Muore di overdose l’uomo che salvava i tossicodipendenti

| Kevin Donovan, 40enne di Syracuse, diffondeva l’uso del “Narcan”, un farmaco che usato per tempo salva dalla morte. Aveva un passato da tossicodipendente da cui sembrava esserne uscito per sempre

+ Miei preferiti
Gli abitanti di Syracuse, nello stato di New York, sono senza parole per quella che i giornali definiscono una tragedia: Kevin Donovan, 40 anni, è stato trovato senza vita. Ucciso da un’overdose.

Sarebbe solo uno dei migliaia di morti che ogni giorno si contano da una costa all’altra degli Stati Uniti, se non fosse che Donovan era uno dei paladini della lotta alla tossicodipendenza. Ne era stato vittima lui stesso, arrivato all’eroina dopo essere passato dall’alcol e dagli antidolorifici. E quando era riuscito ad uscirne era entrato nell’ACR Health, un’organizzazione no-profit che fornisce supporto a persone affette da malattie come l’Aids, problemi di identità sessuale e tossicodipendenze. Donovan si era specializzato nella diffusione del “Narcan”, il farmaco basato sul naxolone, fra i pochi antagonisti degli oppiodi, della morfina e dell’eroina.

Wil Murtaugh, direttore esecutivo della sede ACR di Syracuse, ha definito Kevin Donovan “un guerriero che ha salvato migliaia di vite. Ma c’è una parte molto triste in questa vicenda, perché Donovan diceva sempre “Non drogarti mai da solo, perché la maggior parte dei morti per overdose sono di gente che muore senza nessuno intorno che possa intervenire”.

Il suo medico, Laura Martin, ricorda che Donovan è stato in cura per più di cinque anni da lei, e per circa due anni era riuscito a liberarsi davvero dalla tossicodipendenza. Aveva messo su famiglia e avuto un figlio: “Era un esempio per tanti. Aveva cambiato la sua vita con una forza di volontà impressionante. Ha aiutato così tante persone in questa città, che ora la gente dirà: ‘Se non ce l’ha fatta lui, come posso farcela io?”. Tre anni fa, la dottoressa Martin ha impiantato quattro piccole cannule nel braccio di Donovan per somministrare una dose costante e bassa di Probuphine, un farmaco che lo avrebbe aiutato a controllare il bisogno di oppioidi.

Kevin Donovan era stato anche il fondatore e direttore di “Healing Hearts Collaborative”, un programma di prevenzione nei sovradosaggi da oppioidi. Nella speranza di diffondere la consapevolezza, Donovan formava le persone sull’uso Narcan, sperando che loro facessero lo stesso con altri. Lo scorso anno, aveva salvato la vita di un uomo colpito da overdose mentre viaggiava sulla Interstate 81, nella contea di Jefferson. 

Poche parole da Virginia Donovan, la madre di Kevin: “Questo dimostra quanto sia forte la dipendenza dalle droghe. Il rischio di ricadere in quella spirale c’è sempre. Speravamo che ce l’avesse fatta, ma ogni giorno sapevamo che qualcosa di brutto poteva ancora accadere. Ma siamo felici e orgogliosi di sapere che ha salvato tante vite”.

In pochi, sapevano che Kevin aveva nuovamente ripreso a drogarsi, ed è morto solo, come diceva di non fare. È l’ultima lezione che lascia a chi aveva creduto in lui.

Galleria fotografica
Muore di overdose l’uomo che salvava i tossicodipendenti - immagine 1
Muore di overdose l’uomo che salvava i tossicodipendenti - immagine 2
Stati Uniti
Ancora sangue sulle strade americane
Ancora sangue sulle strade americane
Un uomo armato di mitragliatrice ha fatto una strage in un magazzino logistico a Indianapolis. Mentre da Chicago arrivano le inquietanti immagini dell’uccisione senza motivo di Adam Toledo, un 13enne
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’ormai ex agente di polizia di Minneapolis che ha ucciso Daunte Wright arrestata e rilasciata su cauzione. Rischia fino a 10 anni di carcere, mentre per la strade la rabbia aumenta
Sesso, droga & deputati
Sesso, droga & deputati
Emergono dettagli sullo scandalo che ha come protagonista unico il deputato repubblicano della Florida Matt Gaetz, sospettato di avere una passione smodata per le minorenni
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
È quanto ha dichiarato Christopher Wray, direttore dell’FBI, raccontando davanti al Senato di 2.000 indagini collegate a Pechino, una presenza forte, costante e insidiosa
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Si sono dimessi il capo del dipartimento e Km Potter, l’agente che ha ucciso Duane Wright con un colpo di pistola credendo di avere in mano il teaser. Intanto in città cresce la tensione
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Daunte Wright, 20 anni, ucciso da un agente mentre tentava di opporsi all’arresto. I manifestanti sono tornati per le strade minacciando la polizia. In città la tensione è già alta per il processo per la morte di George Floyd
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Philip Adams, con una lunga carriera nella massima divisione del football americano, prima di togliersi la vita ha ucciso un medico, sua moglie, due dei loro nipoti e un tecnico che lavorava ad un impianto di aria condizionata
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Il presidente promette di fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per limitare l’uso delle armi da fuoco, a cominciare dalle “ghost guns”, kit di montaggio venduti liberamente senza alcun controllo
New York, la grande fuga dei ricconi
New York, la grande fuga dei ricconi
L’aumento della tassazione per chi guadagna un milione di dollari all’anno ha messo le ali ai piedi dei Paperoni newyorkesi, indecisi se prendere casa a Miami o Austin, in Texas
Processo Floyd, la polizia scarica Derek Chauvin
Processo Floyd, la polizia scarica Derek Chauvin
I vertici del dipartimento di polizia bollano come “inappropriate e non necessarie” le azioni dell’agente Derek Chauvin. “Sapeva perfettamente cosa stava facendo”