Manette & forchette

| Souljia Boy, Bill Cosby, Suge Knight e Jared Fogle: quattro nomi noti di celebrità finite dietro le sbarre. Ecco cosa hanno ordinato per celebrare la Pasqua nelle loro celle

+ Miei preferiti
Il sito “TMZ”, secondo qualcuno quelli che riescono a sapere chi ha dei problemi a Hollywood e dintorni ancor prima che li abbia davvero, ha dedicato qualche ora del proprio tempo a scoprire il menù di Pasqua per un ristretto numero di detenuti celebri. Gente dello spettacolo finita dietro le sbarre di recente.

Il primo è Soulja Boy, pseudonimo di DeAndre Cortez Way, ovviamente rapper e altrettanto ovviamente dalla vita in bilico fra il sapore del successo e l’odore della polvere da sparo. Almeno quattro arresti in carriera, l’ultimo dei quali per violazione della libertà vigilata su un arresto precedente. Nella prigione della contea di Los Angeles, dove conta di restare fino al 30 aprile, per il menù di Pasqua Soulja Boy è stato perfino morigerato: spaghetti, insalata, pane e succo di frutta.



Decisamente più clamoroso, e per di più non appartenente alla categoria “rapper”, è il nome di Bill Cosby, il celebre dottor Cliff del telefilm “I Robinson”, un successo mondiale fra gli anni Ottanta e Novanta. Accusato da oltre 50 donne di stupro, sta scontando una pena che va dai tre ai dieci anni di galera (la legge americana recita così), in un carcere di Phoenix, in Arizona. Anche per lui una Pasqua francescana: pollo allo spiedo, carote, pane e una mela.



Suge Knight, nome d’arte del produttore discografico Marlon Hugh Knight, un tempo motore della “Death Row Records”, quella che produceva gli album del compianto Tupac Shakur, sconta 28 anni presso il centro di correzione “Richard J. Donovan” di San Diego. Per la sua terza Pasqua dietro le sbarre hamburger, patate al forno, mais al vapore, insalata di cavolo e una vaschetta di gelato.



Per finire con Jared Scott Fogle, ex responsabile della catena di fast-food “Subway”, condannato in via definitiva per abusi sessuali su minori e pornografia infantile. Riconosciutosi colpevole, è stato condannato a 15 anni di reclusione, di cui otto mesi da trascorrere in un carcere federale, con pena minima da scontare di 13 anni prima di poter richiedere il rilascio. Dalla sua cella del “Colorado FCI” di Englewood, ha ordinaro tacos di manzo, riso messicano, fagioli neri, mais, formaggio e salsa guacamole.



Galleria fotografica
Manette & forchette - immagine 1
Manette & forchette - immagine 2
Manette & forchette - immagine 3
Manette & forchette - immagine 4
Stati Uniti
Ancora sangue sulle strade americane
Ancora sangue sulle strade americane
Un uomo armato di mitragliatrice ha fatto una strage in un magazzino logistico a Indianapolis. Mentre da Chicago arrivano le inquietanti immagini dell’uccisione senza motivo di Adam Toledo, un 13enne
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’ormai ex agente di polizia di Minneapolis che ha ucciso Daunte Wright arrestata e rilasciata su cauzione. Rischia fino a 10 anni di carcere, mentre per la strade la rabbia aumenta
Sesso, droga & deputati
Sesso, droga & deputati
Emergono dettagli sullo scandalo che ha come protagonista unico il deputato repubblicano della Florida Matt Gaetz, sospettato di avere una passione smodata per le minorenni
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
È quanto ha dichiarato Christopher Wray, direttore dell’FBI, raccontando davanti al Senato di 2.000 indagini collegate a Pechino, una presenza forte, costante e insidiosa
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Si sono dimessi il capo del dipartimento e Km Potter, l’agente che ha ucciso Duane Wright con un colpo di pistola credendo di avere in mano il teaser. Intanto in città cresce la tensione
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Daunte Wright, 20 anni, ucciso da un agente mentre tentava di opporsi all’arresto. I manifestanti sono tornati per le strade minacciando la polizia. In città la tensione è già alta per il processo per la morte di George Floyd
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Philip Adams, con una lunga carriera nella massima divisione del football americano, prima di togliersi la vita ha ucciso un medico, sua moglie, due dei loro nipoti e un tecnico che lavorava ad un impianto di aria condizionata
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Il presidente promette di fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per limitare l’uso delle armi da fuoco, a cominciare dalle “ghost guns”, kit di montaggio venduti liberamente senza alcun controllo
New York, la grande fuga dei ricconi
New York, la grande fuga dei ricconi
L’aumento della tassazione per chi guadagna un milione di dollari all’anno ha messo le ali ai piedi dei Paperoni newyorkesi, indecisi se prendere casa a Miami o Austin, in Texas
Processo Floyd, la polizia scarica Derek Chauvin
Processo Floyd, la polizia scarica Derek Chauvin
I vertici del dipartimento di polizia bollano come “inappropriate e non necessarie” le azioni dell’agente Derek Chauvin. “Sapeva perfettamente cosa stava facendo”