Palm Beach non vuole i Trump

| I vicini del lussuoso enclave della Florida si oppongono all’idea che il presidente uscente e famiglia possano trasferirsi nella loro proprietà. Una regola sottoscritta 30 anni fa glielo vieterebbe

+ Miei preferiti
Malgrado Donald sia pronto a sferrare l’ultimo attacco possibile alla vittoria di Biden, quello del prossimo 6 gennaio durante la sessione congiunta di camera e Senato a Capitol Hill, a cui hanno aderito almeno 20 senatori repubblicani, i Trump pensando al dopo.

New York, città natale di Donald, non li ha mai amati e men che meno adesso, dopo 4 anni in cui le contestazioni contro le sue politiche sono state quasi quotidiane e sua figlia Ivanka ha ricevuto il benservito dall’high-society newyorkese, dove non è più presenza gradita. La destinazione più papabile, secondo molti, è Mar-a-Lago, l’amatissimo resort di Palm Beach, in Florida, dove fervono i lavori di ristrutturazione per l’arrivo della famiglia presidenziale.

Le voci sul probabile arrivo di Donald & Melania hanno però alzato il malumore degli abitanti della zona più esclusiva di Palm Beach, una sorta di enclave per miliardari che ha ufficialmente chiesto alle autorità di mettere il divieto all’arrivo dell’ex tycoon. In questi anni, gli abitanti hanno già avut modo di assaporare cosa significhi un vicino così ingombrante: strade bloccate al traffico, uomini dei servizi segreti ovunque e addirittura la nascita di un eliporto privato. La minaccia di denuncia si fonda su un accordo che risale a 30 anni fa, secondo cui Trump si impegnava a non stabilire la residenza all’interno della sua proprietà. Donald ha acquistato nel 1986 la storica residenza da 126 stanze creata nel 1921 da Majorie Meriwather Post, figlia del magnate dei cereali, ottenendo il permesso di trasformarla in resort privato con 118 stanze nel 1993, a patto che non fosse mai utilizzata come residenza privata. Secondo le regole, a nessuno è consentito di viverci per più di sette giorni consecutivi, per un massimo di tre volte all’anno. Regole che Trump ha regolarmente infranto, trascorrendo a Mar-a-Lago 130 giorni dei suoi quattro anni da presidente.

Una presa di posizione della comunità che in realtà arriva in netto anticipo, perché Donald ancora spera di riuscire a ribaltare il risultato elettorale in extremis, continuando ad occupare la Casa Bianca per altri quattro anni. Una prova della speranza è nella conclusione anticipata delle vacanze di fine anno, dopo aver disertato il veglione di fine anno in cui la loro presenza aveva alzato il costo a 1.000 dollari a testa, con rientro frettoloso a Washington per concertare l’ultimo attacco possibile.

Galleria fotografica
Palm Beach non vuole i Trump - immagine 1
Stati Uniti
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
È il numero delle vittime che un giovane affetto da problemi mentali ha fatto in un magazzino a Indianapolis. Si tratta della 45esima strage avvenuta in America dall’inizio dell’anno, e ancora una volta Biden chiede che sia l’ultima
Ancora sangue sulle strade americane
Ancora sangue sulle strade americane
Un uomo armato di mitragliatrice ha fatto una strage in un magazzino logistico a Indianapolis. Mentre da Chicago arrivano le inquietanti immagini dell’uccisione senza motivo di Adam Toledo, un 13enne
Sesso, droga & deputati
Sesso, droga & deputati
Emergono dettagli sullo scandalo che ha come protagonista unico il deputato repubblicano della Florida Matt Gaetz, sospettato di avere una passione smodata per le minorenni
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
È quanto ha dichiarato Christopher Wray, direttore dell’FBI, raccontando davanti al Senato di 2.000 indagini collegate a Pechino, una presenza forte, costante e insidiosa
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’ormai ex agente di polizia di Minneapolis che ha ucciso Daunte Wright arrestata e rilasciata su cauzione. Rischia fino a 10 anni di carcere, mentre per la strade la rabbia aumenta
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Si sono dimessi il capo del dipartimento e Km Potter, l’agente che ha ucciso Duane Wright con un colpo di pistola credendo di avere in mano il teaser. Intanto in città cresce la tensione
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Daunte Wright, 20 anni, ucciso da un agente mentre tentava di opporsi all’arresto. I manifestanti sono tornati per le strade minacciando la polizia. In città la tensione è già alta per il processo per la morte di George Floyd
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Philip Adams, con una lunga carriera nella massima divisione del football americano, prima di togliersi la vita ha ucciso un medico, sua moglie, due dei loro nipoti e un tecnico che lavorava ad un impianto di aria condizionata
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Il presidente promette di fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per limitare l’uso delle armi da fuoco, a cominciare dalle “ghost guns”, kit di montaggio venduti liberamente senza alcun controllo
New York, la grande fuga dei ricconi
New York, la grande fuga dei ricconi
L’aumento della tassazione per chi guadagna un milione di dollari all’anno ha messo le ali ai piedi dei Paperoni newyorkesi, indecisi se prendere casa a Miami o Austin, in Texas