New York, suicida la dottoressa di un pronto soccorso

| Lorna Breen, direttrice del pronto soccorso New York Presbyterian Allen non ha retto all’enorme stress: guidava la task force del Covid-19 ed era stata contagiata

+ Miei preferiti
A uccidere Lorna Breen, direttrice del pronto soccorso dell’ospedale “Presbyterian Allen” di New York non è stato il coronavirus, ma l’enorme carico di stress di un medico che voleva salvare tutti, ma quando ha capito che le forze non le bastavano più, ha pensato di aver fallito.

Sono i contorni tristissimi di una vicenda che sta rimbalzando sui media americani da ore, alzando il velo per l’ennesima volta sul ruolo dei medici, gente che non sceglie quel mestiere per sentirsi chiamare eroe, ma perché ha forza a sufficienza per lottare con la morte e strappare quante più vite possibili.

Lorna Breen, 49 anni, era un medico di lungo corso, e quando la pandemia ha gettato nel terrore la sua città non ha esitato a mettersi alla guida della task force ospedaliera che doveva affrontare le centinaia di casi di Covid-19 che ogni giorno di più invadevano letti, corsie e corridoi dell’ospedale. Qualche settimana fa il virus aveva colpito anche lei: si era curata ed era tornata al suo lavoro dopo neanche due settimane, ma la direzione sanitaria dell’ospedale le aveva ordinato di restare a casa. E qualcosa dentro di lei si è rotto.

Suo padre, anche lui medico, racconta di averla sentita qualche giorno fa: era stanca, sembrava distante, assorta in altri pensieri. Gli aveva raccontato di troppi pazienti che morivano ancor prima di riuscire ad entrare nel pronto soccorso, travolti da un virus che non ha tempo di aspettare e reclama ogni giorno centinaia di vite. La famiglia aveva deciso di allontanarla un po’ dall’enorme bagaglio di dolore a cui assisteva da mesi, portandola a Charlottesville, in Virginia. Ma appena è rimasta sola, Lorna si è uccisa.

“Gli operatori sanitari e i soccorritori non sono immuni agli effetti mentali o fisici della pandemia - ha commentato Rashall Brackney, capo della polizia di Charlottesville - ogni giorno operano nelle circostanze più stressanti e i dispositivi di protezione possono ridurre la probabilità di essere infettati, ma non proteggere dalla devastazione emotiva e mentale causata da questa malattia”.

È ancora una volta il padre a parlare, smentendo le voci secondo cui sua figlia Lorna fosse in depressione: “Non aveva alcun problema, fisico o mentale. Ha semplicemente cercato di fare il suo lavoro fino alla fine, e il suo lavoro l’ha uccisa. Era veramente nella trincea della prima linea: è stata un’eroina, e adesso il suo nome si aggiunge soltanto all’elenco dei morti”.

Galleria fotografica
New York, suicida la dottoressa di un pronto soccorso - immagine 1
New York, suicida la dottoressa di un pronto soccorso - immagine 2
New York, suicida la dottoressa di un pronto soccorso - immagine 3
Stati Uniti
Processo Floyd: l’America si blinda in attesa del verdetto
Processo Floyd: l’America si blinda in attesa del verdetto
Si alza l’allarme per possibili disordini sociali nel caso il processo per l'omicidio dell'afroamericano si concluda con una sentenza favorevole all’ex agente Chauvin. Ovunque, la polizia annuncia misure di sicurezza straordinarie
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
È il numero delle vittime che un giovane affetto da problemi mentali ha fatto in un magazzino a Indianapolis. Si tratta della 45esima strage avvenuta in America dall’inizio dell’anno, e ancora una volta Biden chiede che sia l’ultima
Ancora sangue sulle strade americane
Ancora sangue sulle strade americane
Un uomo armato di mitragliatrice ha fatto una strage in un magazzino logistico a Indianapolis. Mentre da Chicago arrivano le inquietanti immagini dell’uccisione senza motivo di Adam Toledo, un 13enne
Sesso, droga & deputati
Sesso, droga & deputati
Emergono dettagli sullo scandalo che ha come protagonista unico il deputato repubblicano della Florida Matt Gaetz, sospettato di avere una passione smodata per le minorenni
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
È quanto ha dichiarato Christopher Wray, direttore dell’FBI, raccontando davanti al Senato di 2.000 indagini collegate a Pechino, una presenza forte, costante e insidiosa
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’ormai ex agente di polizia di Minneapolis che ha ucciso Daunte Wright arrestata e rilasciata su cauzione. Rischia fino a 10 anni di carcere, mentre per la strade la rabbia aumenta
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Si sono dimessi il capo del dipartimento e Km Potter, l’agente che ha ucciso Duane Wright con un colpo di pistola credendo di avere in mano il teaser. Intanto in città cresce la tensione
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Daunte Wright, 20 anni, ucciso da un agente mentre tentava di opporsi all’arresto. I manifestanti sono tornati per le strade minacciando la polizia. In città la tensione è già alta per il processo per la morte di George Floyd
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Philip Adams, con una lunga carriera nella massima divisione del football americano, prima di togliersi la vita ha ucciso un medico, sua moglie, due dei loro nipoti e un tecnico che lavorava ad un impianto di aria condizionata
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Il presidente promette di fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per limitare l’uso delle armi da fuoco, a cominciare dalle “ghost guns”, kit di montaggio venduti liberamente senza alcun controllo