Los Angeles-2, in centinaia uccisi dalla polizia

| Dal 2010 al 2014, secondo uno studio, la polizia ha ucciso 375 persone ed altre 400 dal 2012 a oggi. Ma le denunce dei familiari delle vittime sono finite in archivio, comprese le inchieste promosse dalla polizia contro i suoi agenti

+ Miei preferiti

La polizia in America che spara e uccide e sospenti ma anche no è quella di Los Angeles che ha ripetutamente guidato la triste classifica ngli Stati Uniti, secondo The Counted, un progetto di Guardian US che ha ricostruito le morti per mano delle forze dell’ordine. Dal 2010 al 2014, la polizia della contea di Los Angeles ha ucciso 375 persone, circa una persona ogni cinque giorni. I residenti neri rappresentano il 9% della popolazione, ma il 24% dei decessi. Negli Stati Uniti, le probabilità di avere giustizia per le famiglie delle vittime che si rivolgono ai tribunali per ottenere giustizia, sono quasi pari a zero. La messa in accusa degli operatori sono estremamente rare e le condanne ancora di più, con la legge che protegge ampiamente i funzionari che affermano di temere per la propria vita. 

Dal 2000, non ci sono state indagini per le oltre 1.500 sparatorie della polizia della contea. Da quando il procuratore distrettuale Jackie Lacey è stato eletto nel 2012, secondo Black Lives Matter LA, circa 400 persone sono state uccise da agenti in servizio o sono morte in custodia. Lacey ha persino rifiutato di sporgere denuncia quando il capo del dipartimento di polizia di Los Angeles (LAPD) ha chiesto di perseguire uno dei suoi stessi agenti. "E 'davvero tutto questo mette in luce questo tipo di comportamento", ha detto al Guardian Melina Abdullah, un organizzatore BLM a Los Angeles. "La polizia non deve preoccuparsi della vita di nessuno, soprattutto se è nera, latina, asiatica o povera".

Abdullah e altri attivisti fanno parte del Justice Teams Network, che fornisce una "risposta rapida" dopo gli omicidi. Si recano sulle scene, intervistano testimoni, offrono alla famiglia assistenza alla stampa e ai funerali, e lavorano per contrastare le narrazioni della polizia. Torna alla ribalta il caso di Redel Jones, una donna nera di 30 anni che aveva un coltello da cucina in mano,  in fuga dalla polizia. Jones, che lottava con un'organizzazione politica per i senzatetto, amava il web design, la danza, i cartoni animati, la musica elettronica e il rap e aveva un "cervello sempre in movimento", ha detto Marcus Vaughn, il marito di Jones, raccontando il loro sogno di viaggiare insieme in una casa mobile. lla era solo una sospetta ricercata per una rapina. E due anni dopo, Lacey, la procura, ridusse il suo caso a una statistica, liberando il poliziotto con la sua normale constatazione di "legittima autodifesa". L'ufficio del procuratore distrettuale ha rifiutato una richiesta di intervista. "A loro non importava di Redel. La sua morte è stata una persona nera in meno. Uccidere una donna come lei non significava niente", conclude il marito.

 
Stati Uniti
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Si sono dimessi il capo del dipartimento e Km Potter, l’agente che ha ucciso Duane Wright con un colpo di pistola credendo di avere in mano il teaser. Intanto in città cresce la tensione
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Daunte Wright, 20 anni, ucciso da un agente mentre tentava di opporsi all’arresto. I manifestanti sono tornati per le strade minacciando la polizia. In città la tensione è già alta per il processo per la morte di George Floyd
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Philip Adams, con una lunga carriera nella massima divisione del football americano, prima di togliersi la vita ha ucciso un medico, sua moglie, due dei loro nipoti e un tecnico che lavorava ad un impianto di aria condizionata
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Il presidente promette di fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per limitare l’uso delle armi da fuoco, a cominciare dalle “ghost guns”, kit di montaggio venduti liberamente senza alcun controllo
New York, la grande fuga dei ricconi
New York, la grande fuga dei ricconi
L’aumento della tassazione per chi guadagna un milione di dollari all’anno ha messo le ali ai piedi dei Paperoni newyorkesi, indecisi se prendere casa a Miami o Austin, in Texas
Processo Floyd, la polizia scarica Derek Chauvin
Processo Floyd, la polizia scarica Derek Chauvin
I vertici del dipartimento di polizia bollano come “inappropriate e non necessarie” le azioni dell’agente Derek Chauvin. “Sapeva perfettamente cosa stava facendo”
American violence
American violence
Secondo una ricerca del “Gun Violence Archive”, negli Stati Uniti lo scorso sono state uccise quasi 20.000 persone e si sono registrate 200 sparatorie di massa in più rispetto al 2019
Florida, stato di emergenza nella zona di Tampa
Florida, stato di emergenza nella zona di Tampa
Un bacino di acque reflue tossiche sarebbe sul punto di tracimare trasformando una zona agricola in una landa desolata
Washington ripiomba nel terrore
Washington ripiomba nel terrore
Noah Green, 25 anni, uccide un agente e ne ferisce un altro prima di essere abbattuto dalla polizia. Sulla Capitale, che tentava faticosamente di superare l’assalto del 6 gennaio scorso, è il segnale che il pericolo non è passato
Il deputato e la minorenne
Il deputato e la minorenne
Matt Gaetz finisce al centro di un’inchiesta per traffico di minori e sfruttamento sessuale. Lui si difende, “Tutto falso”, ma i repubblicani iniziano a voltargli le spalle