New York, emergenza morbillo

| Il sindaco De Blasio dichiara l’emergenza sanitaria per alcune zone della città, rendendo obbligatorio il vaccino trivalente. Chi rifiuta rischia multe pesanti

+ Miei preferiti
Il sindaco di New York, Bill De Blasio, ha dichiarato l’emergenza sanitaria pubblica per alcune aree di Williamsburg, uno dei quartieri di Brooklyn dove è in corso una preoccupante epidemia di morbillo. Le autorità cittadine hanno anche deciso di rendere obbligatorio il vaccino trivalente (morbillo, parotite e rosolia) per tutti i residenti (compresi bambini di età superiore ai sei mesi), con sanzioni che possono arrivare a 1.000 dollari.

Herminia Palacio, vicesindaca e responsabile per la salute e i servizi umani, ha dichiarato in una conferenza stampa: “Il morbillo è una malattia pericolosa e potenzialmente mortale che può essere facilmente prevenuta con il vaccino. Quando le persone decidono di non vaccinare i loro figli, stanno esponendo a un rischio enorme i bambini e le persone anziane, le donne incinta e chi è sottoposto a chemioterapia”.



Secondo Oxiris Barbot, responsabile del Dipartimento della Salute Pubblica di New York, l’epidemia è nata a causa di un gruppo di persone che “da tempo diffondono notizie false e pericolose contro i vaccini, specie fra le comunità di ebrei ortodossi. La scorsa settimana, il dipartimento ha ordinato a tutte le yeshivah e agli asili della comunità ebraica, di non accettare i bambini non vaccinati, pena la chiusura della struttura”.

Dal settembre del 2018, oltre 250 casi di morbillo sono stati registrati a Brooklyn, nelle zone di Williamsburg e Borough Park, quelli in cui si concentrano le comunità ebraiche ortodosse e che fanno registrare tassi di vaccinazione molto al di sotto della media.

Galleria fotografica
New York, emergenza morbillo - immagine 1
Stati Uniti
Nuova strage in California: 4 morti durante un party
Nuova strage in California: 4 morti durante un party
Un folto gruppo di 35 amici stava guardando una partita di football nel giardino di un’abitazione quando qualcuno ha aperto il fuoco
Figlio di vegani muore a 18 mesi di denutrizione
Figlio di vegani muore a 18 mesi di denutrizione
I genitori obbligavano i tre figli a mangiare solo frutta e verdura cruda, ma il più piccolo non ha retto ed è morto di stenti, come accertato dall’autopsia
Texas: sospesa l’esecuzione di Rodney Reed
Texas: sospesa l’esecuzione di Rodney Reed
Per buona parte dell’opinione pubblica americana sarebbe detenuto ingiustamente da 21 anni nel braccio della morte. Nuove prove hanno portato la corte a concedere un rinvio, che potrebbe essere negato dal Governatore
USA: in aumento gli incidenti aerei
USA: in  aumento gli incidenti aerei
La National Transportation Safety Board ha diffuso le cifre, che parlano di un preoccupante incremento del 13% rispetto all’anno precedente. Si tratta soprattutto di piccoli aerei privati
Santa Clarita: 2 morti e 4 feriti
Santa Clarita: 2 morti e 4 feriti
Il bilancio definitivo dell’ennesima sparatoria in una scuola americana è pesante. L’attentatore si chiama Nathaniel Berhow, un 16enne descritto come tranquillo
Impeachment, in arrivo la “bomba” Bolton?
Impeachment, in arrivo la “bomba” Bolton?
L’ex consigliere per la sicurezza nazionale in attesa del via libera dal tribunale per la deposizione al Congresso: ottenesse il via libera, per Trump sarebbe un grosso problema
Joel Francisco, il caso che divide l’America
Joel Francisco, il caso che divide l’America
Scarcerato per un cavillo legale reso possibile dalla riforma della giustizia, è tornato alla vita di prima, uccidendo un uomo di 44 anni
USA 2020, arriva Bloomberg
USA 2020, arriva Bloomberg
L’ex sindaco di New York sarebbe pronto a scendere in campo, mentre il capo dello staff presidenziale dovrà deporre al Congresso e nelle librerie arriva un libro shock
Le ombre scure del massacro di Sonoma
Le ombre scure del massacro di Sonoma
Faide familiari, guerre con i cartelli della droga, vendette trasversali e perfino una setta segreta che riduceva le donne in schiavitù: i misteri intorno alla strage del Messico sono tanti
Juli Briksman e la vittoria del dito medio
Juli Briksman e la vittoria del dito medio
Due anni fa era stata fotografata mentre alzava il dito al passaggio di Trump. Aveva perso il lavoro, e due anni dopo ha deciso di candidarsi nelle file dei Dem, strappando un seggio nei consiglio della sua città