Sbaglia a salire sull’auto di Uber: uccisa

| Una studentessa di 21 anni è salita sull’auto sbagliata finendo nelle mani di un balordo che l’ha uccisa. Il consiglio del colosso: prima di salire a bordo verificate sempre targa e generalità di chi guida

+ Miei preferiti
Le ultime immagini di Samantha Josephson, 21 anni, studentessa in scienze politiche della “University of South Carolina”, la mostrano tranquilla. È la sera del 29 marzo scorso: Sammy ha appena finito di trascorrere una serata tranquilla in compagnia di amici al “Bird Dog”, un locale di Columbia, la città dove vive. Verso le due del mattino, per tornare, Sammy prenota un’auto attraverso la app di “Uber”, il servizio di taxi privato: quando vede accostarsi una Chevy Impala nera non ha il minimo dubbio e sale a bordo. Il mattino successivo, insospettiti dal silenzio della loro amica, gli amici hanno dato l’allarme facendo scattare le ricerche.



Il corpo di Samantha è stato ritrovato casualmente da un gruppi di cacciatori alle 16 del giorno del giorno successivo in una zona disabitata non distante dal luogo da dov’era scomparsa: è stata violentata e uccisa, presentava ferite profonde al tronco, al collo e alla testa.

Poche ore dopo, grazie alle stesse telecamere di sorveglianza che hanno immortalato le ultime immagini di Samantha ancora in vita, la polizia ha arrestato Nathaniel David Rowland, 24 anni: ad incastrarlo, oltre ai filmati, il cellulare e tracce di sangue della ragazza dentro all’auto, oltre a bustine di marijuana e diversi contenitori di candeggina, salviette e detersivi.

Nessun commento da parte di Uber, che si è limitata a ricordare ai propri clienti la necessità di controllare sempre corrispondenza della targa dell’auto e le generalità dell’autista prima di salire a bordo.

Galleria fotografica
Sbaglia a salire sull’auto di Uber: uccisa - immagine 1
Sbaglia a salire sull’auto di Uber: uccisa - immagine 2
Sbaglia a salire sull’auto di Uber: uccisa - immagine 3
Stati Uniti
Trump e Fauci, separati in casa
Trump e Fauci, separati in casa
Il presidente e il virologo ai ferri corti: oltre a non parlarsi più da tempo, si scambiano frecciatine velenose. In compenso il virus continua a cavalcare indisturbato in tutti gli Stati Uniti
Trump concede la grazia a Roger Stone
Trump concede la grazia a Roger Stone
Consigliere politico di lungo corso dallo stile spietato, è stato graziato da presidente per l’inchiesta sul “Russiagate”. Il 14 luglio sarebbe dovuto entrare in cella per scontare 3 anni e 4 mesi di reclusione
«Ho visto i sex-tape di Ghislaine Maxwell»
«Ho visto i sex-tape di Ghislaine Maxwell»
Un ladro da cui la coppia comprava gioielli da donare alle giovani vittime, svela di aver visto materiale video scottante che incastrerebbe celebrità e politici d’alto livello mentre facevano orge con minori
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
La Corte Suprema ha obbligato il presidente a presentare le sue dichiarazioni dei redditi, ma ha anche sancito che resteranno segrete fin dolo le elezioni. È il primo candidato della storia a cui riesce l’impresa
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Nel 1993, a 18 anni, aveva ucciso un uomo mentre tentava di rubargli un camion per fuggire con la fidanzata. L’esecuzione era stata rinviata per la pandemia
Scomparsa una star di «Glee»
Scomparsa una star di «Glee»
Per la conferma ufficiale della morte manca ancora il corpo, ma secondo la polizia non ci sono speranze: Naya Rivera - la cheerleader Santana Lopez della serie televisiva – è scomparsa nelle acque di un lago artificiale in California
Trump fra scuole, libri e polemiche
Trump fra scuole, libri e polemiche
La candidatura di Kanye West, l’ordine di riaprire le scuole, i libri che lo mettono in cattiva luce, la pandemia che avanza inesorabile: la settimana “impossibile” del presidente
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Stephen Cooper, ripreso in una delle più celebri foto della tragedia di New York, è stato sopraffatto dal coronavirus in Florida, dove aveva scelto di vivere
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”