Stati Uniti: 15 bambini morti in auto

| Le autorità lanciano l’allarme: le temperature particolarmente elevate sono la causa di una strage di bambini lasciati nel chiuso di un’auto

+ Miei preferiti
Negli Stati Uniti è scattato l’allarme: malgrado la stagione calda sia solo agli inizi, si contano già 15 bambini morti, dimenticati in auto sotto un sole implacabile e temperature che nel giro di poco diventano insopportabili. Il triste conteggio, realizzato dal quotidiano “USA Today”, si ferma al più recente, un caso accaduto a Morristown, in Tennessee, dove un bimbo di tre anni è stato ritrovato chiuso nel minivan di famiglia dopo aver fatto perdere per ore le proprie tracce: secondo la polizia, il bimbo sarebbe rimasto intrappolato nell’auto dove si era nascosto volontariamente.

Eppure, le statistiche parlano chiaro: non passa anno, negli Stati Uniti, senza che una media di quaranta bambini fra 0 e 4 anni muoiano perché lasciati in auto, più spesso per disattenzione, ma a volte anche volontariamente. I media ricordano che i bimbi piccoli, la cui superficie corporea è ridotta, hanno una maggiore probabilità di sviluppare nel giro di 20 minuti ipertermia e disidratazione che possono provocare danni spesso irreversibili al sistema cardiocircolatorio e respiratorio, arrivando alla morte in meno di due ore. La temperatura corporea di un bimbo sale più velocemente di quella di un adulto, anche per le minori riserve d’acqua del corpo, e dentro un’auto lasciata al sole, è stato accertato che la temperatura può salire di 10-15° ogni quarto d’ora.

Stati Uniti
Majorire Taylor Greene, la complottista candidata al Congresso
Majorire Taylor Greene, la complottista candidata al Congresso
Con molta probabilità, l’imprenditrice della Georgia sarà la prima sostenitrice della teoria QAnon a varcare la soglia di Capitol Hill. Razzista, anti abortista e in favore del muro, contro di lei si è schierato il Partito Repubblicano
Sparatoria alla Casa Bianca
Sparatoria alla Casa Bianca
La sicurezza avrebbe aperto il fuoco contro un uomo armato che si avvicinava ai cancelli ignorando gli avvisi. Trump portato la sicuro dai servizi segreti
Trump voleva un posto sul Mount Rushmore
Trump voleva un posto sul Mount Rushmore
Uno scoop del NYT svela le manovre del presidente e della Casa Bianca per aggiungere il volto di Trump a quelli dei padri della patria
Sempre più americani rinunciano alla cittadinanza
Sempre più americani rinunciano alla cittadinanza
Secondo uno studio demografico, un numero record di persone sta rinunciando alla cittadinanza statunitense. Fra i motivi le politiche di Trump e le tasse troppo elevate
Le previsioni del professore: vincerà Biden
Le previsioni del professore: vincerà Biden
Dal 1984, Allan Lichtman non sbaglia un risultato elettorale. Tutto secondo lui si basa sulle 13 chiavi che bisogna conquistare per conquistare la Casa Bianca
Confermato l’ergastolo al ladro di un tagliasiepi
Confermato l’ergastolo al ladro di un tagliasiepi
Più di 20 anni fa, la Corte della Louisiana aveva condannato al carcere a vita Fair Wayne Bryant, ladruncolo con pochi colpi andati a segno. Condanna che è stata ribadita
La Russia al lavoro per Trump, Cina e Iran contro
La Russia al lavoro per Trump, Cina e Iran contro
Il più alto responsabile dell’intelligence americana svela che Putin sarebbe al lavoro per screditare Biden in favore dell’amico Donald. Mentre Russia e Iran non vorrebbero più vederlo alla Casa Bianca
La lobby delle armi va sciolta
La lobby delle armi va sciolta
La procuratrice generale di New York, che indaga da tempo sulla NRA, accusandola di corruzione e appropriazione indebita
Gli ultimi istanti di George Floyd
Gli ultimi istanti di George Floyd
Il DailyMail pubblica i filmati delle bodycam degli agenti di Minneapolis che il 25 maggio scorso hanno ucciso l’afroamericano. Nelle immagini tutta la disperazione di Floyd e la durezza degli agenti
Trump sotto indagine per frode bancaria
Trump sotto indagine per frode bancaria
Il giudice Cyrus Vance indaga sulla galassia di società della Trump Organization, di cui non si sa nulla. L’inchiesta sarebbe nata dalle rivelazioni dell’ex legale del presidente, Michael Cohen