Oscar, Tania e Valeria Angie, il sogno americano nel fango del Rio Grande

| La storia di padre e figlia annegati tra Messico e Usa. La foto-simbolo di una tragedia globale. Oscar lavorava in un ristorante, voleva comprare una casa per la sua famiglia. La madre: "Ha protetto la bimba sino all'ultimo".

+ Miei preferiti
Di Maria Lopez

La foto di Oscar Ramirez, 23 anni, e della figlia Valeria Angie, 2, annegati e abbracciati nel Rio Grande è diventata il simbolo della politica immigratoria di Trump. Il presidente Usa ha ammonito i migranti a non tentare di attraversare il Rio Grande “un fiume molto pericoloso” e di rinunciare "all’idea di varcare i confini del Paese”. Solo una volta completati 400 miglia di muro “ci sarà sicurezza” e “molti lutti saranno evitati”. Ma l’indignazione nel Paese questa volta è qualcosa di più di una semplice reazione emotiva all’immagine sconvolgente di padre e figlia annegati. Torna in discussione un modello di sviluppo e della scarsa considerazione umana, alla vigilia delle presidenziali 2020.

Intanto emerge la storia delle due vittime, due delle tante. Oscar Ramirez aveva già raggiunto la riva opposta del Rio Grande nonostante le forti correnti, e aveva lasciato sola sulla riva la bambina. Stava tornando indietro a prendere la moglie ma la piccola, spaventata, è scesa in acqua e l’ha raggiunto. Poi la tragedia. La mamma ha visto con orrore suq figlia e suo marito sparire nelle acque fangose del fiume. Li ha rivisti all’obitorio di Matamoros, in Messico.

Tania Vanessa Avalos, 21 anni, urlava "Dov'è mio marito", mentre i soccorritori del Rio Grande portavano via i due corpi su barelle coperte da lenzuoli bianchi. Anche Tania si era lanciata nelle acque, quando ha visto Oscar e Valeria Angie in difficoltà, e stava per annegare anche lei ma è stata salvata da un’amica, rivela la madre, Estela Avalos. I corpi di padre e figlia sono stati scoperti a Matamoros, sulla riva messicana del fiume, di fronte a Brownsville, Texas. La famiglia, originaria di El Salvador, aveva voluto raggiungere gli Stati Uniti nel disperato tentativo di vivere il loro "sogno americano”. Il governo del Salvador pagherà il trasporto delle salme in patria e provvederà ad aiutare la moglie e i suoi familiari.

La mamma di Oscar, Rosa Ramirez, ha detto di trovare un po' di conforto nel fatto che padre e figlia erano abbracciati prima di morire, nei loro ultimi istanti di vita. "Mi aveva inviato un messaggio in cui diceva di stare bene. Mi era sembrato come un addio e sono scoppiata a piangere. L'ha protetta, sono morti l'uno tra le braccia dell’altro. Mi riempie di tenerezza: non l'ha mai lasciata andare". Era il suo sogno, andare a vivere negli USA. La famigliola aveva tentato di passare attraverso i canali ufficiali, da erano stati bloccati per due mesiin un campo profughi. Oscar aveva lasciato il suo lavoro da 350 dollari al mese nel ristorante del padre. Voleva comprarsi una casa, cambiare vita, disegnarsi un futuro.

Stati Uniti
L’era Trump si chiude
con un’inchiesta per tangenti
L’era Trump si chiude<br>con un’inchiesta per tangenti
Secondo alcuni documenti rivelati dalla CNN, il presidente era pronto alla clemenza in cambio di tangenti. Prima di andarsene, Trump pensa alla "grazia preventiva" per i figli
Si dimette Scott Atlas, il medico negazionista
Si dimette Scott Atlas, il medico negazionista
Consigliere di Trump per la pandemia dallo scorso agosto, si è sempre detto favorevole all’immunità di gregge rifiutando tutto il resto. La comunità scientifica americana soddisfatta per le dimissioni
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Con 50 milioni di americani sulla soglia della povertà, la festa che riunisce le famiglie davanti ad un tacchino assume un significato diverse. Lunghe code davanti alle mense e alle associazioni che distribuiscono pacchi alimentari
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
L’azienda ritenuta responsabile della crisi sanitaria degli oppiacei ammette di aver giocato sporco favorendo la diffusione degli antidolorifici. Niente galera per proprietari e dirigenti ma una sanzione colossale
I giovani americani e il test del giovedì
I giovani americani e il test del giovedì
Sta prendendo piede un po’ ovunque: ci si sottopone al tampone il giovedì per poter trascorrere il weekend in piena libertà. Ma gli esperti ammoniscono: attenzione, non funziona così
La città degli angeli (e dei morti)
La città degli angeli (e dei morti)
Los Angeles ha raggiunto i 300 omicidi dall’inizio dell’anno: quasi tutti sono avvenuti per strada, dove ormai la legge sembra non arrivare più
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
Dopo Orlando Hall, giustiziato giovedì scorso, l’8 dicembre l’iniezione letale toccherà a Lisa Montgomery, seguita l’11 da Alfred Bourgeois. Il 14 gennaio entrerà nella death room Cory Johnson, seguito il giorno successivo a Dustin Higgs
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Secondo uno studio, l’aspettativa di vita dei neri e latino-americani in America si ridurrà a causa della pandemia. Non è solo una questione genetica, ma le conseguenze di una società in cui la disuguaglianza è pura normalità
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Lara, moglie di Eric, sarebbe pronta per candidarsi al Senato in North Carolina, mentre Ivanka sogna di fare il sindaco di New York e suo fratello Don Jr. è tentato dalle presidenziali del 2024
Gli strateghi della battaglia di Trump
Gli strateghi della battaglia di Trump
Secondo il “Washington Post”, Rudy Giuliani e Steve Bannon guiderebbero il “dream team” del presidente con l’obiettivo di ritardare quanto più possibile la certificazione finale dei risultati elettorali per delegittimare Biden