Trump a testa bassa contro l’OMS

| Una lettera zeppa di accuse inviata al presiedente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità suona come un ultimatum: o si cambia o blocchiamo i finanziamenti

+ Miei preferiti
Ormai è chiaro a tutti, Donald Trump ha un nuovo nemico: l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Le più recenti minacce si concentrano sempre più sul ritiro definitivo dei finanziamenti americani, “se l’OMS non si impegna a realizzare importanti miglioramenti sostanziali entro i prossimi 30 giorni”.

In una lettera inviata a Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS, Trump ha tuonato: “È chiaro che i ripetuti passi falsi compiuti da lei e dalla sua organizzazione per rispondere alla pandemia sono stati estremamente costosi per il mondo. L’unico modo di procedere è quello di dimostrare l’assoluta indipendenza dalla Cina. La mia amministrazione ha già iniziato a discutere con voi su come riformare l’organizzazione, ma occorre agire rapidamente. Non abbiamo tempo da perdere”.

La minaccia arriva in un momento assai delicato. La pandemia ha ucciso più di 90.000 americani e oltre 318.000 persone in tutto il mondo, e anche se ci sono segnali promettenti su alcuni vaccini, al momento non esiste una cura in grado di fermare il virus. La lettera sottolinea anche la misura in cui le colpe rivolte all’OMS e alla Cina sono diventate una parte determinante della risposta del Presidente all’epidemia. Quando molti dei suoi predecessori si affidavano alle istituzioni globali per aiutare ad arginare una pandemia, l’ultimatum di Trump rappresenta l’ultimo indizio della sua sfiducia verso le grosse organizzazioni mondiali.

La lettera, inviata lunedì su carta intestata della Casa Bianca, i cui screenshot sono stati postati su Twitter, è un assalto alle posizioni assunte dall’OMS nei confronti della Cina durante tutta la pandemia, ed elenca una serie di accuse secondo cui l’organizzazione avrebbe deliberatamente ignorato i segnali di allarme. “Non posso permettere che il denaro dei contribuenti americani continui a finanziare un’organizzazione che, nel suo stato attuale, non è chiaramente al servizio degli interessi dell’America”.

Trump ha criticato in particolare l’OMS per “il gioco politico” di elogiare le misure interne adottate dalla Cina, mentre si diceva “inspiegabilmente contraria ai miei ordini di chiusura del confine con gli Stati Uniti”. La lettera prosegue sottolineando la colpevole affermazione dell’OMS “secondo cui il coronavirus non era soggetto a trasmissione umana”.

La durissima presa di posizione arriva dopo la temporanea sospensione dei finanziamenti americani all’organizzazione decisa il mese scorso. “Gli Stati Uniti versano ogni anno da 400 a 500 milioni di dollari all’OMS, mentre la Cina contribuisce con circa 40 milioni di dollari. Se l’OMS avesse fatto il suo lavoro per inviare in Cina esperti e virologi per valutare obiettivamente la situazione e denunciare la mancanza di trasparenza della Cina, l’epidemia avrebbe potuto essere contenuta alla fonte con pochissimi morti”.

All’epoca, Tedros ha risposto affermando che l’OMS continuerà a lavorare con altri Paesi, ma dicendosi convinto che l’unità sia l’unica chiave possibile per combattere il coronavirus.

La decisione di Trump di ritirare temporaneamente i finanziamenti all’OMS segue uno schema di scetticismo verso le grandi organizzazioni mondiali iniziato ben prima del coronavirus: il presidente aveva già messo in dubbio il valore dei finanziamenti statunitensi alle Nazioni Unite, si è ritirato dagli accordi globali sul clima e ha bacchettato l’Organizzazione Mondiale del Commercio, sostenendo che tutti stavano cercando di fregare gli Stati Uniti.

Nel corso della sua presidenza, Trump ha criticato la Cina e le istituzioni globali per i problemi che affliggono gli Stati Uniti, e la pandemia è diventata ben presto un altro punto di riferimento dei suoi attacchi.

Commenti molto severi che secondo gli analisti sono ben lontani dalle dichiarazioni passate sul suo leader, Xi Jinping, che Trump ha più volte elogiato per la trasparenza e la gestione dell’epidemia.

Diverse fonti interne all’amministrazione affermano che c’è la volontà di utilizzare verso la Cina diversi strumenti punitivi tra cui sanzioni, cancellazione degli obblighi di debito degli Stati Uniti e l’elaborazione di nuove politiche commerciali.

Stati Uniti
Trump e le tasse,
una storia che non esiste
Trump e le tasse,<br>una storia che non esiste
Un’inchiesta scoop del “New York Times” svela che il presidente non ha pagato le imposte sul reddito per almeno 10 anni a partire dal 2000. Dal 2016, si limita a sborsare 750 dollari all’anno
L’ex responsabile della campagna elettorale di Trump tenta il suicidio
L’ex responsabile della campagna elettorale di Trump tenta il suicidio
Brad Parscale, ritenuto il responsabile dell’imbarazzante comizio di Tulsa, con Trump costretto a parlare davanti a pochissima gente, ha dato in escandescenze minacciando di togliersi la vita
Mary Trump fa causa a zio Donald
Mary Trump fa causa a zio Donald
Insieme ad altri due zii, Donald l’avrebbe privata dell’effettiva quota dell’impero immobiliare di famiglia. “Per i Trump, la frode e la truffa sono sempre stati uno stile di vita”
Trump: scordatevi che accetti di perdere
Trump: scordatevi che accetti di perdere
Non ha alcuna intenzione di pensare ad un passaggio dei poteri indolore, convinto che in caso di sconfitta l’ultima parola toccherà alla Corte Suprema, dove vuole nominare un giudice per garantirsi la superiorità numerica
Accusato di negligenza l’agente che uccise Breonna Taylor
Accusato di negligenza l’agente che uccise Breonna Taylor
La decisione del gran giurì scatena le proteste in tutta l’America: la giovane infermiera fu raggiunta da otto colpi mentre dormiva da agenti che avevano fatto irruzione nel suo appartamenti in cerca di droga
L’antiabortista destinata alla Corte Suprema
L’antiabortista destinata alla Corte Suprema
Si fa con insistenza il nome di Amy Coney Barrett, cattolica fervente, come sostituto dell’icona liberal Ruth Bader Ginsburg. La protesta dei Dem, che minacciano una nuova procedura d’impeachment per Trump
Sparatoria a Rochester: 16 feriti e due morti
Sparatoria a Rochester: 16 feriti e due morti
Si teme una nuova strage, avvenuta nella città dove la polizia ha ucciso Daniel Prude soffocandolo. Il bilancio resta provvisorio, mentre sono ancora in corso i rilievi
Addio a Ruth Bader Ginsburg, giudice icona delle donne
Addio a Ruth Bader Ginsburg, giudice icona delle donne
Si è spenta a Washington dopo una lunga malattia la seconda donna ad essere ammessa alla Corte Suprema. Paladina delle minoranze silenziose, incorruttibile e schietta, ha chiesto di essere sostituita dal nuovo presidente
Amy Dorris, l’ex modella che accusa Trump di molestie
Amy Dorris, l’ex modella che accusa Trump di molestie
Dopo 23 anni di silenzio, ha raccontato l’aggressione dell’allora tycoon nella suite agli US Opend i Tennis del 1997. “Lo dovevo alle mie figlie, che stanno diventando donne”
La Boeing colpevole degli incidenti del 737 Max
La Boeing colpevole degli incidenti del 737 Max
Un rapporto dettagliato inchioda il colosso aeronautico, accusato di aver creato un “culmine di errori, leggerezze, difetti e cattiva gestione”. Sotto accusa anche l’ente aeronautico americano