Record di suicidi nella polizia americana

| Quasi 230 agenti in servizio si sono tolti la vita nel corso del 2019, record negativo per il Dipartimento di Polizia di New York, dove essere un poliziotto è durissimo. Per gli esperti è un vero allarme sociale

+ Miei preferiti
I “suicidi con le stellette” non sono soltanto un problema italiano: in diverse parti del mondo, togliersi la vita è una preoccupante costante fra chi indossa una divisa.

Secondo i dati di “Blue H.E.L.P.”, un’organizzazione no-profit che si occupa dei problemi di salute mentale nelle forze dell’ordine statunitensi, il 2019 appena concluso si è portato appresso un numero record di suicidi fra gli agenti di polizia: sono stati ben 228, contro i 172 del 2018.

“Spero davvero che il 2020 sia l’anno della svolta - ha confidato Karen Solomon, fondatrice del gruppo - mi piacerebbe vedere la prevenzione dei suicidi ricevere gli stessi sforzi che mettiamo in atto per le morti in servizio”.

Secondo i dati di Blue H.E.L.P., lo Stato di New York ha avuto il maggior numero di suicidi, con 27 casi, seguito dalla California con 23, il Texas con 19 e Florida con 15. Tra i 27 di New York, 10 erano in servizio presso il Dipartimento di Polizia.

“I ritmi della polizia di New York sono implacabili: la vita nella Grande Mela è una sfida continua - ha assicurato Jon Adler, ex direttore del Bureau of Justice Programs presso il Dipartimento di Giustizia – lavorare in una città così grande e complicata significa essere esposti a eventi stressanti e assistere a scene orribili con maggiore frequenza, e ciò può avere impatti disastrosi sulla mente. Nel 2020 dobbiamo smettere di parlare e agire con decisione per fermare questa mattanza”.

A livello globale, dei 228 agenti suicidi circa il 90% erano uomini, mentre il 25% erano veterani con almeno 20 anni di servizio. Secondo Chuck Wexler, direttore esecutivo del “Police Executive Research Forum”, i 228 suicidi conteggiati da Blue H.E.L.P. per il 2019 sono “una cifra assolutamente sottostimata: se contassimo anche quelli che ci hanno provato e sono stati salvati all’ultimo momento, capiremmo che ci troviamo di fronte ad una vera emergenza sociale”.

Stati Uniti
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”
Chicago crime scene
Chicago crime scene
Ennesimo weekend nella metropoli dell’Illinois: 52 morti, fra cui un bambino di 20 mesi e una bimba di 10 anni. Polemica feroce con scambio di insulti fra il presidente Trump, il sindaco e il governatore
Il vuoto profondo dell’America
Il vuoto profondo dell’America
Da Paese guida del mondo a partner inaffidabile e rissoso: il ruolo dell’America nella politica internazionale è diventato confuso, di parte e per nulla autorevole
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Per la seconda volta nella sua vita, Mark Clark ha acquistato il biglietto vincente della “Michigan Lottery”, intascando 4 milioni di dollari
Trump: la politica dell’autodistruzione
Trump: la politica dell’autodistruzione
In vistoso e preoccupante calo nei sondaggi, il presidente è inerme e senza idee di fronte alla recrudescenza di contagi e alle proteste razziali
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Cinque morti, fra cui due fratellini di 7 e 17 anni, in una delle vicende più assurde di sempre, che da mesi tiene l’America con il fiato sospeso
Mary Trump, la vendetta della nipotina
Mary Trump, la vendetta della nipotina
È in corso un’altra battaglia per evitare la pubblicazione dell’ennesimo libro dedicato alla discussa figura di Trump. Questa volta l’ha scritto sua nipote, che promette di svelare 50 anni di arcani e porcherie finanziarie del presidente
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
Una furiosa resa dei conti pare abbia impegnato il presidente e il suo staff nel viaggio di ritorno alla Casa Bianca. Tutti sono al lavoro per studiare come proseguire nella campagna elettorale, senza rinunciare agli eventi
Il popolo di TikTok sbeffeggia Trump
Il popolo di TikTok sbeffeggia Trump
L’esordio pubblico del presidente vittima di un passaparola giovanile, con migliaia di prenotazioni di posti da lasciare rigiorosamente vuoti. A lanciare il tam-tam una signora dell’Iowa