Si torna a scuola, pronti a morire

| Un video shock circola in America nei giorni in cui riaprono le scuole. L’hanno voluto i parenti delle piccole vittime della Sandy School per alzare il livello di attenzione e ricordare che se non si agisce, le armi uccideranno ancora

+ Miei preferiti
“It’s back to school time, and you know what that means”: è tempo di tornare a scuola, e sai cosa può significare. È l’agghiacciante finale di un video che circola da giorni sui canali televisivi americani. All’inizio, mostra ragazzi contenti, con i quaderni, l’astuccio per le penne e le scarpe nuove, ma pochi secondi dopo in un corridoio si sente il suono sinistro e inconfondibile di uno sparo: qualcuno cade a terra, ed è l’inizio di un incubo. I ragazzini cercano rifugio ovunque mentre dietro di loro si scatena l’inferno, ma bisogna saper reagire, ed il video insegna che il nuovo skateboard può servire per rompere il vetro di una finestra e scappare, la giacca appena comprata è utile per bloccare una porta, un paio di forbici e delle penne a sfera possono trasformarsi in arma da difesa, per guadagnare qualche secondo utile a mettersi in salvo, e perfino un calzino può trasformarsi in una medicazione di emergenza per fermare il sangue che esce dalla ferita di un compagno colpito. Poi l’ultima sequenza: una ragazzina di colore rintanata in un angolo, che fra le lacrime scrive un messaggio alla mamma, “ti voglio bene”. Poi una porta che si apre, il rumore di passi pesanti, il buio.

A volerlo è stata la “Sandy Hook Promise”, organizzazione no-profit fondata e guidata dai genitori delle piccole vittime della Sandy Hook Elementary School di Newton, in Connecticut, dove il 14 dicembre 2012 morirono 26 persone, di cui 20 bambini fra i 5 ed i 10 anni, falciati dalla follia di Adam Lanza.

Un video che è volutamente un pugno nello stomaco, ma ha almeno due meriti: insegnare che reagire è possibile e soprattutto riaccendere i riflettori sulla piaga sociale dei “mass murder”, le uccisioni di massa che da anni insanguinano le scuole americane.

Secondo il “Gun Violence Archive”, solo nel 2019 negli Stati Uniti ci sono state 302 sparatorie, ma malgrado questo, la bozza di legge che prevede maggiori controlli sulla vendita di armi da fuoco si è arenata in Senato, bloccata dai Repubblicani.

Video
Galleria fotografica
Si torna a scuola, pronti a morire - immagine 1
Si torna a scuola, pronti a morire - immagine 2
Si torna a scuola, pronti a morire - immagine 3
Si torna a scuola, pronti a morire - immagine 4
Stati Uniti
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”
Chicago crime scene
Chicago crime scene
Ennesimo weekend nella metropoli dell’Illinois: 52 morti, fra cui un bambino di 20 mesi e una bimba di 10 anni. Polemica feroce con scambio di insulti fra il presidente Trump, il sindaco e il governatore
Il vuoto profondo dell’America
Il vuoto profondo dell’America
Da Paese guida del mondo a partner inaffidabile e rissoso: il ruolo dell’America nella politica internazionale è diventato confuso, di parte e per nulla autorevole
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Per la seconda volta nella sua vita, Mark Clark ha acquistato il biglietto vincente della “Michigan Lottery”, intascando 4 milioni di dollari
Trump: la politica dell’autodistruzione
Trump: la politica dell’autodistruzione
In vistoso e preoccupante calo nei sondaggi, il presidente è inerme e senza idee di fronte alla recrudescenza di contagi e alle proteste razziali
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Cinque morti, fra cui due fratellini di 7 e 17 anni, in una delle vicende più assurde di sempre, che da mesi tiene l’America con il fiato sospeso
Mary Trump, la vendetta della nipotina
Mary Trump, la vendetta della nipotina
È in corso un’altra battaglia per evitare la pubblicazione dell’ennesimo libro dedicato alla discussa figura di Trump. Questa volta l’ha scritto sua nipote, che promette di svelare 50 anni di arcani e porcherie finanziarie del presidente
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
Una furiosa resa dei conti pare abbia impegnato il presidente e il suo staff nel viaggio di ritorno alla Casa Bianca. Tutti sono al lavoro per studiare come proseguire nella campagna elettorale, senza rinunciare agli eventi
Il popolo di TikTok sbeffeggia Trump
Il popolo di TikTok sbeffeggia Trump
L’esordio pubblico del presidente vittima di un passaparola giovanile, con migliaia di prenotazioni di posti da lasciare rigiorosamente vuoti. A lanciare il tam-tam una signora dell’Iowa