Russiagate, l’ora delle menzogne

| Michael Cohen, l’ex avvocato di fiducia del presidente, ammette di aver mentito, e nei guai fra i primi potrebbe finire Donald Trump Jr, primogenito dell’ex tycoon

+ Miei preferiti
Di fronte alla corte di stato di New York, Michael Cohen ha preso fiato, poi si è dichiarato colpevole: nel 2017 ha mentito alla commissione di intelligence del Senato che gli chiedeva conto di aver appoggiato l’idea del presidente di costruire una “Trump Tower” a Mosca. Non è la prima ammissione di Cohen, ex avvocato di fiducia di Trump: lo scorso agosto aveva ammesso la frode bancaria e la ripetuta violazione delle regole di finanziamento della campagna elettorale, ammettendo di aver versato 130mila dollari all’ex pornostar Stormy Daniels.

Il “Russiagate”, il peggior grattacapo del presidente in carica, riprende fiato e mostra di essere tutt’altro che un’inchiesta prossima all’archiviazione. Cohen ha aperto la diga al superprocuratore Robert Mueller, indicando in “individuo uno” la figura di Trump, per cui aveva gestito gli ormai celebri incontri di alti funzionari russi con l’entourage del presidente alla Trump Tower di New York. C’era di mezzo una campagna diffamatoria da mettere in atto per screditare Hillary Clinton, che i sondaggi davano in vantaggio, anche se di pochi punti percentuali.

Prima di imbarcarsi alla volta di Buenos Aires per il “G20”, Trump ha trovato il tempo di replicare, accusando Mueller di sprecare fondi pubblici nella sua “caccia alle streghe”, tacciando poi lo stesso Cohen di essere un poveraccio in cerca di una via d’uscita per strappare il minimo della pena.

Secondo il Guardian, a rischiare pesanti capi d’accusa potrebbe essere Donald Trump Jr., figlio dell’ex tycoon, ed Erik Price, uno dei suoi collaboratori, che alla luce delle novità emerse in queste ore avrebbero rilasciato dichiarazioni al Congresso altrettanto false. Alla domanda diretta se governi stranieri avessero offerto e proposto collaborazioni alla campagna di Trump, il figlio ha risposto “Nessuno di cui io sia a conoscenza”.

Josh Campbell, ex agente dell’FBI stretto collaboratore di Mueller, è stato chiarissimo: “Che tutto questo serva da avvertimento a tutti coloro che hanno testimoniato in questi mesi: se hanno mentito, game over”.

Stati Uniti
Kim Kardashian contro una condanna a morte
Kim Kardashian contro una condanna a morte
La celebre socialite americana collabora da anni con studi legali per individuare errori giudiziari. Come molti altri, si è convinta dell’innocenza di Rodney Reed, che il prossimo 20 novembre sarà giustiziato
USA: un fight club in una casa di riposo
USA: un fight club in una casa di riposo
Tre infermiere costringevano i degenti a picchiarsi, scommettendo sul possibile vincitore. Una segnalazione ha fatto scattare un’inchiesta interna e subito dopo l’arresto da parte della polizia
Texas, uccisa per errore dalla polizia
Texas, uccisa per errore dalla polizia
Atatiana Jefferson, 28 anni, stava giocando con i videogames insieme al nipotino: un agente le ha sparato attraverso la finestra. Proteste della comunità afroamericana
Alaska: omicidio al Midtown Marriott
Alaska: omicidio al Midtown Marriott
Una scheda SD ritrovata per caso sulla strada ha permesso di scoprire l’omicidio di una donna, i cui resti erano stati rinvenuti pochi giorni prima
Muore di overdose l’uomo che salvava i tossicodipendenti
Muore di overdose l’uomo che salvava i tossicodipendenti
Kevin Donovan, 40enne di Syracuse, diffondeva l’uso del “Narcan”, un farmaco che usato per tempo salva dalla morte. Aveva un passato da tossicodipendente da cui sembrava esserne uscito per sempre
Ucciso uno dei testimoni contro la poliziotta killer
Ucciso uno dei testimoni contro la poliziotta killer
È un vero colpo di scena nel caso di Amber Guyer, la poliziotta di Dallas che aveva ucciso un uomo credendo che fosse nel suo appartamento. Uno dei testimoni dell’accusa, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco
Impeachment: senza esclusione di colpi
Impeachment: senza esclusione di colpi
In meno di due settimane dalla richiesta di avviare la procedura contro Trump, una serie infinita di colpi di scena, accuse, insulti e sondaggi stanno avvelenando la politica americana
New York, la strage dei senzatetto
New York, la strage dei senzatetto
Quattro vittime, tutte uccise con una sbarra di metallo mentre dormivano per strada. Arrestato un 24enne, sarebbe uno di loro
La banda di ragazzini che ha risolto un caso
La banda di ragazzini che ha risolto un caso
Capitanati da Logan, 10 anni, un gruppo di ragazzini di Roseville, in California, ha rintracciato un’anziana donna scomparsa da casa che la polizia stava cercando. Sono diventati gli eroi d’America
Risarcimento record per le vittime di Las Vegas
Risarcimento record per le vittime di Las Vegas
Un accordo epocale pari a 800 milioni di dollari, raggiunto dai legali delle vittime e dei feriti con la MGM: quasi tutta la somma sarà in realtà pagata dalle assicurazioni