Michael Cohen pronto
ad affondare Trump

| Tre giorni di deposizioni davanti al Congresso degli Stati Uniti, una addirittura a porte aperte e in diretta televisiva: l’ex avvocato del presidente potrebbe scatenare l’inferno mentre Trump è in Vietnam

+ Miei preferiti
Curioso: Donald Trump in queste ore è in Vietnam, dove è andata in scena una delle più inutili, sanguinose, costose e perdenti guerre nella storia degli Stati Uniti. E in America, nelle stesse ore, sta per andare in scena quello che per molti analisti potrebbe essere il Vietnam della sua presidenza. 

Michael Cohen, l’ex avvocato e braccio destro del tycoon, sta per testimoniare davanti alla commissione investigativa della Camera, anticipato da indiscrezioni della stampa che lo darebbero pronto a rivelazioni pesantissime sul Russiagate e sul caso dell’ex pornostar Stormy Daniels. Dopo aver saltato il fosso abbandonando Trump, Cohen ha un solo obiettivo: riabilitare la propria immagine dopo la condanna a tre anni per evasione fiscale e falsa testimonianza, con l’aggiunta della radiazione dall’albo degli avvocati.

Saranno tre giorni intensi di udienze, con un momento clou rappresentato dalla deposizione davanti alla commissione “Overisight” della Camera dei Rappresentanti, l’unica a porte aperte, trasmessa in diretta e visibile in streaming sui siti del Congresso e della Commissione, e proprio per questo considerata la più rischiosa dallo staff presidenziale. Il “New York Times” è riuscito ad anticipare il discorso di apertura di Cohen, un preambolo che in effetti non promette nulla di buono per Trump, che senza essere nominato viene definito “Un razzista, truffatore, baro e imbroglione”. Di seguito dovrebbero arrivare i racconti dei dieci anni a stretto contatto con la Trump family, i loro business, le frodi fiscali, i pagamenti sottobanco a pornostar, i tentativi di speculazioni immobiliari in Russia e le prove che il presidente fosse al corrente degli incontri fra il suo consulente Roger Stone e i vertici di WikiLeaks, per architettare l’attacco frontale che avrebbe affondato l’avversaria Hillary Clinton.

Per Rudy Giuliani, la scelta dei tempi dell’audizione, mentre il presidente è in Vietnam per il summit con Kim Jong-un, è “una precisa scelta politica”. Durissima la reazione della Casa Bianca: “Cohen è uno sciagurato criminale destinato alla galera per aver mentito al Congresso”. Ma l’ex avvocato personale di Trump, diventato uno dei maggiori collaboratori del procuratore Robert Mueller, ha preferito il fioretto: “Ho mentito, è vero. E ora dovrete decidere se racconto la verità”.

Stati Uniti
Anthony Fauci: punto e a capo
Anthony Fauci: punto e a capo
Il celebre virologo, chiamato a collaborare con l’amministrazione Biden, evita le polemiche ma ammette la piacevole sensazione di un approccio ben diverso dalle forti divergenze con Trump
Il primo giorno di Joe
Il primo giorno di Joe
Si è chiuso per due ore nello Studio Ovale per firmare 17 ordini esecutivi che cancellano alcune delle decisioni più odiose di Trump. Il capo della comunicazione detta l’agenda, con la promessa di affrontare un argomento al giorno
Il last minute di Trump
Il last minute di Trump
73 grazie e 70 commutazioni di pena: Donald Trump ricalca la tradizione, peccato che buona parte dei suoi atti di clemenza riguardino ex collaboratori e gente vicina ai suoi business. Fra loro il controverso Steve Bannon
La difficile eredità di Trump
La difficile eredità di Trump
Ci vorranno anni per eliminare i danni e le divisioni che in quattro anni hanno letteralmente diviso in due l’America. La presidenza di Biden sarà una delle più difficili della storia: lo attende una mole enorme di lavoro
Vendesi grazia (o perdono)
Vendesi grazia (o perdono)
Nell'ultimo giorno da presidente, Trump potrebbe concedere oltre 100 fra grazie, perdoni e commutazioni della pena verso gente che – secondo il New York Times – sta sborsando montagne di soldi ai suoi collaboratori più stretti
La fittissima agenda di Biden
La fittissima agenda di Biden
Fin dal primo giorno di insediamento, il presidente eletto ha intenzione di firmare decine di ordini esecutivi: “Lui e Kamala Harris hanno il difficile compito di rimediare in breve tempo ai danni fatti da Trump in quattro anni”
Una parte dell’America si sta radicalizzando
Una parte dell’America si sta radicalizzando
Gli esperti di terrorismo temono che l’attacco al Campidoglio sia solo l’inizio di un periodo preoccupante. Oltre ai rischi per l’Inuaguration Day, maggiori sono quelli per le azioni future dei gruppi che continuano a ribollire di rabbia
La lobby delle armi in bancarotta
La lobby delle armi in bancarotta
Una procedura pilotata che permette alla NRA di lasciare le inchieste penali di New York per cercare rifugio in Texas, dove le leggi sulle armi sono più permissive
L’ultimo weekend di Trump, mentre la giustizia incombe
L’ultimo weekend di Trump, mentre la giustizia incombe
A quattro giorni dalla fine del suo mandato, Trump sa che dovrà affrontare la prima delle tante inchieste che lo vedono coinvolto: il procuratore di New York ha messo gli occhi su una proprietà di famiglia
Lo scandalo dei bagni per la scorta di Ivanka
Lo scandalo dei bagni per la scorta di Ivanka
Agli uomini dei servizi segreti che si occupano della sicurezza di Ivanka e suo marito Jahred, è vietato l’uso dei bagni. Da anni, gli uomini della scorta lottano per avere un posto, che finalmente gli è stato affittato dal governo