Quel presidente Dem che firma la legge anti-aborto

| Il governatore democratico della Louisiana, il cattolico John Edwards pronto a firmare la legge votata a larga maggioranza sulla scia dell'Alabama. Le associazioni pro aborto: "Il potere sui corpi della donne"

+ Miei preferiti

Dopo l'Alabama, che ha imposto la legge più restrittiva della nazione con un divieto quasi totale delle interruzioni di gravidanza, anche nei casi di stupro e incesto, tocca alla Loisiana, con una differenza importante: a firmare la legge pè un governatore deem, cattolico. I medici che eseguiranno le procedure potranno essere condannati al carcere, con pene tra 10 e 99 anni. I deputati della Louisiana infatti hanno approvato una legge che vieta l'aborto da quando il battito cardiaco del feto è rilevabile, in sintonia conaltri Stati che negli Usa hanno imposto simili pesanti restrizioni per le gravidanze oltre le sei settimane. I sostenitori intendono portare i ricorsi sino alla Corte suprema. Il vero obiettivo è indurre i giudici a maggioranza conservatore con le nomine di Neil Gorsuch e Brett Kavanaugh volute da Trump, a cancellare 'Roe v Wade', che riconobbe il diritto all’aborto nel '73.

Sole eccezioni per i casi in cui la vita della donna è a rischio oppure il feto ha malattie letali; 79 i voti a favore e 23 i contrari, in Senato 31 sì contro 5 no. Il governatore democratico John Edwards  (nella foto) è “pronto a firmare”. Critica l’associazione "Planned Parenthood”: “E’ parte di un allarmante e contrastato trend nazionale di divieti che rendono l'aborto reato prima ancora che le donne sappiano di essere incinte, minacciandole di indagini e promettendo ai medici di trascinarli in tribunale per il loro lavoro”. Leana Wen, precisa che "vietare l'aborto non fermerà l'aborto: metterà fine alle procedure sicure e legali, mettendo a rischio la vita delle donne. Non si tratta di medicina o scienza, ma di potere sui corpi delle donne".

Stati Uniti
Lo scandalo dei bagni
per la scorta di Ivanka
Lo scandalo dei bagni<br>per la scorta di Ivanka
Agli uomini dei servizi segreti che si occupano della sicurezza di Ivanka e suo marito Jahred, è vietato l’uso dei bagni. Da anni, gli uomini della scorta lottano per avere un posto, che finalmente gli è stato affittato dal governo
Impeachment, capitolo 2
Impeachment, capitolo 2
La Camera americana vota per “incitamento all’insurrezione”, trasformando Trump nel presidente dei record: nessuno prima di lui era mai stato sottoposto a due processi
Trump verso il secondo impeachment
Trump verso il secondo impeachment
L’Assemblea approva la risoluzione che chiede l’applicazione del 25esimo emendamento per rimuovere Trump. Ma Pence lo respinge e la Camera è pronta a votare per la messa in stato d’accusa, con numerosi repubblicani a favore
Giustiziata Lisa Montgomery
Giustiziata Lisa Montgomery
È la prima donna giustiziata negli Stati Uniti da 70 anni e l’11esima esecuzione dallo scorso luglio. Per i suoi legali è stata una violazione della Costituzione, perché la donna non era in grado di intendere e di volere
L’America si prepara alla guerra
L’America si prepara alla guerra
L’FBI teme ‘proteste armate’ in tutte le 50 capitali dello stato. Le forze dell’ordine blindano Washington temendo nuovi attacchi da parte dei sostenitori di Trump, che minacciano la guerra civile se fosse dimesso con il 25esimo emendamento
Trump potrebbe salvarsi, ancora una volta
Trump potrebbe salvarsi, ancora una volta
Il 25esimo emendamento sembra difficile che arrivi, al contrario dell’impeachment. Fra i contrario lo stesso Biden, che non vuole passare i primi giorni di presidenza a cercare una condanna per Trump invece di pensare ai problemi del Paese
La resa dei conti di Capitol Hill
La resa dei conti di Capitol Hill
Uno dopo l’altro, i protagonisti della protesta stanno finendo in manette: fra loro emergono numerosi agenti e militari fuori servizio. Contro Trump, sempre più isolato, si compatta il fronte di chi chiede il 25esimo emendamento
I segnali di guerra prima dell’assedio di Capitol Hill
I segnali di guerra prima dell’assedio di Capitol Hill
Gli esperti in sicurezza informatica da giorni notavano sui siti di estrema destra un crescendo di minacce e inviti alla violenza per bloccare i lavori del Campidoglio. E crescono le preoccupazioni per il giorno del giuramento di Biden
Capitol Hill: la compiacenza della polizia sotto accusa
Capitol Hill: la compiacenza della polizia sotto accusa
Gli agenti “arrendevoli” di fronte alla folla di bianchi che prendeva d’assalto il Campidoglio, messa a confronto con le proteste della scorsa estate per la morte di George Floyd
L’era Trump si chiude nel peggiore dei modi
L’era Trump si chiude nel peggiore dei modi
Il ricorso al 25esimo emendamento, oppure un impeachment lampo: secondo il “Wall Street Journal” dovrebbe dimettersi e allontanarsi in silenzio. In qualsiasi modo, la sua presidenza si chiuderà molto male