Presto libera la seguace della «Manson Family»

| Per la prima volta, l’istanza per la concessione della libertà vigilata per Lesley Van Houte, la più giovane delle “donne” di Charles Manson, è stata accolta. L’ultima parola spetta al governatore della California

+ Miei preferiti
Per 24 volte, i legali di Lesley Van Houten, la più giovane seguace della “Family” di Charles Manson, si sono visti negare la richiesta di libertà vigilata per la loro assistita. Da più di mezzo secolo, la criminale oggi 71enne, giudicata colpevole del duplice omicidio di Leno e Rosemary LaBianca e inizialmente condannata a morte, sconta la pena in un carcere femminile di massima di sicurezza in California. E da tempo, dicono i legali, la Van Houten ha rinnegato Manson, morto in prigione nel novembre del 2017, mostrando rimorso e pentimento per i suoi crimini, commessi insieme alla setta che l’8 agosto 1969 uccise l’attrice Sharon Tate in uno dei più celebri e macabri omicidi nella storia di Hollywood.

Ma questa volta, di fronte all’ennesima richiesta per la concessione della libertà vigilata, qualcosa è cambiato: la donna è stata ammessa ad un processo di revisione della durata di 120 giorni, al termine dei quali sarà necessaria l’approvazione del governatore della California Gavin Newsom perché le porte della cella si aprano.

È stato il “California Board of Parole Hearings” ad accogliere l’istanza, dando il proprio parere favorevole al rilascio. Secondo Rich Pfeiffer, avvocato della criminale, nel corso dell’udienza la Van Houten “era molto nervosa, ma ha risposto molto bene a tutte le domande. I suoi amici e la sua famiglia sperano che sia rilasciata, e c’è nell’aria la sensazione ottimistica che dopo mezzo secolo trascorso in prigione sia arrivato il momento di riassaporare la libertà”.

“Come per ogni processo di idoneità alla libertà condizionata, quando il caso arriverà all’ufficio del governatore, sarà attentamente esaminato nel merito”, ha commentato freddamente Vicky Waters, portavoce del governatore Newsom.

Leslie Van Houten aveva 19 anni quando incontrò Manson entrando a far parte della sua setta: nel 1972 fu condannata per la morte dei coniugi Leno e Rosemary LaBianca, uccisi il giorno successivo alla strage di Cielo Drive, costata la vita a  Sharon Tate e ad altre quattro persone, nella calda estate del 1969.

Galleria fotografica
Presto libera la seguace della «Manson Family» - immagine 1
Presto libera la seguace della «Manson Family» - immagine 2
Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare