San Francisco vieta il riconoscimento facciale

| La patria della hi-tech revolution ha detto no ad un sistema ormai adottato in moltissime metropoli del mondo, e che ha già dimostrato la propria efficacia. C’è di mezzo la privacy, dicono i city supervisors

+ Miei preferiti
A Mosca, ha annunciato il sindaco Sergei Sobyanin, presto saranno installate oltre 200mila telecamere dotate di un sistema di riconoscimento facciale. È il passo successivo a quelle che già costellano le fermate della metropolitana della capitale russa, che avrebbero permesso la cattura di “decine di criminali”. Londra non è da meno: secondo un recente censimento, per le strade sarebbero sistemate quasi 500mila telecamere, fra pubbliche e private, in pratica una ogni 14 persone.

Per questo fa notizia, perché controcorrente, la decisione della progressista San Francisco, patria della rivoluzione hi-tech, dove l’amministrazione ha da poco sancito di non voler adottare i sistemi di videosorveglianza facciale. Una decisione che ha stupito tanti, visto che il resto delle città americane si sta attrezzando per rendere sempre più sicure e controllate le strade. A New York, Detroit, Orlando, Las Vegas, San Diego e San José sono ormai la pura normalità, uno strumento che la polizia considera utilissimo e che permette di individuare nel giro di pochissimo tempo i responsabili di reati.

A proporre il divieto è stato Aaron Peskin, responsabile del “Board of Supervisors”, affermando che il sistema è una minaccia alla privacy delle persone e un uso non appropriato potrebbe trasformarsi in minaccia per le minoranze. La mozione è passata con otto voti a favore e un solo contrario. Dal divieto sono esclusi gli aeroporti, le stazioni ferroviarie e gli edifici federali. Sulla stessa linea di San Francisco ci sono altre città come Oakland e Sommerville, in Massachusstes, dove è in corso il dibattito se bandire o meno la “facial recognition”.

“Essere considerati il luogo di nascita dello sviluppo tecnologico contemporaneo, implichi anche un’assunzione di responsabilità da parte dei legislatori locali. Per questo, abbiamo il dovere di regolamentarne gli eccessi”, ha commentato Peskin. Gli ha risposto Jonathan Turley, espero di diritto costituzionale della George Washington University: “È ridicolo negare il valore di questa tecnologia”.

Stati Uniti
Sparatoria alla Casa Bianca
Sparatoria alla Casa Bianca
La sicurezza avrebbe aperto il fuoco contro un uomo armato che si avvicinava ai cancelli ignorando gli avvisi. Trump portato la sicuro dai servizi segreti
Trump voleva un posto sul Mount Rushmore
Trump voleva un posto sul Mount Rushmore
Uno scoop del NYT svela le manovre del presidente e della Casa Bianca per aggiungere il volto di Trump a quelli dei padri della patria
Sempre più americani rinunciano alla cittadinanza
Sempre più americani rinunciano alla cittadinanza
Secondo uno studio demografico, un numero record di persone sta rinunciando alla cittadinanza statunitense. Fra i motivi le politiche di Trump e le tasse troppo elevate
Le previsioni del professore: vincerà Biden
Le previsioni del professore: vincerà Biden
Dal 1984, Allan Lichtman non sbaglia un risultato elettorale. Tutto secondo lui si basa sulle 13 chiavi che bisogna conquistare per conquistare la Casa Bianca
Confermato l’ergastolo al ladro di un tagliasiepi
Confermato l’ergastolo al ladro di un tagliasiepi
Più di 20 anni fa, la Corte della Louisiana aveva condannato al carcere a vita Fair Wayne Bryant, ladruncolo con pochi colpi andati a segno. Condanna che è stata ribadita
La Russia al lavoro per Trump, Cina e Iran contro
La Russia al lavoro per Trump, Cina e Iran contro
Il più alto responsabile dell’intelligence americana svela che Putin sarebbe al lavoro per screditare Biden in favore dell’amico Donald. Mentre Russia e Iran non vorrebbero più vederlo alla Casa Bianca
La lobby delle armi va sciolta
La lobby delle armi va sciolta
La procuratrice generale di New York, che indaga da tempo sulla NRA, accusandola di corruzione e appropriazione indebita
Gli ultimi istanti di George Floyd
Gli ultimi istanti di George Floyd
Il DailyMail pubblica i filmati delle bodycam degli agenti di Minneapolis che il 25 maggio scorso hanno ucciso l’afroamericano. Nelle immagini tutta la disperazione di Floyd e la durezza degli agenti
Trump sotto indagine per frode bancaria
Trump sotto indagine per frode bancaria
Il giudice Cyrus Vance indaga sulla galassia di società della Trump Organization, di cui non si sa nulla. L’inchiesta sarebbe nata dalle rivelazioni dell’ex legale del presidente, Michael Cohen
Annullata la condanna a morte per l’attentatore di Boston
Annullata la condanna a morte per l’attentatore di Boston
La Corte d’Appello ritiene che Dzhokhar Tsarnaev, insieme al fratello attentatore alla Maratona di Boston del 2013, debba subire un nuovo processo penale. Il primo dibattimento era stato troppo confuso e impreciso