Prigioniera in ascensore per 60 ore

| La donna di servizio di un ricco imprenditore di New York è rimasta bloccata in ascensore per l’intero weekend. È stata salvata da un corriere che tentava di consegnare un pacco

+ Miei preferiti
Marites Fortaliza, 53 anni, è la governante della residenza newyorkese di Warren Stephens, presidente e Ceo della banca d’investimenti “Stephen Inc.”: secondo “Forbes” uno dei 400 americani più ricchi del mondo, con un capitale personale che nel 2016 ammontava a 2,4 bilioni di dollari. Da quasi vent’anni, Marites, di origini sudamericane, si occupa di mantenere pulito e in ordine l’appartamento di Stephens e sua moglie Harriet, all'interno di una palazzina degli anni Venti affacciata sulla East 65th Street, nell’Upper East Side di Manhattan, una delle tante zone ricche di New York, a poca distanza dal Central Park. Acquistata nel 1999 per otto milioni di dollari, è la residenza newyorkese della coppia che in realtà vive a Little Rock, in Arkansas, ma che gli affari portano spesso a Wall Street.

Lo scorso venerdì sera, dopo aver chiuso l’acqua, il gas e le persiane, Marites si avvia verso casa, ma sorpresa, fra il terzo ed il secondo piano, l’ascensore si blocca. Dentro casa, ovviamente, non c’è nessuno: i coniugi Stephens sono volati in Arkansas per il weekend, e a complicare le cose la mancanza di un telefono interno all’ascensore e di campo per poter chiamare i soccorsi con il proprio cellulare.

Marites si rassegna: è venerdì, sa perfettamente che dovranno passare diverse ore prima che qualcuno si accorga di lei, nella speranza che prima o poi succeda. Passa l’interno weekend, 60 ore, quando lunedì mattina, un corriere che tentava di effettuare una consegna nel palazzo, ha messo in moto del tutto inconsapevolmente una catena di eventi che hanno permesso a Marites a rivedere il sole. Il corriere, che conosce Marites e sa di trovarla sempre, è rimasto alquanto perplesso dal non ricevere alcuna risposta: avvisata la centrale, gli addetti sono riusciti a risalire al numero di chi aveva fatto l’ordine, la figlia maggiore di Stephens, avvisandola della stranezza. La ragazza, a sua volta, ha chiamato il 911 segnalando qualche problema nella casa di famiglia di New York. Una squadra di vigili del fuoco ha forzato la porta notando una sola anomali: l’ascensore bloccato fra i piani. Da lì è uscita Marites Fortaliza. Portata all’ospedale “Presbyterian”, la donna è apparsa in buone condizioni, anche se i medici hanno preferito trattenerla per ulteriori controlli. La famiglia Stephens ha espresso sollievo per la sorte della propria fidata collaboratrice, aggiungendo "Sull’incidente è stata avviata un’indagine e saranno prese le misure appropriate per garantire che una cosa del genere non si ripeta mai più”.

Per legge, gli ascensori non pubblici e di conseguenza monitorati in modo saltuario, sono obbligati ad essere dotati di pulsanti di emergenza o linee telefoniche, e dai registri risulta che quello interno alla residenza degli Stephens era stato ispezionato da una società privata nel luglio 2018, risultando funzionante, in efficienza e perfettamente rispondente alle norme.

Stati Uniti
Rapporto Mueller: Trump salvo a metà
Rapporto Mueller: Trump salvo a metà
Il presidente canta vittoria, ma l’indagine del superprocuratore è costruita in modo ambiguo, così da lasciare aperta al Congresso al possibilità di chiedere l’impeachment o di incriminarlo a fine mandato
New York: tenta di dare fuoco a St. Patrick
New York: tenta di dare fuoco a St. Patrick
Un uomo, definito “disturbato mentalmente”, è stato fermato con due taniche di benzina all’interno della cattedrale affacciata sulla Quinta Strada
Stati Uniti: storia di una strage sfiorata
Stati Uniti: storia di una strage sfiorata
Sol Pays, una studentessa di 18 anni, voleva celebrare i 20 anni del massacro di Columbine aggiungendo altri morti. È stata individuata prima di riuscire a mettere in pratica la sua follia, e ha scelto di suicidarsi
Morire a 22 anni per un selfie
Morire a 22 anni per un selfie
Una ragazza dell’Oregon prossima alla laurea è salita sulla torre dell’ateneo che frequentava ed è precipitata, morendo poco dopo. Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente
Donald Trump, il signore del kitsch
Donald Trump, il signore del kitsch
Un’artista americano ha raccolto più di 1000 oggetti che riguardano l’attività imprenditoriale e la carriera del presidente
Chase e Jaimee, l’amore che fa discutere gli USA
Chase e Jaimee, l’amore che fa discutere gli USA
Lui ha 18 anni, lei 39, ed è la mamma del suo migliore amico. Fra i due è scoppiata la passione e ora lei attende il divorzio per sposarlo
New York, emergenza morbillo
New York, emergenza morbillo
Il sindaco De Blasio dichiara l’emergenza sanitaria per alcune zone della città, rendendo obbligatorio il vaccino trivalente. Chi rifiuta rischia multe pesanti
Ingresso vietato negli Usa per i killer di Khashoggi
Ingresso vietato negli Usa per i killer di Khashoggi
L’annuncio del segretario di Stato Mike Pompeo, “per gravi violazioni dei diritti umani”. Una presa di posizione tardiva, resa necessaria da rapporti dei servizi segreti e inchieste giornalistiche
L’omicidio-suicidio che sconvolge l’America
L’omicidio-suicidio che sconvolge l’America
Un anno fa, Jennifer e Sarah Hart hanno deciso di uccidersi portando con sé i loro sei figli adottivi. L’ha appurato un’inchiesta che è riuscita a ricostruire le ultime ore della famiglia e alcuni terribili indizi
Un’altra prof abusa di un allievo
Un’altra prof abusa di un allievo
Una donna di 39 anni, insegnante di scienze della salute, denunciata da un suo alunno di 17 anni: la polizia ha trovato numerose tracce organiche