Presto libera la seguace della «Manson Family»

| Per la prima volta, l’istanza per la concessione della libertà vigilata per Lesley Van Houte, la più giovane delle “donne” di Charles Manson, è stata accolta. L’ultima parola spetta al governatore della California

+ Miei preferiti
Per 24 volte, i legali di Lesley Van Houten, la più giovane seguace della “Family” di Charles Manson, si sono visti negare la richiesta di libertà vigilata per la loro assistita. Da più di mezzo secolo, la criminale oggi 71enne, giudicata colpevole del duplice omicidio di Leno e Rosemary LaBianca e inizialmente condannata a morte, sconta la pena in un carcere femminile di massima di sicurezza in California. E da tempo, dicono i legali, la Van Houten ha rinnegato Manson, morto in prigione nel novembre del 2017, mostrando rimorso e pentimento per i suoi crimini, commessi insieme alla setta che l’8 agosto 1969 uccise l’attrice Sharon Tate in uno dei più celebri e macabri omicidi nella storia di Hollywood.

Ma questa volta, di fronte all’ennesima richiesta per la concessione della libertà vigilata, qualcosa è cambiato: la donna è stata ammessa ad un processo di revisione della durata di 120 giorni, al termine dei quali sarà necessaria l’approvazione del governatore della California Gavin Newsom perché le porte della cella si aprano.

È stato il “California Board of Parole Hearings” ad accogliere l’istanza, dando il proprio parere favorevole al rilascio. Secondo Rich Pfeiffer, avvocato della criminale, nel corso dell’udienza la Van Houten “era molto nervosa, ma ha risposto molto bene a tutte le domande. I suoi amici e la sua famiglia sperano che sia rilasciata, e c’è nell’aria la sensazione ottimistica che dopo mezzo secolo trascorso in prigione sia arrivato il momento di riassaporare la libertà”.

“Come per ogni processo di idoneità alla libertà condizionata, quando il caso arriverà all’ufficio del governatore, sarà attentamente esaminato nel merito”, ha commentato freddamente Vicky Waters, portavoce del governatore Newsom.

Leslie Van Houten aveva 19 anni quando incontrò Manson entrando a far parte della sua setta: nel 1972 fu condannata per la morte dei coniugi Leno e Rosemary LaBianca, uccisi il giorno successivo alla strage di Cielo Drive, costata la vita a  Sharon Tate e ad altre quattro persone, nella calda estate del 1969.

Galleria fotografica
Presto libera la seguace della «Manson Family» - immagine 1
Presto libera la seguace della «Manson Family» - immagine 2
Stati Uniti
Sparatoria alla Casa Bianca
Sparatoria alla Casa Bianca
La sicurezza avrebbe aperto il fuoco contro un uomo armato che si avvicinava ai cancelli ignorando gli avvisi. Trump portato la sicuro dai servizi segreti
Trump voleva un posto sul Mount Rushmore
Trump voleva un posto sul Mount Rushmore
Uno scoop del NYT svela le manovre del presidente e della Casa Bianca per aggiungere il volto di Trump a quelli dei padri della patria
Sempre più americani rinunciano alla cittadinanza
Sempre più americani rinunciano alla cittadinanza
Secondo uno studio demografico, un numero record di persone sta rinunciando alla cittadinanza statunitense. Fra i motivi le politiche di Trump e le tasse troppo elevate
Le previsioni del professore: vincerà Biden
Le previsioni del professore: vincerà Biden
Dal 1984, Allan Lichtman non sbaglia un risultato elettorale. Tutto secondo lui si basa sulle 13 chiavi che bisogna conquistare per conquistare la Casa Bianca
Confermato l’ergastolo al ladro di un tagliasiepi
Confermato l’ergastolo al ladro di un tagliasiepi
Più di 20 anni fa, la Corte della Louisiana aveva condannato al carcere a vita Fair Wayne Bryant, ladruncolo con pochi colpi andati a segno. Condanna che è stata ribadita
La Russia al lavoro per Trump, Cina e Iran contro
La Russia al lavoro per Trump, Cina e Iran contro
Il più alto responsabile dell’intelligence americana svela che Putin sarebbe al lavoro per screditare Biden in favore dell’amico Donald. Mentre Russia e Iran non vorrebbero più vederlo alla Casa Bianca
La lobby delle armi va sciolta
La lobby delle armi va sciolta
La procuratrice generale di New York, che indaga da tempo sulla NRA, accusandola di corruzione e appropriazione indebita
Gli ultimi istanti di George Floyd
Gli ultimi istanti di George Floyd
Il DailyMail pubblica i filmati delle bodycam degli agenti di Minneapolis che il 25 maggio scorso hanno ucciso l’afroamericano. Nelle immagini tutta la disperazione di Floyd e la durezza degli agenti
Trump sotto indagine per frode bancaria
Trump sotto indagine per frode bancaria
Il giudice Cyrus Vance indaga sulla galassia di società della Trump Organization, di cui non si sa nulla. L’inchiesta sarebbe nata dalle rivelazioni dell’ex legale del presidente, Michael Cohen
Annullata la condanna a morte per l’attentatore di Boston
Annullata la condanna a morte per l’attentatore di Boston
La Corte d’Appello ritiene che Dzhokhar Tsarnaev, insieme al fratello attentatore alla Maratona di Boston del 2013, debba subire un nuovo processo penale. Il primo dibattimento era stato troppo confuso e impreciso