San Francisco, così ricca e così egoista

| Ha il reddito pro-capite tra i più alti degli Usa ma oltre 8 mila senza-tetto che vagano per la città. Il sindaco chiede agli industriali hi-tech di tassarsi per aiutarli e nuove case a prezzi accessibili. Ma i ricchi non vogliono

+ Miei preferiti

MICHAEL O'BRIEN

E’ una delle città, San Francisco (non è una mega-metropoli), più ricche degli Usa ma anche del pianeta per reddito pro-capite. Ma con un enorme e delicato problema: una folla immensa di senza-tetto attirati da tutti gli stati dell’Unione da una politica aperta e dai contributi sostanziosi dell'assistenza. Ma non bsastano. “San Francisco ha visto - segnala The Guardian - un aumento del 17% degli homeless dal suo ultimo conteggio, con numeri che salgono a livelli mai registrati in queste strade in 17 anni”. L'aumento arriva in mezzo al boom per l’industria tecnologica  he la rende sempre più ricca, con le disparità sociali più forti e un costo della vita più insostenibile che mai.

"Il costo degli alloggi non è sceso, perché qualcuno si aspetta che il numero di persone che vivono senza tetto diminuisca", ha detto Kelley Cutler, l'organizzatore dei diritti umani della Coalizione per i senzatetto.

La città ha pubblicato un riassunto preliminare del conteggio delle strade di una notte, arrivando a contare 8.011 homeless. L'aumento, secondo l'ufficio del sindaco, è dovuto principalmente da persone che vivono nelle loro auto, che ammontavano al 68% dei casi censiti.

San Francisco effettua il censimento dei senzatetto ogni due anni, come richiesto dal Dipartimento per gli alloggi e lo sviluppo urbano degli Stati Uniti. Il numero si ritiene sia una stima al ribasso, dato che le linee guida federali per i senzatetto sono più ampie delle definizioni del territorio cittadino, e la città ha annunciato un conteggio più accurato il prossimo luglio. Nel 2017, il censimento era di 6.858, mentre il successivo è salito a 7.499. C’è però un calo del 14% dei senzatetto storici, i veterans, e del 10% per i giovani senzatetto.

"I risultati iniziali di questo conteggio mostrano che dobbiamo fare di più per fornire riparo e in primo luogo evitare che le persone finiscano in mezzo a una strada", ha detto il sindaco di San Francisco, London Breed, in un comunicato. "I risultati del nostro lavoro incentrato sui giovani e sui senzatetto veterani sono la prova che quando affiniamo i nostri investimenti, possiamo fare la differenza per coloro che vivono nelle nostre strade. Come ho detto per anni, abbiamo un disperato bisogno di costruire più alloggi, soprattutto a prezzi accessibili, perché sappiamo che i costi elevati degli alloggi contribuiscono ad aumentare il numero dei senzatetto. "Sappiamo che il problema non è solo circoscritto a San Francisco, altre contee della Bay Area e di tutto lo stato stanno vivendo circostanze simili, e abbiamo tutti bisogno di lavorare insieme per trovare soluzioni regionali e statali per affrontare questa crisi". Lo scorso novembre, la città ha approvato una misura che attuerà una media dello 0,5% di imposte sulle entrate lorde per le aziende con volumi d'affari superiori ai 50 milioni di dollari. La misura è stata fortemente contestata all'interno dell'industria tecnologica, con i miliardari che si sono scontrati pubblicamente sul ruolo dell'industria nel creare le disparità economiche che hanno guidato la crisi dei senzatetto. La proposta dovrebbe permettere di raccogliere circa 250-300 milioni di dollari di entrate aggiuntive per i servizi per i senzatetto, ma attualmente è bloccata in tribunale.

La città ha promesso di aumentare il numero di posti letto di altre 1.000 unità, ma una proposta di rifugio per senzatetto, approvata dalle autorità del quartiere sul lungomare della città, è impantanata da mesi in controversie legali dai residenti che hanno raccolto più di 101.000 dollari in una campagna di crowdfunding per pagare un avvocato e combattere la costruzione del Centro di Assistenza.

Galleria fotografica
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 1
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 2
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 3
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 4
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 5
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 6
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 7
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 8
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 9
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 10
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 11
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 12
San Francisco, così ricca e così egoista - immagine 13
Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare