Si torna a scuola, pronti a morire

| Un video shock circola in America nei giorni in cui riaprono le scuole. L’hanno voluto i parenti delle piccole vittime della Sandy School per alzare il livello di attenzione e ricordare che se non si agisce, le armi uccideranno ancora

+ Miei preferiti
“It’s back to school time, and you know what that means”: è tempo di tornare a scuola, e sai cosa può significare. È l’agghiacciante finale di un video che circola da giorni sui canali televisivi americani. All’inizio, mostra ragazzi contenti, con i quaderni, l’astuccio per le penne e le scarpe nuove, ma pochi secondi dopo in un corridoio si sente il suono sinistro e inconfondibile di uno sparo: qualcuno cade a terra, ed è l’inizio di un incubo. I ragazzini cercano rifugio ovunque mentre dietro di loro si scatena l’inferno, ma bisogna saper reagire, ed il video insegna che il nuovo skateboard può servire per rompere il vetro di una finestra e scappare, la giacca appena comprata è utile per bloccare una porta, un paio di forbici e delle penne a sfera possono trasformarsi in arma da difesa, per guadagnare qualche secondo utile a mettersi in salvo, e perfino un calzino può trasformarsi in una medicazione di emergenza per fermare il sangue che esce dalla ferita di un compagno colpito. Poi l’ultima sequenza: una ragazzina di colore rintanata in un angolo, che fra le lacrime scrive un messaggio alla mamma, “ti voglio bene”. Poi una porta che si apre, il rumore di passi pesanti, il buio.

A volerlo è stata la “Sandy Hook Promise”, organizzazione no-profit fondata e guidata dai genitori delle piccole vittime della Sandy Hook Elementary School di Newton, in Connecticut, dove il 14 dicembre 2012 morirono 26 persone, di cui 20 bambini fra i 5 ed i 10 anni, falciati dalla follia di Adam Lanza.

Un video che è volutamente un pugno nello stomaco, ma ha almeno due meriti: insegnare che reagire è possibile e soprattutto riaccendere i riflettori sulla piaga sociale dei “mass murder”, le uccisioni di massa che da anni insanguinano le scuole americane.

Secondo il “Gun Violence Archive”, solo nel 2019 negli Stati Uniti ci sono state 302 sparatorie, ma malgrado questo, la bozza di legge che prevede maggiori controlli sulla vendita di armi da fuoco si è arenata in Senato, bloccata dai Repubblicani.

Video
Galleria fotografica
Si torna a scuola, pronti a morire - immagine 1
Si torna a scuola, pronti a morire - immagine 2
Si torna a scuola, pronti a morire - immagine 3
Si torna a scuola, pronti a morire - immagine 4
Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare