizia: ci sono città che in precedenza non disponevano di un protocollo sull’uso di armi chimiche, perché prima delle proteste queste erano state utilizzate solo in specifiche situazioni dai reparti SWAT. Ciononostante, le forze di polizia hanno continuato a inondare di gas lacrimogeni i manifestanti. La risposta alla prima ondata di proteste ne ha in qualche modo normalizzato l’uso, malgrado il clamore suscitato sull’opinione pubblica.

Molte organizzazioni civili e umanitarie lavorano duramente per ottenere giustizia per le vittime delle violenze, ma il loro compito è complicato dal concetto di immunità radicato negli Stati Uniti. È questo il motivo per cui Bellingcat ritiene che questa mole di dati siano accessibili, per creare una documentazione storica della violenza che ogni giorno si perpetra negli Stati Uniti.

Galleria fotografica
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 1
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 2
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 3
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 4
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 5
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 6
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 7
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 8
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 9
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 10
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 11
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 12
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 13
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 14
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 15
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 16
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 17
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 18
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 19
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 20
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 21
La prima mappa complete delle violenze della polizia - immagine 22
Stati Uniti
L’era Trump si chiude
con un’inchiesta per tangenti
L’era Trump si chiude<br>con un’inchiesta per tangenti
Secondo alcuni documenti rivelati dalla CNN, il presidente era pronto alla clemenza in cambio di tangenti. Prima di andarsene, Trump pensa alla "grazia preventiva" per i figli
Si dimette Scott Atlas, il medico negazionista
Si dimette Scott Atlas, il medico negazionista
Consigliere di Trump per la pandemia dallo scorso agosto, si è sempre detto favorevole all’immunità di gregge rifiutando tutto il resto. La comunità scientifica americana soddisfatta per le dimissioni
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Con 50 milioni di americani sulla soglia della povertà, la festa che riunisce le famiglie davanti ad un tacchino assume un significato diverse. Lunghe code davanti alle mense e alle associazioni che distribuiscono pacchi alimentari
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
L’azienda ritenuta responsabile della crisi sanitaria degli oppiacei ammette di aver giocato sporco favorendo la diffusione degli antidolorifici. Niente galera per proprietari e dirigenti ma una sanzione colossale
I giovani americani e il test del giovedì
I giovani americani e il test del giovedì
Sta prendendo piede un po’ ovunque: ci si sottopone al tampone il giovedì per poter trascorrere il weekend in piena libertà. Ma gli esperti ammoniscono: attenzione, non funziona così
La città degli angeli (e dei morti)
La città degli angeli (e dei morti)
Los Angeles ha raggiunto i 300 omicidi dall’inizio dell’anno: quasi tutti sono avvenuti per strada, dove ormai la legge sembra non arrivare più
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
Dopo Orlando Hall, giustiziato giovedì scorso, l’8 dicembre l’iniezione letale toccherà a Lisa Montgomery, seguita l’11 da Alfred Bourgeois. Il 14 gennaio entrerà nella death room Cory Johnson, seguito il giorno successivo a Dustin Higgs
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Secondo uno studio, l’aspettativa di vita dei neri e latino-americani in America si ridurrà a causa della pandemia. Non è solo una questione genetica, ma le conseguenze di una società in cui la disuguaglianza è pura normalità
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Lara, moglie di Eric, sarebbe pronta per candidarsi al Senato in North Carolina, mentre Ivanka sogna di fare il sindaco di New York e suo fratello Don Jr. è tentato dalle presidenziali del 2024
Gli strateghi della battaglia di Trump
Gli strateghi della battaglia di Trump
Secondo il “Washington Post”, Rudy Giuliani e Steve Bannon guiderebbero il “dream team” del presidente con l’obiettivo di ritardare quanto più possibile la certificazione finale dei risultati elettorali per delegittimare Biden