L’ennesima tragedia dei Kennedy

| Maeve, pronipote di JFK, e suo figlio Gideon sono scomparsi nelle acque dell’oceano mentre tentavano di recuperare un pallone finito in mare. Sospese le ricerche, si spera di recuperare i corpi

+ Miei preferiti
Manca ancora l’ufficialità della morte, ma l’America attonita assiste all’ennesima, incredibile pagina di dolore che si aggiunge nel lungo libro delle sfortune della famiglia Kennedy. La Guardia Costiera ha annunciato che le ricerche di Maeve Kennedy McKean e suo figlio Gideon, scomparsi in canoa nella baia di Chesapeake, località di villeggiatura non distante da Annapolis, nel Maryland, sono state sospese.

La donna, 40 anni, insieme al figlio di 8, hanno fatto perdere le loro tracce mentre erano a bordo di una canoa: la piccola imbarcazione è stata ritrovata sul fondo, ad alcuni km dalla spiaggia di Chesapeake, ma dei due non c’era traccia.

“Questo è stato un caso difficile, e ancora più difficile prendere la decisione di sospendere le ricerche - ha commentato Matthew Fine, vice comandante del Sector Maryland-National Capitol Region - i nostri equipaggi e i volontari hanno fatto tutto il possibile per trovarli. Abbiamo tenuto la famiglia informata costantemente durante le fasi della ricerca, e i nostri pensieri stasera sono con loro”.

Amare le parole della nota diffusa da Kathleen Kennedy Townsend, la madre di Maeve: “Con profonda tristezza, condivido la notizia che la ricerca di mia figlia e mio nipote si è trasformata da una missione di salvataggio ad una di recupero dei corpi”.

Maeve Kennedy McKean è la nipote dell’ex procuratore generale degli Stati Uniti e del senatore Robert F. Kennedy, era un noto avvocato specializzato nei casi di salute pubblica e nei diritti umani, e direttore esecutivo della “Georgetown University Global Health Initiative”. La donna ha anche lavorato come consulente dell’amministrazione Obama per il programma globale sull’AIDS del Dipartimento di Stato, e si è offerta volontaria per una missione del corpo di pace in Mozambico istituito dal suo prozio, l’ex presidente JFK.

Il marito, David McKean, ha raccontato al Washington Post che la famiglia stava trascorrendo alcuni giorni presso la residenza sul lungomare di Shady Side, nel Maryland, quando i bambini, giocando in cortile, hanno calciato una palla in acqua e sua moglie e suo figlio hanno preso una canoa per recuperarla: “Si sono allontanati più di quanto fosse giusto e non sono più riusciti a rientrare”.

Nel corso dei decenni, la famiglia Kennedy ha subito enormi tragedie: sia il nonno che il prozio di Maeve sono stati assassinati, suo cugino John John e sua moglie Carolyn sono morti in un incidente aereo due decenni fa.

Galleria fotografica
L’ennesima tragedia dei Kennedy - immagine 1
Stati Uniti
Il last minute di Trump
Il last minute di Trump
73 grazie e 70 commutazioni di pena: Donald Trump ricalca la tradizione, peccato che buona parte dei suoi atti di clemenza riguardino ex collaboratori e gente vicina ai suoi business. Fra loro il controverso Steve Bannon
La difficile eredità di Trump
La difficile eredità di Trump
Ci vorranno anni per eliminare i danni e le divisioni che in quattro anni hanno letteralmente diviso in due l’America. La presidenza di Biden sarà una delle più difficili della storia: lo attende una mole enorme di lavoro
Vendesi grazia (o perdono)
Vendesi grazia (o perdono)
Nell'ultimo giorno da presidente, Trump potrebbe concedere oltre 100 fra grazie, perdoni e commutazioni della pena verso gente che – secondo il New York Times – sta sborsando montagne di soldi ai suoi collaboratori più stretti
La fittissima agenda di Biden
La fittissima agenda di Biden
Fin dal primo giorno di insediamento, il presidente eletto ha intenzione di firmare decine di ordini esecutivi: “Lui e Kamala Harris hanno il difficile compito di rimediare in breve tempo ai danni fatti da Trump in quattro anni”
Una parte dell’America si sta radicalizzando
Una parte dell’America si sta radicalizzando
Gli esperti di terrorismo temono che l’attacco al Campidoglio sia solo l’inizio di un periodo preoccupante. Oltre ai rischi per l’Inuaguration Day, maggiori sono quelli per le azioni future dei gruppi che continuano a ribollire di rabbia
La lobby delle armi in bancarotta
La lobby delle armi in bancarotta
Una procedura pilotata che permette alla NRA di lasciare le inchieste penali di New York per cercare rifugio in Texas, dove le leggi sulle armi sono più permissive
L’ultimo weekend di Trump, mentre la giustizia incombe
L’ultimo weekend di Trump, mentre la giustizia incombe
A quattro giorni dalla fine del suo mandato, Trump sa che dovrà affrontare la prima delle tante inchieste che lo vedono coinvolto: il procuratore di New York ha messo gli occhi su una proprietà di famiglia
Lo scandalo dei bagni per la scorta di Ivanka
Lo scandalo dei bagni per la scorta di Ivanka
Agli uomini dei servizi segreti che si occupano della sicurezza di Ivanka e suo marito Jahred, è vietato l’uso dei bagni. Da anni, gli uomini della scorta lottano per avere un posto, che finalmente gli è stato affittato dal governo
Impeachment, capitolo 2
Impeachment, capitolo 2
La Camera americana vota per “incitamento all’insurrezione”, trasformando Trump nel presidente dei record: nessuno prima di lui era mai stato sottoposto a due processi
Trump verso il secondo impeachment
Trump verso il secondo impeachment
L’Assemblea approva la risoluzione che chiede l’applicazione del 25esimo emendamento per rimuovere Trump. Ma Pence lo respinge e la Camera è pronta a votare per la messa in stato d’accusa, con numerosi repubblicani a favore