La seguace di Manson resta in galera

| Leslie Van Houten, la più giovane della “Family”, per la 24esima volta ha provato a richiedere la concessione della libertà vigilata. Ma il governatore l’ha negata: “potrebbe essere ancora pericolosa”

+ Miei preferiti
Niente da fare: Leslie Van Houten resta in carcere. Per la ventiquattresima volta, la richiesta di libertà vigilata viene negata alla più giovane seguace della setta malefica di Charles Manson. Ha 70 anni, è in galera da 50, quando fu arrestata insieme al resto della “The Family” dando una risposta alla serie di omicidi scioccanti che nel 1969 aveva marchiato con il sangue le colline di Hollywood e Beverly Hills.

Nel 1971, Leslie Van Houten è stata condannata a morte (pena commutata in ergastolo l’anno successivo) per gli omicidi di Leno e Rosemary LaBianca, il manager e sua moglie massacrati la notte del 10 agosto 1969 nella loro villa di Waverly Drive. Dopo la strage della notte precedente al 10050 di Cielo Drive, quando “la famiglia” giustizia Sharon Tate e altre quattro persone, il duplice omicidio dei LaBianca diventa il secondo capitolo della “Helter Skelter”, la guerra apocalittica fra bianchi e neri che Manson era convinto di poter scatenare uccidendo personaggi in vista.

Nata il 23 agosto del 1949 in una famiglia borghese di Altadena, un sobborgo di Los Angeles, a 14 anni Leslie Van Houten ha già scelto le peggiori compagnie possibili: consumatrice di droghe che invadono la California di quegli anni ribelli, a 17 anni resta incinta ed è costretta ad abortire dalla madre. L’incontro con Charles Manson, il santone che raccoglie giovani disperati dalle strade piegandoli alle sue idee a forza di stupefacenti, è folgorante. È lei, insieme a Patricia Krenwinkel, ad occuparsi di Rosemary LaBianca, trovata in camera da letto, legata, imbavagliata e massacrata con 47 coltellate, contate una dopo l’altra dall’autopsia. Ma è anche lei, dopo l’arresto, a fornire alla polizia informazioni utilissime per identificare i ruoli e i nomi dei componenti delle squadre della morte che nel giro di due notti avevano ucciso Sharon Tate e i suoi amici, più i coniugi LaBianca.

Nel commentare l’ennesimo rifiuto alla libertà vigilata, il governatore Gavin Newsom ha spiegato che malgrado i progressi fatti nei 50 anni di detenzione, Leslie Van Houten potrebbe essere ancora oggi “socialmente pericolosa”.

Galleria fotografica
La seguace di Manson resta in galera - immagine 1
Stati Uniti
Il più corrotto poliziotto di New York in manette
Il più corrotto poliziotto di New York in manette
Robert Smith, in servizio nel Queens, spacciava droga, proteggeva gli spacciatori, intascava tangenti per qualsiasi cosa e odiava i neri. L’ha incastrato una lunga indagine iniziata nel 2016
Peccati e peccatori
dei servizi segreti americani
Peccati e peccatori<br>dei servizi segreti americani
Un libro scritto dalla plurivincitrice del Pulitzer Carol D. Leonning racconta un’agenzia lacerata da scandali e dolori. Ma svela anche le tresche con gli agenti di Vanessa e Tiffany, ex nuora e figlia di Trump
Strage a Colorado Springs
Strage a Colorado Springs
Otto morti, compreso l’attentatore, ad una festa di compleanno di famiglia in un’area per case mobili. L’attentatore ha risparmiato solo i bambini
Il South Carolina ripristina la fucilazione
Il South Carolina ripristina la fucilazione
La carenza di farmaci letali ha portato al ritorno della pena capitale attraverso il plotone di esecuzione. Per le associazioni umanitarie “un passo indietro verso le barbarie medievali”
Trump lancia un nuovo canale social
Trump lancia un nuovo canale social
Non è ancora quello che aveva in mente, ma più un sito canale diretto fra l’ex presidente e i suoi sostenitori. Nelle stesse ore, Facebook si riunisce per decidere se togliere l’embargo
Bill e Melinda si dicono addio
Bill e Melinda si dicono addio
I Gates, la coppia di miliardari filantropi, si è rotta: l’ha annunciato Bill con poche parole su Twitter. Ignoti i motivi della rottura, anche se si mormora sia stata lei a volere la separazione
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
Affetto da disturbi mentali, per anni è stato costretto a lavorare senza paga, picchiato e maltrattato dal titolare di una caffetteria. Ora la giustizia impone che gli venga restituito più di quanto avrebbe guadagnato
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
L’improvvisa perquisizione da parte dell’FBI dell’appartamento e degli uffici di Rudy Giuliani ha messo in allarme la rete dei collaboratori dell’ex presidente. Secondo molti, è iniziata la resa dei conti
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
Diverse grandi aziende offrono premi in denaro per i propri dipendenti, mentre stati come il West Virginia regala buoni in denaro. L’obiettivo è convincere milioni di no-vax e recalcitranti
I primi 100 giorni di Joe
I primi 100 giorni di Joe
Il presidente Biden parla al Paese promettendo di risollevare gli americani “abbandonati e dimenticati”: getta le basi per un’ambiziosa agenda economica e chiede la riforma della polizia e più divieti sulle armi