Si dimette Scott Atlas, il medico negazionista

| Consigliere di Trump per la pandemia dallo scorso agosto, si è sempre detto favorevole all’immunità di gregge rifiutando tutto il resto. La comunità scientifica americana soddisfatta per le dimissioni

+ Miei preferiti
La prima notizia è che Scott Atlas, controverso consigliere speciale di Donald Trump sul coronavirus, si è dimesso. La seconda che gli accademici dell’Università di Stanford hanno accolto la notizia con un sospiro di sollievo: “ci speravamo da tempo e sottolineano il trionfo della scienza e della verità sulla falsità e la disinformazione”.

Ringraziando il presidente per l’onore di poter servire il popolo americano, il dottor Atlas - radiologo dell’Università di Stanford - si è unito alla task force lo scorso agosto, e nel tweet in cui annuncia le dimissioni ha assicurato di aver “sempre fatto affidamento sulle ultime scoperte scientifiche e sulle prove senza alcuna influenza politica”. Ma resta scritto nella pietra che durante i quattro mesi in cui ha ricoperto il ruolo, Scott Atlas abbia ripetutamente messo in dubbio la necessità di coprirsi il viso con le mascherine e delle altre misure consigliate in tutto il mondo per controllare la pandemia, si è detto contrario a qualsiasi forma di lockdown sostenendo l’immunità del gregge come unica strategia per affrontare l’epidemia. Per questo, si è ripetutamente scontrato con altri membri della task force per il coronavirus, tra questi Anthony fauci, l massimo esperto di malattie infettive, che aveva accusato il dottor Atlas di aver fornito a Trump informazioni fuorvianti sulla diffusione del virus.

Il suo tweet è arrivato poche settimane dopo che è emerso che il governatore dello stato, Gretchen Whitmer, è stato oggetto di un presunto tentativo di rapimento da parte di membri della milizia che si oppongono agli sforzi di mitigazione del virus. 

Poco dopo le dimissioni di Atlas, Fauci ha affermato che la situazione attuale negli Stati Uniti è peggiore che mai : “La curva dei contagi continua ad essere è molto ripida: ogni giorno sembra che battiamo un nuovo record”. A partire da domenica, il numero di casi di Covid-19 registrati a novembre negli Stati Uniti ha superato i quattro milioni, il doppio rispetto a quelli di ottobre.

Joe Biden, il presidente eletto, ha annunciato una posizione nettamente diversa rispetto a quella del suo predecessore, esortando tutti a indossare mascherine e promettendo un “fondamento scientifico” nelle scelte politiche per affrontare la pandemia.

Questa settimana, il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie dovrebbe discutere il lancio di un vaccino, una mossa che, secondo Fauci, offre finalmente una “luce verso la fine del tunnel”.

Stati Uniti
Fauci: quando ero «Una puzzola al picnic»
Fauci: quando ero «Una puzzola al picnic»
Il New York Times è riuscito a confessare l’immunologo italoamericano, che ha raccontato le tante volte in cui si è scontrato a muso duro con Trump e i suoi consiglieri
Fuga da Mar-a-Lago
Fuga da Mar-a-Lago
Decine di soci del lussuoso resort in cui si è trasferito Trump hanno deciso di non rinnovare l’scrizione. E anche la cittadinanza “normale”, non vede di buon occhio la presenza ingombrante dell’ex presidente
Trump, spostato all’8 febbraio il secondo processo per impeachment
Trump, spostato all’8 febbraio il secondo processo per impeachment
Lo hanno stabilito Dem e GOP dopo aver raggiunto un accordo. Intanto dalla Florida, l’ex presidente prende tempo sul suo futuro: “Faremo qualcosa, ma non subito”
L’FBI ritrova 33 bambini considerati scomparsi
L’FBI ritrova 33 bambini considerati scomparsi
I federali indagavano da tempo su una rete del sud della California dedita al traffico e la tratta di esseri umani a scopo sessuale. Diversi bambini hanno tentato di tornare indietro: “Molti non si rendono conto di essere vittime”
Che ne sarà di Donald?
Che ne sarà di Donald?
L’oscuro futuro dell’ex presidente, che potrebbe resistere all'impeachment e alle tante inchieste per risorgere mostrandosi nuovamente come outsider della politica. Ma anche svanire, sommerso da problemi legali e finanziari
Anthony Fauci: punto e a capo
Anthony Fauci: punto e a capo
Il celebre virologo, chiamato a collaborare con l’amministrazione Biden, evita le polemiche ma ammette la piacevole sensazione di un approccio ben diverso dalle forti divergenze con Trump
Il primo giorno di Joe
Il primo giorno di Joe
Si è chiuso per due ore nello Studio Ovale per firmare 17 ordini esecutivi che cancellano alcune delle decisioni più odiose di Trump. Il capo della comunicazione detta l’agenda, con la promessa di affrontare un argomento al giorno
Il last minute di Trump
Il last minute di Trump
73 grazie e 70 commutazioni di pena: Donald Trump ricalca la tradizione, peccato che buona parte dei suoi atti di clemenza riguardino ex collaboratori e gente vicina ai suoi business. Fra loro il controverso Steve Bannon
La difficile eredità di Trump
La difficile eredità di Trump
Ci vorranno anni per eliminare i danni e le divisioni che in quattro anni hanno letteralmente diviso in due l’America. La presidenza di Biden sarà una delle più difficili della storia: lo attende una mole enorme di lavoro
Vendesi grazia (o perdono)
Vendesi grazia (o perdono)
Nell'ultimo giorno da presidente, Trump potrebbe concedere oltre 100 fra grazie, perdoni e commutazioni della pena verso gente che – secondo il New York Times – sta sborsando montagne di soldi ai suoi collaboratori più stretti