New York, suicida la dottoressa di un pronto soccorso

| Lorna Breen, direttrice del pronto soccorso New York Presbyterian Allen non ha retto all’enorme stress: guidava la task force del Covid-19 ed era stata contagiata

+ Miei preferiti
A uccidere Lorna Breen, direttrice del pronto soccorso dell’ospedale “Presbyterian Allen” di New York non è stato il coronavirus, ma l’enorme carico di stress di un medico che voleva salvare tutti, ma quando ha capito che le forze non le bastavano più, ha pensato di aver fallito.

Sono i contorni tristissimi di una vicenda che sta rimbalzando sui media americani da ore, alzando il velo per l’ennesima volta sul ruolo dei medici, gente che non sceglie quel mestiere per sentirsi chiamare eroe, ma perché ha forza a sufficienza per lottare con la morte e strappare quante più vite possibili.

Lorna Breen, 49 anni, era un medico di lungo corso, e quando la pandemia ha gettato nel terrore la sua città non ha esitato a mettersi alla guida della task force ospedaliera che doveva affrontare le centinaia di casi di Covid-19 che ogni giorno di più invadevano letti, corsie e corridoi dell’ospedale. Qualche settimana fa il virus aveva colpito anche lei: si era curata ed era tornata al suo lavoro dopo neanche due settimane, ma la direzione sanitaria dell’ospedale le aveva ordinato di restare a casa. E qualcosa dentro di lei si è rotto.

Suo padre, anche lui medico, racconta di averla sentita qualche giorno fa: era stanca, sembrava distante, assorta in altri pensieri. Gli aveva raccontato di troppi pazienti che morivano ancor prima di riuscire ad entrare nel pronto soccorso, travolti da un virus che non ha tempo di aspettare e reclama ogni giorno centinaia di vite. La famiglia aveva deciso di allontanarla un po’ dall’enorme bagaglio di dolore a cui assisteva da mesi, portandola a Charlottesville, in Virginia. Ma appena è rimasta sola, Lorna si è uccisa.

“Gli operatori sanitari e i soccorritori non sono immuni agli effetti mentali o fisici della pandemia - ha commentato Rashall Brackney, capo della polizia di Charlottesville - ogni giorno operano nelle circostanze più stressanti e i dispositivi di protezione possono ridurre la probabilità di essere infettati, ma non proteggere dalla devastazione emotiva e mentale causata da questa malattia”.

È ancora una volta il padre a parlare, smentendo le voci secondo cui sua figlia Lorna fosse in depressione: “Non aveva alcun problema, fisico o mentale. Ha semplicemente cercato di fare il suo lavoro fino alla fine, e il suo lavoro l’ha uccisa. Era veramente nella trincea della prima linea: è stata un’eroina, e adesso il suo nome si aggiunge soltanto all’elenco dei morti”.

Galleria fotografica
New York, suicida la dottoressa di un pronto soccorso - immagine 1
New York, suicida la dottoressa di un pronto soccorso - immagine 2
New York, suicida la dottoressa di un pronto soccorso - immagine 3
Stati Uniti
La Russia al lavoro per Trump,
Cina e Iran contro
La Russia al lavoro per Trump,<br>Cina e Iran contro
Il più alto responsabile dell’intelligence americana svela che Putin sarebbe al lavoro per screditare Biden in favore dell’amico Donald. Mentre Russia e Iran non vorrebbero più vederlo alla Casa Bianca
Confermato l’ergastolo al ladro di un tagliasiepi
Confermato l’ergastolo al ladro di un tagliasiepi
Più di 20 anni fa, la Corte della Louisiana aveva condannato al carcere a vita Fair Wayne Bryant, ladruncolo con pochi colpi andati a segno. Condanna che è stata ribadita
La lobby delle armi va sciolta
La lobby delle armi va sciolta
La procuratrice generale di New York, che indaga da tempo sulla NRA, accusandola di corruzione e appropriazione indebita
Gli ultimi istanti di George Floyd
Gli ultimi istanti di George Floyd
Il DailyMail pubblica i filmati delle bodycam degli agenti di Minneapolis che il 25 maggio scorso hanno ucciso l’afroamericano. Nelle immagini tutta la disperazione di Floyd e la durezza degli agenti
Trump sotto indagine per frode bancaria
Trump sotto indagine per frode bancaria
Il giudice Cyrus Vance indaga sulla galassia di società della Trump Organization, di cui non si sa nulla. L’inchiesta sarebbe nata dalle rivelazioni dell’ex legale del presidente, Michael Cohen
Annullata la condanna a morte per l’attentatore di Boston
Annullata la condanna a morte per l’attentatore di Boston
La Corte d’Appello ritiene che Dzhokhar Tsarnaev, insieme al fratello attentatore alla Maratona di Boston del 2013, debba subire un nuovo processo penale. Il primo dibattimento era stato troppo confuso e impreciso
Il muro delle mamme
Il muro delle mamme
Nelle strade di Portland, dove le violenze antirazziali non accennano a diminuire, si schierano come cuscinetto fra i manifestanti e la polizia: non cercano lo scontro e non sono minacciose, vogliono solo proteggere i loro figli
Presto libera la seguace della «Manson Family»
Presto libera la seguace della «Manson Family»
Per la prima volta, l’istanza per la concessione della libertà vigilata per Lesley Van Houte, la più giovane delle “donne” di Charles Manson, è stata accolta. L’ultima parola spetta al governatore della California
Biden vola nei sondaggi, ma la vittoria è lontana
Biden vola nei sondaggi, ma la vittoria è lontana
A 100 giorni dalle elezioni, il candidato Dem vola nelle intenzioni di voto, ma non è la prima volta che il risultato elettorale ribalta ogni pronostico. Il coronavirus farà da ago della bilancia alle urne
Trova una pistola e si spara alla testa a 3 anni
Trova una pistola e si spara alla testa a 3 anni
Il piccolo Liam, della Carolina del Sud, ha trovato un’arma incustodita e per un fatale incidente si è sparato. Inutili i tentativi di salvarlo