Minacciato di morte il dottor Fauci

| Il massimo esperto americano a capo della task force contro la pandemia sarebbe finito sotto protezione perché minacciato da ambienti dell’estrema destra

+ Miei preferiti
Forse per le previsioni troppo nefaste che hanno spaventato gli americani, forse perché con i suoi grafici sul catastrofico numero di morti possibili è riuscito a piegare le resistenze del presidente Trump, costringendolo a limitare la vita degli statunitensi, ma Anthony Fauci, il più autorevole esperto americano in malattie pandemiche, punta di diamante della task force della Casa Bianca, continua a ricevere minacce di morte.

Una fonte governativa anonima ha confermato alla CNN che Fauci ha formalmente richiesto di alzare le misure di protezione per se stesso e la sua famiglia, a fronte di “continui e ripetuti messaggi minatori” su cui sarebbero al lavoro i servizi segreti, ma che al momento non sarebbero stati ancora identificati. Immediatamente, a tutela dell’autorevole scienziato a capo del “National Institute of Allergy and Infectiuous Diseases”, si sarebbero attivati gli uomini dell’US Marshals Service. La fonte ha anche confermato che dalla scorsa settimana, il quartiere di Washington intorno all’abitazione di Fauci è costantemente pattugliato. 

Fauci, nel corso del briefing della Casa Bianca con i giornalisti ha rifiutato di rispondere alle domande sulla sua sicurezza, e al suo posto è intervenuto Trump, che ha voluto gettare acqua sul fuoco: “Il più autorevole esperto di malattie infettive del Paese non ha alcun bisogno di protezione, perché è tanto stimato quanto amato”.

Tuttavia, con il crescere della figura di Fauci nello scenario della crisi pandemica, è cresciuta anche la preoccupazione per la sua sicurezza: sono segnalati diversi post e messaggi da ambienti dell’estrema destra e sovranisti lo incolpano di aver bloccato il Paese. “Non siamo noi a dettare i tempi, è il virus a decidere - aveva detto Fauci il mese scorso quanto gli è stato chiesto la durata del lockdown - non è possibile prendere alcuna decisione e neanche fare ipotesi azzardate fin quando non sapremo esattamente con cosa abbiamo a che fare”.

Articoli correlati
Stati Uniti
Fauci: quando ero «Una puzzola al picnic»
Fauci: quando ero «Una puzzola al picnic»
Il New York Times è riuscito a confessare l’immunologo italoamericano, che ha raccontato le tante volte in cui si è scontrato a muso duro con Trump e i suoi consiglieri
Fuga da Mar-a-Lago
Fuga da Mar-a-Lago
Decine di soci del lussuoso resort in cui si è trasferito Trump hanno deciso di non rinnovare l’scrizione. E anche la cittadinanza “normale”, non vede di buon occhio la presenza ingombrante dell’ex presidente
Trump, spostato all’8 febbraio il secondo processo per impeachment
Trump, spostato all’8 febbraio il secondo processo per impeachment
Lo hanno stabilito Dem e GOP dopo aver raggiunto un accordo. Intanto dalla Florida, l’ex presidente prende tempo sul suo futuro: “Faremo qualcosa, ma non subito”
L’FBI ritrova 33 bambini considerati scomparsi
L’FBI ritrova 33 bambini considerati scomparsi
I federali indagavano da tempo su una rete del sud della California dedita al traffico e la tratta di esseri umani a scopo sessuale. Diversi bambini hanno tentato di tornare indietro: “Molti non si rendono conto di essere vittime”
Che ne sarà di Donald?
Che ne sarà di Donald?
L’oscuro futuro dell’ex presidente, che potrebbe resistere all'impeachment e alle tante inchieste per risorgere mostrandosi nuovamente come outsider della politica. Ma anche svanire, sommerso da problemi legali e finanziari
Anthony Fauci: punto e a capo
Anthony Fauci: punto e a capo
Il celebre virologo, chiamato a collaborare con l’amministrazione Biden, evita le polemiche ma ammette la piacevole sensazione di un approccio ben diverso dalle forti divergenze con Trump
Il primo giorno di Joe
Il primo giorno di Joe
Si è chiuso per due ore nello Studio Ovale per firmare 17 ordini esecutivi che cancellano alcune delle decisioni più odiose di Trump. Il capo della comunicazione detta l’agenda, con la promessa di affrontare un argomento al giorno
Il last minute di Trump
Il last minute di Trump
73 grazie e 70 commutazioni di pena: Donald Trump ricalca la tradizione, peccato che buona parte dei suoi atti di clemenza riguardino ex collaboratori e gente vicina ai suoi business. Fra loro il controverso Steve Bannon
La difficile eredità di Trump
La difficile eredità di Trump
Ci vorranno anni per eliminare i danni e le divisioni che in quattro anni hanno letteralmente diviso in due l’America. La presidenza di Biden sarà una delle più difficili della storia: lo attende una mole enorme di lavoro
Vendesi grazia (o perdono)
Vendesi grazia (o perdono)
Nell'ultimo giorno da presidente, Trump potrebbe concedere oltre 100 fra grazie, perdoni e commutazioni della pena verso gente che – secondo il New York Times – sta sborsando montagne di soldi ai suoi collaboratori più stretti