Stormy perde il primo round con Trump

| Respinta la causa per diffamazione: nel pieno della soddisfazione, il presidente in un tweet la chiama “Horseface”, faccia da cavallo

+ Miei preferiti
Donald 1- Stormy 0: buttandola sul calcistico è andata più o meno così, come se due squadre si fossero sfidate e al perdente fosse stato chiesto di pagare l’affitto dello stadio. In pratica, il giudice distrettuale di Los Angeles S. James Omero ha dato ragione al presidente americano, respingendo la causa di diffamazione presentata dall’ex pornostar Stormy Daniels contro Donald Trump, accusato di averle dato della bugiarda quando lei ha dichiarato di essere stata avvicinata in un parcheggio da un uomo che l’aveva minacciata di non rivelare della notte brava con Trump. A carico di Stormy, al secolo Stephanie Clifford, anche il pagamento delle spese legali della controparte.

Una vittoria per The Donald, la seconda nel giro di pochi giorni, se si considera la nomina di Brett Kavanaugh sugli scranni della Corte Suprema malgrado la campagna diffamatoria contro di lui, che il presidente ha cavalcato a piene mani, sfogandosi come non aveva mai fatto nei confronti dell’ex attrice porno.

In uno dei suoi quotidiani tweet al veleno, Trump ha prima storpiato il cognome d’arte, da Daniels a “Danials”, aggiungendo che è finalmente libero di perseguire lei e il suo avvocato di terz’ordine, che lo accusano di aver avuto rapporti sessuali a pagamento con lei. Non contento, Trump chiude in bellezza chiamandola “Horseface”, faccia da cavallo.

In realtà si tratta di una vittoria parziale che riguarda solo la causa per diffamazione, mentre resta ancora in piedi quella più pericolosa, sull’accordo di non divulgazione e il pagamento di 130mila dollari.

Michael Avenatti, l’avvocato della donna, per quanto di terz’ordine, ha annunciato l’intenzione di ricorrere in appello.

Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare