Lasciano che il figlio muoia di infezione

| Alle battute fonali il processo che vede imputata una giovane coppia di tossicodipendenti dell’Iowa: nel 2017 lasciarono il piccolo Sterling per settimane nei suoi escrementi. Il bambino morì di infezione

+ Miei preferiti
Il caso, nell’agosto del 2017, aveva fatto il giro del mondo: il piccolo Sterling Koehn, 4 mesi, era stato ritrovato privo di vita nella casa di famiglia nell’Iowa, ucciso da un’infezione letale scatenata dalla scellerata scelta dei genitori di non cambiargli il pannolino per almeno due settimane. In tribunale, Cheyanne Harris, 21 anni, la madre del piccolo, si è dichiarata non colpevole, ma su di lei pesano come macigni le drammatiche foto mostrate in aula e le parole pronunciate dall’accusa: “Ha lasciato morire suo figlio in un pannolino infestato dai vermi”. Sul corpo del bimbo, l’autopsia ha accertato segni di malnutrizione, disidratazione e infezioni da batteri. L’assistente procuratore generale Coleman McAllister ha riferito che il pannolino sporco del bambino aveva attirato insetti che avevano deposto le uova, che una volta schiuse si erano trasformate in vermi. L’eruzione cutanea sul corpo del bimbo ha permesso a i batteri di insediarsi senza lasciargli scampo.

Gli avvocati della donna sostengono la tesi che la morte del bambino sia sicuramente una tragedia, ma non un crimine, ma l’accusa ha ribadito che Cheyanne Koehn era una mamma esperta, visto che l’altra figlia della coppia era sana, pulita ed in salute. Hanno anche sostenuto che la coppia aveva il denaro necessario per acquistare cibo e abbigliamento per bambini, aggiungendo solo alla fine che si tratta di una coppia di tossicodipendenti.

Toni Friedrich, infermiera capo della squadra di soccorso della contea intervenuta per prima dopo la chiamata al 911, ricorda che la madre non ha mostrato alcuna emozione quando l’ha accompagnata nella camera da letto buia dove si trovava il corpo del bambino. “Non dimenticherò mai quegli occhi, erano spalancati. E quando ho sposato la copertina che lo copriva, decine di insetti sono volati via”. Il padre di Sterling, Zachary Koehn, è già stato condannato all’ergastolo.

Galleria fotografica
Lasciano che il figlio muoia di infezione - immagine 1
Lasciano che il figlio muoia di infezione - immagine 2
Stati Uniti
Rapporto Mueller: Trump salvo a metà
Rapporto Mueller: Trump salvo a metà
Il presidente canta vittoria, ma l’indagine del superprocuratore è costruita in modo ambiguo, così da lasciare aperta al Congresso al possibilità di chiedere l’impeachment o di incriminarlo a fine mandato
New York: tenta di dare fuoco a St. Patrick
New York: tenta di dare fuoco a St. Patrick
Un uomo, definito “disturbato mentalmente”, è stato fermato con due taniche di benzina all’interno della cattedrale affacciata sulla Quinta Strada
Stati Uniti: storia di una strage sfiorata
Stati Uniti: storia di una strage sfiorata
Sol Pays, una studentessa di 18 anni, voleva celebrare i 20 anni del massacro di Columbine aggiungendo altri morti. È stata individuata prima di riuscire a mettere in pratica la sua follia, e ha scelto di suicidarsi
Morire a 22 anni per un selfie
Morire a 22 anni per un selfie
Una ragazza dell’Oregon prossima alla laurea è salita sulla torre dell’ateneo che frequentava ed è precipitata, morendo poco dopo. Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente
Donald Trump, il signore del kitsch
Donald Trump, il signore del kitsch
Un’artista americano ha raccolto più di 1000 oggetti che riguardano l’attività imprenditoriale e la carriera del presidente
Chase e Jaimee, l’amore che fa discutere gli USA
Chase e Jaimee, l’amore che fa discutere gli USA
Lui ha 18 anni, lei 39, ed è la mamma del suo migliore amico. Fra i due è scoppiata la passione e ora lei attende il divorzio per sposarlo
New York, emergenza morbillo
New York, emergenza morbillo
Il sindaco De Blasio dichiara l’emergenza sanitaria per alcune zone della città, rendendo obbligatorio il vaccino trivalente. Chi rifiuta rischia multe pesanti
Ingresso vietato negli Usa per i killer di Khashoggi
Ingresso vietato negli Usa per i killer di Khashoggi
L’annuncio del segretario di Stato Mike Pompeo, “per gravi violazioni dei diritti umani”. Una presa di posizione tardiva, resa necessaria da rapporti dei servizi segreti e inchieste giornalistiche
L’omicidio-suicidio che sconvolge l’America
L’omicidio-suicidio che sconvolge l’America
Un anno fa, Jennifer e Sarah Hart hanno deciso di uccidersi portando con sé i loro sei figli adottivi. L’ha appurato un’inchiesta che è riuscita a ricostruire le ultime ore della famiglia e alcuni terribili indizi
Un’altra prof abusa di un allievo
Un’altra prof abusa di un allievo
Una donna di 39 anni, insegnante di scienze della salute, denunciata da un suo alunno di 17 anni: la polizia ha trovato numerose tracce organiche