"Meghan cattiva? Non l'ho mai detto"

| Trump, presto in UK, nega di aver definito "cattiva" la Duchessa del Sussex. "Non sapevo mi fosse ostile, farà bene il suo ruolo". Ma la registrazione dell'intervista del Sun lo smentisce. Ha detto proprio "nasty", cioè brutta o cattiva

+ Miei preferiti

Cattiva o, più ironicamente, dispettosa. Cioè, in inglese, nasty. Ma Trump smentisce di avere definito così Meghan Markel, Duchessa del Sussex, in un’intervista al Sun. Però c’è una registrazione che non lascia dubbi. La rosa esatta esatta è proprio “nasty”, che può anche significare “brutta”. Trump ha aggiunto che Meghan "non era stata così gentile" con lui durante la campagna presidenziale statunitense del 2016, alla quale ha risposto: “Beh, mon lo sapevo. Cosa posso dire? Non sapevo che fosse cattiva".

Tuttavia, in una serie di tweet della mattina di domenica, il presidente degli Stati Uniti ha smentito “di avere mai chiamato Meghan Markle brutta" e che i "Fake News Media" hanno inventato le sue osservazioni. "Compilati dai Fake News Media, e sono stati subito diffusi! La CNN, il NY Times e altri si scuseranno? Ne dubito!”.

Nell'intervista, Tom Newton-Dunn, direttore politico del Sun, aveva detto a Trump: "Markle non può essere presente alla visita perché in maternità. Ti dispiace non vederla? Perché non è stata così gentile con te durante la campagna. Non so se l'hai visto”. Trump ha risposto: "Non lo sapevo, no. Non lo sapevo. No, spero che stia bene".

Newton-Dunn ha continuato: "Ha detto che si sarebbe trasferita in Canada se tu fossi stato eletto. Si è scoperto che si è trasferita in Gran Bretagna”. Trump: "Un sacco di persone che si trasferiscono qui, quindi cosa posso dire? No, non sapevo che fosse così cattiva”. Poi però ha detto che avere una principessa americana era "bello" e che lui era sicuro che lei avrebbe svolto  “eccellentemente" il suo ruolo.

"Lei sarà molto buona, molto buona", ha detto. "Spero che ci riesca".

Meghan aveva descritto Trump come "misogino" e "divisorio" durante un'apparizione al Comedy Central's The Nightly Show con Larry Wilmore.

Lei non prenderà parte alle funzioni reali intorno alla visita di Trump perché si prende cura del suo bambino di tre settimane, il piccolo Archie

Articoli correlati
Stati Uniti
La seconda guerra civile americana
La seconda guerra civile americana
Le autorità federali sempre più convinte che dietro agli scontri che stanno mettendo a ferro e fuoco l’America ci sia una regia comune, nata dalla collaborazione fra gruppi estremisti di destra e sinistra
La polveriera americana
La polveriera americana
Terza notte consecutiva di scontri, violenze e saccheggi in 25 città americane. Una folla minacciosa davanti alla casa Bianca, fra i tweet minacciosi di Trump e l’invito alla calma di tutti i governatori
Tutte le guerre di Trump
Tutte le guerre di Trump
Dal Rose Garden della Casa Bianca, il presidente attacca con forza l’OMS e la Cina, ma tralascia gli oltre 100mila morti da coronavirus e le violenze che infiammano l’America per la morte di un afroamericano
L’America scende in piazza
L’America scende in piazza
Non si placano le violenze per la morte di George Floyd, e dopo Minneapolis le proteste esplodono anche in altre grandi città. La minaccia Trump: riportate l’ordine, o mando la Guardia Nazionale
La squadra della morte di George Floyd
La squadra della morte di George Floyd
Tou Thao, l’agente di origini asiatiche che si vede nel video, aveva 6 diverse accuse di violenza sul suo fascicolo. Lo stesso per Derek Chauvin, il poliziotto che ha soffocato l’uomo con il suo ginocchio. Gli altri erano agenti in prova
Minneapolis vuole giustizia per George Floyd
Minneapolis vuole giustizia per George Floyd
La capitale del Minnesota epicentro della protesta per l’inutile e atroce morte dell’uomo di colore. L’agente che ha premuto il ginocchio sul collo già al centro di altri episodi violenti
Ucciso dalla polizia durante un controllo
Ucciso dalla polizia durante un controllo
Quattro agenti di Minneapolis licenziati dopo aver fermato un uomo di colore per un controllo: uno di loro gli ha tenuto il ginocchio sul collo fin quando l’uomo è morto. Proteste e sdegno da ogni parte del Paese
America on the beach
America on the beach
Il dato comune è che ovunque ci fosse una spiaggia, lo scorso fine settimana è stata presa d’assalto. L’allentamento delle misure ha convinto molti americani che il peggio sia passato, ma non è così: lo dimostrano i 100mila morti
Tutti i figli di Jeffrey Epstein
Tutti i figli di Jeffrey Epstein
Ufficialmente, il miliardario pedofilo non si mai sposato e non ha avuto figli, ma vista la vita che ha condotto, una società specializzata nel rintracciare parentele ha deciso di fare una ricerca. E hanno risposto in centinaia
Trump: «Anche se il virus torna, non chiuderemo più»
Trump: «Anche se il virus torna, non chiuderemo più»
Stanco dei pareri degli esperti, il presidente americano fa di testa sua, minando anche uno storico accordo con la Russia che risale alla fine della Guerra Fredda