The Trump medicine show

| Caldo, ultravioletti, disinfettanti: non passa giorno senza che il presidente tiri fuori dal cilindro un’idea strampalata dietro l’altra, costringendo la comunità scientifica a rispondere malamente

+ Miei preferiti
C’è un’America sgomenta, che scopre di aver già pagato con 50mila morti il proprio tributo al coronavirus. Ma c’è anche un’America che scalpita e vuole tornare al lavoro, perché teme più la fame del virus. Poi c’è un’altra America, quella vista dalla Casa Bianca, dove gli analisti politici in queste ore tornano a ricordare che il gran capo è un palazzinaro, un venditore e un piazzista che in vita sua ha messo nome e faccione su immobili, bistecche, giochi da tavolo, vodka e perfino camicie e cravatte.

Qualcuno lo paragona a quei venditori itineranti che ai tempi dei pionieri giravano di piazza in piazza promettendo medicinali miracolosi importati chissà da dove, e la gente ci credeva. Trump è uguale: arriva, srotola il tappeto e ad ogni briefing sulla pandemia tenta un numero di magia, nel disperato tentativo di far quadrare i conti fra la gente che continua a morire e quella che continua a non lavorare. La differenza, fanno notare in tanti, è che se prima si trattava di commercio, adesso ci sono di mezzo vite umane.

Le visioni di Trump sono quotidiane, una più entusiasta dell’altra, come quella che sole, caldo e umidità estiva potrebbero eliminare il virus dalla faccia della terra. Per dimostrarlo ha chiesto il supporto di William Bryan, direttore ad interim della direzione della Scienza e della Tecnologia del Dipartimento di Sicurezza Nazionale, chiedendo di svelare la ricerca sulla suscettibilità del coronavirus al calore e alla luce. Bryan ha presentato alcuni dati secondo cui in alcune circostanze la luce del sole può ridurre la vita del virus su una superficie da 18 ore a meno di due minuti. Ma non è la stessa cosa.

Eppure Trump, che appariva affascinato dalle possibilità, andava avanti con le fantasticherie: “Supponiamo di colpire il corpo con una luce tremenda, che sia ultravioletta o semplicemente molto potente... supponiamo di portare la luce all’interno del corpo, cosa che si può fare, attraverso la pelle o in qualche altro modo”. Qualche istante dopo, Trump ha chiesto alla dottoressa Deborah Birx, membro della task force contro la pandemia, se è vero che calore e luce possono essere combinati come cura per qualcuno che deve affrontare le complicazioni del coronavirus, tra cui problemi respiratori, cardiaci e insufficienza renale. E lei, Che è un medico vero, ha annaspato un po’: “Non come trattamento... è una buona cosa quando hai la febbre, aiuta il corpo a reagire. Ma... non ho mai visto utilizzare il calore per i virus”. Esistono prove scientifiche che la luce del sole e l’umidità possono rendere più difficile la diffusione di un virus, ma la lotta di paesi tropicali come Singapore per contenere una seconda ondata sembra indicare che il calore non è una cura miracolosa.

Il colpo di scena, Trump se l’è tenuto da parte ipotizzando che iniettare disinfettante nei pazienti colpiti dal virus secondo lui potrebbe essere una mano santa, come pure la candeggina. “Forse si può, forse no, non sono un medico, sono solo una persona che tenta di usare la testa”.

La comunità scientifica americana ha reagito con stizza alle ultime trovate trumpiane. Qualche ora dopo Stephen Hahn, commissario per la Food and Drug, ha aggiunto: “Non consiglierei l’ingestione di un disinfettante”, mentre il cardiologo Jonathan Reiner è stato più lapidario: “Se il Presidente pensa che i lettini abbronzanti cureranno il coronavirus, è un errore, non succederà”.

La verità è che Trump ha fretta: in cinque settimane 26 milioni di americani hanno perso il lavoro, ed è tutta gente che a novembre voterà.

Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare