Il Taser uccide, tre morti in 10 mesi

| In California i procuratori valutano il pericolo costituito dalla pistola elettrica usata dalle forze dell'ordine, anche in Italia. Due vittime soffrivano di malattie mentali. L'azienda produttrice: "Manca l'addestramento"

+ Miei preferiti

Da pochi mesi anche le forze dell’ordine hanno in dotazione i Taser, la pistola che lancia impulsi elettrici per inertizzare le persone  durante operazioni di polizia. Ma negli Usa, dove il Taser è in dotazione da anni, c’è la tentazione di eliminarlo poiché “troppo pericoloso”. Accada in California a San Francisco.

Tre uomini, in meno di un anno, sono morti colpiti dalle scariche elettriche. Ora gli avvocati delle famiglie di due degli uomini uccisi nella contea di San Mateo chiedono che venga sospeso l'uso di Taser fino al completamento di uno studio approfondito sulle politiche e la formazione degli agenti. "In una contea di non grandi dimensioni, tre morti dove è stato usato un Taser, deve sollevare preoccupazioni per tutti, per le forze dell'ordine e per tutti gli altri nella comunità", ha detto il procuratore distrettuale della contea di San Mateo, Steve Wagstaffe, il cui ufficio sta indagando sulle uccisioni. "Lobiettivo era che i nostri ufficiali avessero qualcosa di diverso da un'arma da fuoco, un’alternativa meno letale. L’idea era giusta. Ma è lo strumento adatto"?

 

Chinedu Okobi, 36 anni, è morto poco dopo essere stato colpito dai dardi lanciati dagli agenti  dello sceriffo della contea di San Mateo il 3 ottobre. I funzionari del dipartimento hanno detto che Okobi, che era disarmato, aveva “invaso correndo la strada in mezzo al traffico" a Millbrae quando ha "aggredito" il vice dello sceriffo che lo ha avvicinato. Secondo la sua famiglia, Okobi - un poeta, padre e laureato al Morehouse College - soffriva di una forma depressiva. La polizia ha usato il Taser sui pazienti mentalmente malati 96 volte in un anno. Due mesi prima, nella vicina Redwood, era stato ucciso un uomo che aveva aggredito la madre di 83 anni e che aveva minacciato i suoi vicini di casa che cercavano di bloccarlo. Anche lui soffriva di malattie mentali.

 

A gennaio, Warren Ragudo, 34 anni, è morto dopo che i poliziotti di Daly City lo hanno centrato con una serie di scariche. Ragudo era un tossicodipendente e problemi di salute mentale, e la sua famiglia aveva chiamato la polizia nella speranza di un aiuto, poichè l’uomo minacciava il suicidio in preda a una crisi nervosa.

"Penso che ogni volta che accade quello che è successo nella contea di San Mateo, e ci sono molti incidenti ovunque, i dipartimenti di polizia devono riflettere su cosa comporta l’utilizzo di quest'arma", ha detto Micaela Davis, un avvocato del personale dell'Unione Americana delle Libertà Civili. Dopo la morte di Okobi, l'ACLU ha denunciato sceriffo della contea di San Mateo per l’uso della forza e sulle armi da stordimento. "Queste armi - ha detto Davis - possono essere letali. Molti agenti delle forze dell'ordine ne fanno un uso eccessivo”.

Axon, l'azienda che produce Tasers, sostiene che “l'arma può essere un'alternativa più sicura e meno letale  ma con una formazione adeguata. Per questo, nel corso delle innumerevoli causa per la morte o per lesioni di soggetti colpiti, tende a trasferire la responsabilità alle forze di polizia che non sanno “utilizzarla nei modi corretti”. John Burton, un avvocato di Pasadena che rappresenta decine di vittime è critico: ”Se prendi i loro avvertimenti alla lettera, la quantità di addestramento che richiedono è fuori dagli schemi, nessuno lo farà poiché molto costoso".

 
Stati Uniti
Investe il figlio che non vuole andare a scuola
Investe il figlio che non vuole andare a scuola
A Belmont, in Michigan, una donna ha perso la pazienza verso il figlio travolgendolo con l’auto dopo una folle corsa. Il ragazzino avrà danni permanenti, ma la condanna per la donna è stata lieve
Manette & forchette
Manette & forchette
Souljia Boy, Bill Cosby, Suge Knight e Jared Fogle: quattro nomi noti di celebrità finite dietro le sbarre. Ecco cosa hanno ordinato per celebrare la Pasqua nelle loro celle
A 14 anni progettavano una strage
A 14 anni progettavano una strage
Grazie alla segnalazione di un’insegnante, due adolescenti della Florida sono state arrestate: curavano da tempo il “Progetto 9/11”
Una normale famiglia di mostri
Una normale famiglia di mostri
David e Louise Turpin sono stati condannati a 25 anni di carcere dopo che si sono dichiarati colpevoli di tortura e prigionia dei loro 13 figli
Rapporto Mueller: Trump salvo a metà
Rapporto Mueller: Trump salvo a metà
Il presidente canta vittoria, ma l’indagine del superprocuratore è costruita in modo ambiguo, così da lasciare aperta al Congresso al possibilità di chiedere l’impeachment o di incriminarlo a fine mandato
Stati Uniti: storia di una strage sfiorata
Stati Uniti: storia di una strage sfiorata
Sol Pays, una studentessa di 18 anni, voleva celebrare i 20 anni del massacro di Columbine aggiungendo altri morti. È stata individuata prima di riuscire a mettere in pratica la sua follia, e ha scelto di suicidarsi
New York: tenta di dare fuoco a St. Patrick
New York: tenta di dare fuoco a St. Patrick
Un uomo, definito “disturbato mentalmente”, è stato fermato con due taniche di benzina all’interno della cattedrale affacciata sulla Quinta Strada
Morire a 22 anni per un selfie
Morire a 22 anni per un selfie
Una ragazza dell’Oregon prossima alla laurea è salita sulla torre dell’ateneo che frequentava ed è precipitata, morendo poco dopo. Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente
Donald Trump, il signore del kitsch
Donald Trump, il signore del kitsch
Un’artista americano ha raccolto più di 1000 oggetti che riguardano l’attività imprenditoriale e la carriera del presidente
Chase e Jaimee, l’amore che fa discutere gli USA
Chase e Jaimee, l’amore che fa discutere gli USA
Lui ha 18 anni, lei 39, ed è la mamma del suo migliore amico. Fra i due è scoppiata la passione e ora lei attende il divorzio per sposarlo