San Francisco, la rivoluzione delle statue

| Troppo poche quelle dedicate a donne che meriterebbero un monumento, per questo il consiglio comunale ha deciso di applicare una quota matematica per celebrare le figure femminili

+ Miei preferiti
Abramo Lincoln, Benjamin Franklin, Ludwig van Beethoven, Simon Bolivar, Robert Emmer, il Pioneer Monument, il California Volunteers, i Guardians of the State e l’Admission Day Monument: dati alla mano, a San Francisco le statue non mancano. Ma qualcuno si è messo d’impegno e ha tirato giù due conti, trovando un’evidente disparità di genere: solo tre statue su 84 monumenti pubblici, sono dedicate alle donne: Florence Nightingale, l’infermiera considerata la fondatrice dell’assistenza sanitaria moderna, la pittrice Georgia O’Keeffe e Dianne Feinstein, ex sindaco della città ed oggi senatore della California.

Il calcolo è finito sui banchi del consiglio comunale che ha preso una decisione di portata storica: rimediare all’ingiustizia. Il nuovo piano urbanistico ha stabilito che d’ora in poi, almeno un terzo delle nuove statue, sculture e nomi delle vie dovrà essere dedicate a donne che ovviamente in vita si siano distinte per opere meritevoli dell’eterna riconoscenza.

La prima sarà dedicata a Maya Angelou, poetessa, attrice e ballerina di colore, prima donna a lavorare come autista dei tram premiata nel 2011 con la “Presidential Medal of Freedom” e scomparsa tre anni dopo a 86 anni.

Ma quella di riportare la parità dei sessi fra i marmi è una problema che anche a New York sta pensando di risolvere: soltanto cinque statue onorano donne realmente esistite contro le 150 dedicate a qualche maschio a cavallo e con la spada sguainata. Nell’attesa degli esiti della “She Built New York”, una consultazione popolare in cui votare il personaggio femminile a cui dedicare una delle prossime statue, dovrebbe arrivare quella dedicata a Elizabeth Cady Stanton e Susan B. Anthony, le due “suffragette” più celebri della storia.

Stati Uniti
California: fa strage della sua famiglia e si suicida
California: fa strage della sua famiglia e si suicida
Il padre di tre bambini ha ucciso l’ex moglie i loro tre figli prima di togliersi la vita. Uno solo dei tre bimbi lotta ancora fra la vita e la morte
Figlio di vegani muore a 18 mesi di denutrizione
Figlio di vegani muore a 18 mesi di denutrizione
I genitori obbligavano i tre figli a mangiare solo frutta e verdura cruda, ma il più piccolo non ha retto ed è morto di stenti, come accertato dall’autopsia
Texas: sospesa l’esecuzione di Rodney Reed
Texas: sospesa l’esecuzione di Rodney Reed
Per buona parte dell’opinione pubblica americana sarebbe detenuto ingiustamente da 21 anni nel braccio della morte. Nuove prove hanno portato la corte a concedere un rinvio, che potrebbe essere negato dal Governatore
USA: in aumento gli incidenti aerei
USA: in  aumento gli incidenti aerei
La National Transportation Safety Board ha diffuso le cifre, che parlano di un preoccupante incremento del 13% rispetto all’anno precedente. Si tratta soprattutto di piccoli aerei privati
Santa Clarita: 2 morti e 4 feriti
Santa Clarita: 2 morti e 4 feriti
Il bilancio definitivo dell’ennesima sparatoria in una scuola americana è pesante. L’attentatore si chiama Nathaniel Berhow, un 16enne descritto come tranquillo
Impeachment, in arrivo la “bomba” Bolton?
Impeachment, in arrivo la “bomba” Bolton?
L’ex consigliere per la sicurezza nazionale in attesa del via libera dal tribunale per la deposizione al Congresso: ottenesse il via libera, per Trump sarebbe un grosso problema
Joel Francisco, il caso che divide l’America
Joel Francisco, il caso che divide l’America
Scarcerato per un cavillo legale reso possibile dalla riforma della giustizia, è tornato alla vita di prima, uccidendo un uomo di 44 anni
USA 2020, arriva Bloomberg
USA 2020, arriva Bloomberg
L’ex sindaco di New York sarebbe pronto a scendere in campo, mentre il capo dello staff presidenziale dovrà deporre al Congresso e nelle librerie arriva un libro shock
Le ombre scure del massacro di Sonoma
Le ombre scure del massacro di Sonoma
Faide familiari, guerre con i cartelli della droga, vendette trasversali e perfino una setta segreta che riduceva le donne in schiavitù: i misteri intorno alla strage del Messico sono tanti
Juli Briksman e la vittoria del dito medio
Juli Briksman e la vittoria del dito medio
Due anni fa era stata fotografata mentre alzava il dito al passaggio di Trump. Aveva perso il lavoro, e due anni dopo ha deciso di candidarsi nelle file dei Dem, strappando un seggio nei consiglio della sua città