Si fingono militari americani e truffano decine di donne

| Una banda di nigeriani contattava donne sole in rete e facendo credere di dover portare fuori dalla Siria un sacchetto di pietre preziose, chiedevano di anticipare denaro

+ Miei preferiti
Nel marzo 2016, un uomo che affermava di essere un ufficiale dell’esercito americano di stanza in Siria conosce una donna giapponese su un sito di incontri online. Nel giro di poche settimane, l’amicizia si è trasformata in una storia d’amore: lui le inviava quotidianamente email in inglese che lei traduceva amorevolmente con l’aiuto di Google. Si faceva chiamare Terry Garcia, utilizzava un indirizzo email di Yahoo, e quello al momento doveva bastare al loro amore: raccontava che dalla sua base segreta in Siria non poteva utilizzare un cellulare perché non gli era permesso, e facendolo si sarebbe esposto a gravi rischi.

Dopo poco Terry Garcia ha iniziato a chiedere soldi alla donna, identificata come FK. In 10 mesi, innamorata persa di un uomo che rischiava la vita ogni giorno, lei gli invia più di 200mila dollari presi in prestito da amici, parenti e familiari, compreso il suo ex marito, ben felice di contribuire alla felicità ritrovata della sua ex moglie. Le richieste di denaro sono iniziate quando Terry le ha confidato di aver trovato un sacchetto di diamanti, ma aveva bisogno del suo aiuto per portarlo fuori dalla Siria, paese dilaniato dalla guerra dove si può morire per molto meno. Terry Garcia aveva però un grosso problema: era stato ferito in missione e non poteva occuparsene lui stesso, ma conosceva persone fidate che avrebbero portato fuori dal Paese il prezioso involucro. Uno di questi era un vero amico, un funzionario della Croce Rossa che poteva contare su canali privilegiati, mentre un altro un tizio che sosteneva di lavorare per una compagnia di navigazione, ha chiesto a FK denaro per corrompere degli agenti e assicurarsi che il pacchetto non fosse ispezionato alla dogana. La facilità con cui FK dispensava denaro ha messo il gusto ai truffatori, che inventando scuse sempre nuove riuscivano a spillarle soldi di continuo. “La signora FK stima di aver effettuato dai 35 ai 40 pagamenti nei 10 mesi in cui era convinta di avere una relazione con Terry Garcia”. Durante questo periodo, Garcia le inviava da 10 a 15 email ogni giorno in cui chiedeva di anticipare del denaro che le avrebbe restituito, perché con quel sacchetto sarebbero stati liberi di vivere il loro amore senza più problemi economici.

Fin troppo facile: Terry Garcia non è mai esistito. Si trattava di un’imponente truffa online internazionale messa in piedi da due uomini di origine nigeriana residenti a Los Angeles, che potevano contare sull’aiuto di fiancheggiatori nel loro paese d’origine e in altri paesi. Un paio di giorni fa, i pubblici ministeri statunitensi hanno emesso mandati d’arresto per 80 persone - per lo più nigeriani – con l’accusa di aver truffato decine di donne anziane e vulnerabili per una cifra che supera i 6 milioni di dollari.

Degli accusati, finora 17 sono stati arrestati negli Stati Uniti e gli agenti federali stanno cercando di rintracciare il resto della banda attraverso richieste di estradizione. “Pensiamo che si tratti di uno dei più grandi casi di questo genere nella storia degli Stati Uniti”, ha confermato il procuratore Nick Hanna. Le truffe non si basavano solo sul vecchio e sempre infallibile metodo dell’amore impossibile, ma sfruttavano la presenza di hacker che agendo sui sistemi di posta elettronica impersonavano di volta in volta dipendenti e addetti alla ricezione del denaro inviato da FK. “In numerosi casi, le vittime pensavano di comunicare con i militari americani di stanza all’estero: in questo modo, diverse persone hanno perso centinaia di migliaia di dollari”.

Gli investigatori hanno sbrogliato i contorni di una truffa assai intricata, riconducibile a due sospetti che hanno supervisionato il trasferimento di almeno 6 milioni di dollari e il tentativo di furto di altri 40 milioni. Quando i malviventi, con sede in Nigeria, gli Stati Uniti e altri paesi convincevano le vittime a inviare denaro, i due nigeriani che vivevano nel sud della California si occupavano di coordinare e smistare la mole di denaro per non destare sospetti.

Paul Delacourt, agente FBI di Los Angeles, ha lanciato un appello, ammonendo di fare estrema attenzione alle truffe nascoste ad arte: dallo scorso anno ad oggi, a più di 21.000 americani sono sottratti più di 143 milioni di dollari.

Stati Uniti
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Con 50 milioni di americani sulla soglia della povertà, la festa che riunisce le famiglie davanti ad un tacchino assume un significato diverse. Lunghe code davanti alle mense e alle associazioni che distribuiscono pacchi alimentari
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
L’azienda ritenuta responsabile della crisi sanitaria degli oppiacei ammette di aver giocato sporco favorendo la diffusione degli antidolorifici. Niente galera per proprietari e dirigenti ma una sanzione colossale
I giovani americani e il test del giovedì
I giovani americani e il test del giovedì
Sta prendendo piede un po’ ovunque: ci si sottopone al tampone il giovedì per poter trascorrere il weekend in piena libertà. Ma gli esperti ammoniscono: attenzione, non funziona così
La città degli angeli (e dei morti)
La città degli angeli (e dei morti)
Los Angeles ha raggiunto i 300 omicidi dall’inizio dell’anno: quasi tutti sono avvenuti per strada, dove ormai la legge sembra non arrivare più
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
Dopo Orlando Hall, giustiziato giovedì scorso, l’8 dicembre l’iniezione letale toccherà a Lisa Montgomery, seguita l’11 da Alfred Bourgeois. Il 14 gennaio entrerà nella death room Cory Johnson, seguito il giorno successivo a Dustin Higgs
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Secondo uno studio, l’aspettativa di vita dei neri e latino-americani in America si ridurrà a causa della pandemia. Non è solo una questione genetica, ma le conseguenze di una società in cui la disuguaglianza è pura normalità
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Lara, moglie di Eric, sarebbe pronta per candidarsi al Senato in North Carolina, mentre Ivanka sogna di fare il sindaco di New York e suo fratello Don Jr. è tentato dalle presidenziali del 2024
Gli strateghi della battaglia di Trump
Gli strateghi della battaglia di Trump
Secondo il “Washington Post”, Rudy Giuliani e Steve Bannon guiderebbero il “dream team” del presidente con l’obiettivo di ritardare quanto più possibile la certificazione finale dei risultati elettorali per delegittimare Biden
Trump: i giorni della vendetta
Trump: i giorni della vendetta
Poche ore fa, con un Tweet, il presidente ha licenziato il capo della cybersecurity, dopo aver liquidato il Segretario alla Difesa Mark Esper. E altre due teste potrebbero saltare a breve: i direttori della CIA e dell’FBI
Più 82mila Boy Scout hanno denunciato abusi e violenze
Più 82mila Boy Scout hanno denunciato abusi e violenze
Dallo scandalo emerso dopo un’inchiesta del “NY Times”, si è aperta una voragine che ha letteralmente travolto la più antica organizzazione scoutistica del mondo. Ma secondo gli esperti è solo la punta dell’iceberg