Suprematisti: 'Addestrati per combattere"

| Usa, processo ai leader di RAM per gli incidenti a Chalottesville dell'agosto 2017, costati la vita a una manifestante, investita da un neo-nazista poi condannato all'ergastolo. Trump aveva difeso i violenti

+ Miei preferiti

I sanguinosi scontri tra suprematisti e manifestanti anti-razzisti "Unite the Right" dell'agosto 2017 a Charlottesville, in Virginia, hanno avuto profondi echi nei Tribunali federali Usa. Il giovane che aveva investito e ucciso una manifestante, James Alex Fields Jr, 20 anni, dell’Ohio, è stato condannato all’ergastolo nel 2018, mentre in questi giorni quattro leader della formazioni supramatiste hanno ammesso di aver partecipato al raduno solo per incitare alla violenza che avrebbe portato a disordini, così riferisce il dipartimento di giustizia. Tutti fanno parte del "Rise Above Movement": due membri del RAM - Benjamin Drake Daley, 26 e Michael Paul Miselis, 30 - si sono dichiarati colpevoli, e lo stesso hanno fatto altri due, Cole White, 24, e Thomas Gillen, 25, che già in precedenza avevano dichiarato la propria colpevolezza per la stessa accusa.

Erano stati "addestrati a impegnarsi in scontri violenti e hanno partecipato all'Unite the Right Rally con l'aspettativa di provocare un conflitto fisico con i contro-protestatori che avrebbe portato a rivolte", ha dichiarato l’FBI.

Il presidente Trump ha difeso coloro che hanno marciato a Charlottesville causando la morte di Heather Heyer per mano del neonazista ora in carcere. "La gente era lì a protestare contro la rimozione del monumento di Robert E. Lee - tutti lo sanno”, aveva detto Trump aggiungendo che Lee era "un grande generale".

I pubblici ministeri federali hanno detto che questi "suprematisti bianchi dichiarati si sono recati a Charlottesville per incitare e commettere atti di violenza, per non impegnarsi in un'espressione pacifica del primo emendamento. Sebbene il Primo Emendamento protegga il diritto di un'organizzazione per esprimere opinioni politiche perfino aberranti, non autorizza la violenza insensata nella promozione di un'agenda politica", ha riferito in una dichiarazione l'avvocato Thomas T. Cullen.

Gli esponenti del RAM hanno ammesso di aver tenuto regolarmente corsi di addestramento al combattimento per partecipare a raduni e manifestazioni politiche in Virginia e California tra marzo e agosto 2017. Il governatore Terry McAuliffe aveva proclamato lo stato d'emergenza nella città e messo in preallarme la guardia nazionale: "Andatevene: nazisti e suprematisti bianchi non sono i benvenuti in Virginia. Qui non c'è posto per voi. Vergognatevi, non siete dei patrioti", ha aggiunto riferendosi agli scontri durante la manifestazione di suprematisti bianchi.

"Sono andate perse delle vite. Chiedo a tutti di andare a casa", aveva intimato Michael Signer, sindaco di Charlottesville.

Stati Uniti
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
La Corte Suprema ha obbligato il presidente a presentare le sue dichiarazioni dei redditi, ma ha anche sancito che resteranno segrete fin dolo le elezioni. È il primo candidato della storia a cui riesce l’impresa
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Nel 1993, a 18 anni, aveva ucciso un uomo mentre tentava di rubargli un camion per fuggire con la fidanzata. L’esecuzione era stata rinviata per la pandemia
Scomparsa una star di «Glee»
Scomparsa una star di «Glee»
Per la conferma ufficiale della morte manca ancora il corpo, ma secondo la polizia non ci sono speranze: Naya Rivera - la cheerleader Santana Lopez della serie televisiva – è scomparsa nelle acque di un lago artificiale in California
Trump fra scuole, libri e polemiche
Trump fra scuole, libri e polemiche
La candidatura di Kanye West, l’ordine di riaprire le scuole, i libri che lo mettono in cattiva luce, la pandemia che avanza inesorabile: la settimana “impossibile” del presidente
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Stephen Cooper, ripreso in una delle più celebri foto della tragedia di New York, è stato sopraffatto dal coronavirus in Florida, dove aveva scelto di vivere
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”
Chicago crime scene
Chicago crime scene
Ennesimo weekend nella metropoli dell’Illinois: 52 morti, fra cui un bambino di 20 mesi e una bimba di 10 anni. Polemica feroce con scambio di insulti fra il presidente Trump, il sindaco e il governatore
Il vuoto profondo dell’America
Il vuoto profondo dell’America
Da Paese guida del mondo a partner inaffidabile e rissoso: il ruolo dell’America nella politica internazionale è diventato confuso, di parte e per nulla autorevole
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Per la seconda volta nella sua vita, Mark Clark ha acquistato il biglietto vincente della “Michigan Lottery”, intascando 4 milioni di dollari