Polemiche sulla morte del rapper Willie Bo

| Il giovane ucciso lo scorso febbraio a Vallejo, in California, è stato crivellato con 55 colpi d’arma da fuoco. La famiglia chiede giustizia, mentre un consulente giustifica la polizia

+ Miei preferiti
Lo scorso febbraio, il rapper ventenne Willie Bo viene ucciso dalla polizia all’esterno di un fast-food “Taco Bell” di Vallejo, in California. Le ricostruzioni dell’accaduto lasciano aperta qualche perplessità specie nella famiglia, che parla di un’esecuzione in piena regola, dovuta al colore della pelle di Willie McCoy, il vero nome del rapper.

Il procuratore Claudia Quintana ha respinto ogni accusa, affermando che la reazione degli agenti è stata “ragionevole e in linea con la formazione della polizia”. Il riferimento è ad un rapporto del 17 maggio scorso stilato dai consulenti della “Blake Consulting and Training Group” di Brentwood, in cui si analizza l’accaduto affermando che non c’è traccia di violazione degli aspetti costituzionali.

Secondo il rapporto, sei agenti di polizia di Vallejo avrebbero esploso ben 55 colpi in soli 3,5 secondi mentre Willie Bo era all’interno della sua auto. La Blake ha affermato che gli ufficiali avevano intenzione di arrestare McCoy per diversi reati, fra cui il possesso di arma da fuoco sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e la resistenza a pubblico ufficiale.

Uno degli agenti, avvicinandosi alla Mercedes su cui dormiva McCoy, ha riferito ai colleghi di aver visto una pistola in grembo al giovane, indicazione confermata da altri due ufficiali. Le riprese degli impianti di videosorveglianza acquisite, che mostrano la scena da angolazioni diverse, inquadrano McCoy seduto al posto che di colpo muove entrambe le mani in direzione dell’arma. Sono attimi concitati in cui gli agenti ordinano al giovane di mostrare le mani: lui non sembra voler obbedire, e pochi secondi dopo un movimento il braccio sinistro viene interpretato come una minaccia dagli agenti che aprono il fuoco, uccidendolo.

Secondo Blake, i sei ufficiali avevano motivo di credere che McCoy rappresentasse una minaccia, e l’uso della forza era obiettivamente ragionevole e necessario sulla base delle circostanze.

L’avvocato per i diritti civili John Burris, che rappresenta la famiglia di McCoy, ha annunciato di voler intentare una causa contro la città di Vallejo e la polizia locale, accusata di “non essere riuscita a stabilire un piano per far uscire McCoy in sicurezza dall’autovettura”. È inspiegabile, secondo il legale, che gli agenti non abbiano neanche tentato di risolvere la questione senza sparare.

Stati Uniti
Capitano Satz, pronto al decollo
Capitano Satz, pronto al decollo
Annaliese Satz è la prima donna a entrare nelle file dei “Green Knights” di stanza in Giappone: piloterà un supertecnologico caccia F-35B
Trump, guerra ai transgender: 'Li licenzio'
Trump, guerra ai transgender:
Chiesto l'intervento della corte suprema. "Buco" nel Civil Right Act: non sono menzionati i transgender nelle categorie da tutelare
Tennessee, ucciso con la sedia elettrica
Tennessee, ucciso con la sedia elettrica
Stephen West, 56 anni, era stato condannato a morte per un duplice delitto. Ha scelto lui la "Sparkling Lady", al posto dell'iniezione letale. E' la terza esecuzione in un anno con la sedia elettrica
Caso Epstein: il mistero
delle fratture al collo
Caso Epstein: il mistero<br>delle fratture al collo
Il medici legali hanno rilevato la rottura di un osso che in genere indica lo strangolamento. L’ex presidente Bill Clinton nei guai per un ritratto compromettente
Sparatoria a Philadelphia, 6 agenti feriti
Sparatoria a Philadelphia, 6 agenti feriti
Da un appartamento che la polizia voleva perquisire un uomo ha aperto il fuoco barricandosi poi in casa con un arsenale. Si è arreso dopo ore di assedio, convinto dal suo legale
USA, in fiamme un asilo: 5 morti
USA, in fiamme un asilo: 5 morti
Un asilo di Eire, in Pennsylvania, va a fuoco nella notte: cinque bambini non ce l’hanno fatta
Trump: i Clinton colpevoli
della morte di Epstein
Trump: i Clinton colpevoli<br>della morte di Epstein
È bastato un tweet del presidente in cui lanciare in aria una fantateoria di cospirazione per scatenare le polemiche e la rabbia dei coniugi Clinton. I punti ancora oscuri del suicidio
Trump VS Hollywood
Trump VS Hollywood
Attaccato dalle star del cinema, il presidente contrattacca accusando la capitale del cinema di essere una élite razzista
USA: strage sfiorata in un Walmart
USA: strage sfiorata in un Walmart
In Missouri, un dipendente di un supermercato si accorge di un giovane armato che si aggira per le corsie e fa scattare l’allarme antincendio
Canada: ritrovati i corpi
dei due killer adolescenti
Canada: ritrovati i corpi<br>dei due killer adolescenti
Sarà necessario attendere i risultati dell’autopsia, ma la polizia è convinta che i due corpi rinvenuti in una zona remota appartengano ai due adolescenti accusati di tre omicidi