Texas: sospesa l’esecuzione di Rodney Reed

| Per buona parte dell’opinione pubblica americana sarebbe detenuto ingiustamente da 21 anni nel braccio della morte. Nuove prove hanno portato la corte a concedere un rinvio, che potrebbe essere negato dal Governatore

+ Miei preferiti
Nuove prove che meritano di essere approfondite, fornite dal comitato del Texas per la grazia e la libertà, hanno convinto la corte penale d’appello a chiedere il rinvio di 120 giorni dell’esecuzione di Rodney Reed, un uomo di colore accusato di omicidio che da 21 anni è rinchiuso nel braccio della morte. La richiesta di sospensione è passata nelle mani del governatore del Texas Greg Abbott, che ha il potere di concederla o di autorizzare l’esecuzione, fissata per il prossimo 20 novembre.

Il caso di Rodney Reed divide da anni l’opinione pubblica americana, comprese alcune star come Kim Khardashian e Rihanna, convinte che a carico dell’uomo sia stato costruito ad arte un castello di accuse evitando prove evidenti in grado di scagionarlo. Reed è accusato di aver stuprato e ucciso per strangolamento la 19enne Stacey Stices nel 1996: a pesare sul suo conto le tracce del suo liquido seminale trovate sul corpo della giovane, da Reed giustificate affermando che i due avevano una storia segreta, scoperta da Jimmy Fennel, l’allora fidanzato ufficiale della Stices ed ex ufficiale di polizia, che avrebbe dato in escandescenze scoperto il flirt con un afroamericano. Per molti, compreso Rodney Reed, sarebbe lui l’autore materiale del delitto.

Galleria fotografica
Texas: sospesa l’esecuzione di Rodney Reed - immagine 1
Texas: sospesa l’esecuzione di Rodney Reed - immagine 2
Texas: sospesa l’esecuzione di Rodney Reed - immagine 3
Stati Uniti
120 anni di carcere per il guru della setta «NXIVM»
120 anni di carcere per il guru della setta «NXIVM»
Keith Raniere condannato per una lunga serie di reati che comprendevano la riduzione in schiavitù. Nella rete piramidale anche diverse ereditiere e star di Hollywood
Social in allarme per le elezioni americane
Social in allarme per le elezioni americane
I colossi della Silicon Valley annunciano contromisure per combattere fake news e informazioni fuorvianti, ma secondo gli americani la scelta migliore sarebbe un black out totale
Una vittoria di Trump: Amy Coney Barrett alla Corte Suprema
Una vittoria di Trump: Amy Coney Barrett alla Corte Suprema
Tante le questioni che attendono la giovane giudice nella sua prima settimana al massimo organo americano: a questione delle tasse del presidente, pasticci elettorali e un caso di aborto
NFAC, le milizie nere che spaventano l’America
NFAC, le milizie nere che spaventano l’America
Per qualcuno sono gli eredi delle “Black Panther” degli anni ’60: sfilano armati e organizzati, non temono la sfida con i gruppi di suprematisti bianchi e finora hanno mantenuto la calma. Ma c’è chi teme che il peggio sia in arrivo
«Non abbiamo alcuna intenzione di controllare la pandemia»
«Non abbiamo alcuna intenzione di controllare la pandemia»
È la pensatissima e pericolosa ammissione di Mark Meadows, capo di gabinetto della Casa Bianca. Nel frattempo, Trump e Pence continuano a battere gli Stati ancora in bilico, affermando che “L’America sta svoltando”
Biden corre nei sondaggi, Trump in allarme
Biden corre nei sondaggi, Trump in allarme
La strenua battaglia finale del presidente, che batte gli Stati chiave sperando in un colpo di coda. Ma i sondaggi lo danno ovunque dietro, e la massiccia partecipazione degli americani è un segnale sempre più chiaro
Trump VS Biden, l’ultimo duello
Trump VS Biden, l’ultimo duello
Da entrambe le parti il consiglio era di evitare la rissa, ad ogni costo: il risultato è stato un dibattito decisamente più pacato, che si è acceso a tratti quando i due hanno affondato sugli argomenti più caldi
I 545 bambini separati dalle famiglie alla frontiera USA
I 545 bambini separati dalle famiglie alla frontiera USA
Di loro, vittime della campagna di “Tolleranza Zero” del 2017, non si sa più nulla. Gli unici ad occuparsene sono un gruppo avvocati e associazioni umanitarie, che tentano di riportare i piccoli alle loro famiglie di origine
FBI: rischio di interferenze straniere nelle elezioni
FBI: rischio di interferenze straniere nelle elezioni
Memori dell'intenso lavoro di depistaggio messo in campo dal Cremlino quattro anni attraverso decine di hacker, i federali svelano che Iran e Russia sarebbero in possesso dei database sugli elettori americani
Chi pensa già al dopo Trump
Chi pensa già al dopo Trump
Temendo la sconfitta, i repubblicani prendono le distanze da Trump e cominciano a riflettere sul futuro del partito, totalmente da riformare dopo uno tsunami lungo 4 anni