L’allegro professore che rubava sovvenzioni universitarie

| Un ex professore della Drexel University di Philadelphia accusato di aver speso 185.000 dollari fra spogliarelliste e ristoranti di lusso

+ Miei preferiti
Chikaodinaka Nwankpa, 57 anni, stimatissimo professore ed ex preside del Dipartimento di Ingegneria della “Drexel University” di Philadelphia, dovrà rispondere davanti al procuratore della giustizia di appropriazione indebita e furto di denaro destinato a sovvenzionare ricerche e laboratori universitari.

In realtà, come il professore abbia speso 185mila dollari sembra cosa nota: strip-club, ristoranti di lusso, locali per adulti e addirittura iTunes, la piattaforma da cui è possibile acquistare e scaricare brani musicali. “Il signor Nwankpa ha dirottato in modo inappropriato decine di migliaia di dollari stanziati per la ricerca per uso privato. Ha tradito la Drexel University e gli studenti che pagano le tasse scolastiche”, ha tuonato il procuratore distrettuale Larry Krasner.

Le spese folli e disinvolte di Nwankpa sono state notate quando un controllo incrociato ha rivelato decine di acquisti non autorizzati e “senza ricevuta” avvenuti tra il 2010 e il 2017: il professore ha tentato di far passare le spese dello strip club alla voce prevista per il rimborso dei pasti. Nella realtà ha speso più di 96.000 dollari fra locali per adulti e bar sportivi, oltre a oltre 89.000 dollari per acquisti su iTunes, cene in ristoranti di lusso e altri acquisti non autorizzati: molte delle spese sono state elaborate tra la mezzanotte e le 2 del mattino. Nwankpa è stato messo in congedo poco dopo l’inizio dell’indagine, per poi dimettersi.

La Drexel University ha pagato 190.000 dollari in un accordo a seguito di un’indagine federale separata sul presunto uso improprio dei fondi della borsa di studio dell’ex professore, che avrebbe restituito all’ateneo 53.328 dollari.

Nwankpa è stato arrestato dalla polizia universitaria e rilasciato su cauzione di 25.000 dollari all’inizio di questa settimana. Ha consegnato il suo passaporto ed è prevista un’udienza preliminare il 29 gennaio. Secondo Niki Gianakaris, legale dell’ateneo: “La Drexel prende molto seriamente le accuse di condotta non etica o illegale da parte di qualsiasi membro della comunità universitaria. L’Università ha inizialmente segnalato la situazione all’ufficio del Procuratore e ha collaborato attivamente nelle indagini federali e statali”.

Stati Uniti
Fauci: quando ero «Una puzzola al picnic»
Fauci: quando ero «Una puzzola al picnic»
Il New York Times è riuscito a confessare l’immunologo italoamericano, che ha raccontato le tante volte in cui si è scontrato a muso duro con Trump e i suoi consiglieri
Fuga da Mar-a-Lago
Fuga da Mar-a-Lago
Decine di soci del lussuoso resort in cui si è trasferito Trump hanno deciso di non rinnovare l’scrizione. E anche la cittadinanza “normale”, non vede di buon occhio la presenza ingombrante dell’ex presidente
Trump, spostato all’8 febbraio il secondo processo per impeachment
Trump, spostato all’8 febbraio il secondo processo per impeachment
Lo hanno stabilito Dem e GOP dopo aver raggiunto un accordo. Intanto dalla Florida, l’ex presidente prende tempo sul suo futuro: “Faremo qualcosa, ma non subito”
L’FBI ritrova 33 bambini considerati scomparsi
L’FBI ritrova 33 bambini considerati scomparsi
I federali indagavano da tempo su una rete del sud della California dedita al traffico e la tratta di esseri umani a scopo sessuale. Diversi bambini hanno tentato di tornare indietro: “Molti non si rendono conto di essere vittime”
Che ne sarà di Donald?
Che ne sarà di Donald?
L’oscuro futuro dell’ex presidente, che potrebbe resistere all'impeachment e alle tante inchieste per risorgere mostrandosi nuovamente come outsider della politica. Ma anche svanire, sommerso da problemi legali e finanziari
Anthony Fauci: punto e a capo
Anthony Fauci: punto e a capo
Il celebre virologo, chiamato a collaborare con l’amministrazione Biden, evita le polemiche ma ammette la piacevole sensazione di un approccio ben diverso dalle forti divergenze con Trump
Il primo giorno di Joe
Il primo giorno di Joe
Si è chiuso per due ore nello Studio Ovale per firmare 17 ordini esecutivi che cancellano alcune delle decisioni più odiose di Trump. Il capo della comunicazione detta l’agenda, con la promessa di affrontare un argomento al giorno
Il last minute di Trump
Il last minute di Trump
73 grazie e 70 commutazioni di pena: Donald Trump ricalca la tradizione, peccato che buona parte dei suoi atti di clemenza riguardino ex collaboratori e gente vicina ai suoi business. Fra loro il controverso Steve Bannon
La difficile eredità di Trump
La difficile eredità di Trump
Ci vorranno anni per eliminare i danni e le divisioni che in quattro anni hanno letteralmente diviso in due l’America. La presidenza di Biden sarà una delle più difficili della storia: lo attende una mole enorme di lavoro
Vendesi grazia (o perdono)
Vendesi grazia (o perdono)
Nell'ultimo giorno da presidente, Trump potrebbe concedere oltre 100 fra grazie, perdoni e commutazioni della pena verso gente che – secondo il New York Times – sta sborsando montagne di soldi ai suoi collaboratori più stretti