Trump: “Addio New York”

| Il presidente annuncia il cambio di residenza: dalla Trump Tower sulla 5th Avenue al suo resort in Florida. I saluti ironici del governatore Cuomo e del sindaco de Blasio

+ Miei preferiti
Donald se ne va: nella valanga di tweet quotidiani, qualche giorno fa il presidente più discusso e discutibile della storia americana ha annunciato di aver cambiato ufficialmente la propria residenza, insieme a quella della consorte Melania e del figlio Barron. Dalla celebre penthouse al 725 della Fifth Avenue, nel cuore di Manhattan, al 1100 di South Ocean Boulevard, Palm Beach, Florida, l’indirizzo del suo amatissimo resort, il “Mar-a-Lago”.

“Il 1600 di Pennsylvania Avenue, la Casa Bianca, è il posto che amo e dove spero di restare altri quattro anni. Ma io e la mia famiglia faremo di Palm Beach, Florida, la nostra residenza permanente”. Poi parte un pistolotto sull’ingratitudine della città dov’è nato: “Amo e amerò sempre New York e la sua gente, continueranno ad avere sempre un posto speciale nel mio cuore, ma purtroppo, malgrado i milioni di dollari in tasse cittadine, locali e statali che pago ogni anno, sono stato trattato molto male dai leader politici della città e dello Stato. Pochi hanno ricevuto trattamenti peggiori del mio”.

Un addio amaro, che in realtà nasconde un trabocchetto, svelato da quotidiani in queste ore: la decisione non ha nulla a che vedere con il trattamento subito, ma è una pura questione di convenienza: in Florida non ci sono tasse statali e locali sui redditi, imposte immobiliari e di successione. Non è un caso, se lo stato più amato dai pensionati americani attira da anni milionari, che lo scelgono come residenza per motivi fiscali, trovando in omaggio le palme, il clima e spiagge da sogno.

A salutare il presidente ci ha pensato il governatore Andrew Cuomo, che ha commentato con molto sarcasmo la notizia: “Finalmente, era ora. Eppure non risulta che Trump abbia pagato così tante tasse da queste parti. In ogni caso è tutto vostro: auguri Florida”. Il riferimento è alle dichiarazioni dei redditi nascoste e i sospetti di elusione del fisco che ancora pendono sulla testa di Trump. Nel giro di qualche minuto, al coro di arrivederci si è unito il sindaco Bill De Blasio, altrettanto caustico: “Attento a non inciampare sbattendo la porta”.

Non sono meno scatenati gli editorialisti dei quotidiani newyorkesi: “Ricco, pomposo e per molti americani la peggiore espressione di cittadino newyorkese, la vita di Trump si è sempre intrecciata con la città: è nato nel Queens, qui ha costruito i palazzi del suo impero, qui ha recitato in “The Apprentice”, qui è andato in bancarotta per sei volte e dal giorno della sua elezione ha attirato folle festanti e gente inferocita sulla Quinta Strada, davanti all’ingresso della Trump Tower, creando problemi alla viabilità, la sicurezza e ai servizi segreti”.

Altri gli fanno i conti in tasca: “Da quando è diventato presidente, Trump ha trascorso 99 giorni a Mar-a-Lago rispetto ai 20 giorni alla Trump Tower. Ma sarà da capire se realmente Donald cambierà residenza o si tratta soltanto di un modo per non mutare nulla della sua vita, a parte il trucco di evitare di pagare le tasse”.

Stati Uniti
Ancora sangue sulle strade americane
Ancora sangue sulle strade americane
Un uomo armato di mitragliatrice ha fatto una strage in un magazzino logistico a Indianapolis. Mentre da Chicago arrivano le inquietanti immagini dell’uccisione senza motivo di Adam Toledo, un 13enne
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’ormai ex agente di polizia di Minneapolis che ha ucciso Daunte Wright arrestata e rilasciata su cauzione. Rischia fino a 10 anni di carcere, mentre per la strade la rabbia aumenta
Sesso, droga & deputati
Sesso, droga & deputati
Emergono dettagli sullo scandalo che ha come protagonista unico il deputato repubblicano della Florida Matt Gaetz, sospettato di avere una passione smodata per le minorenni
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
È quanto ha dichiarato Christopher Wray, direttore dell’FBI, raccontando davanti al Senato di 2.000 indagini collegate a Pechino, una presenza forte, costante e insidiosa
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Si sono dimessi il capo del dipartimento e Km Potter, l’agente che ha ucciso Duane Wright con un colpo di pistola credendo di avere in mano il teaser. Intanto in città cresce la tensione
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Daunte Wright, 20 anni, ucciso da un agente mentre tentava di opporsi all’arresto. I manifestanti sono tornati per le strade minacciando la polizia. In città la tensione è già alta per il processo per la morte di George Floyd
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Philip Adams, con una lunga carriera nella massima divisione del football americano, prima di togliersi la vita ha ucciso un medico, sua moglie, due dei loro nipoti e un tecnico che lavorava ad un impianto di aria condizionata
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Il presidente promette di fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per limitare l’uso delle armi da fuoco, a cominciare dalle “ghost guns”, kit di montaggio venduti liberamente senza alcun controllo
New York, la grande fuga dei ricconi
New York, la grande fuga dei ricconi
L’aumento della tassazione per chi guadagna un milione di dollari all’anno ha messo le ali ai piedi dei Paperoni newyorkesi, indecisi se prendere casa a Miami o Austin, in Texas
Processo Floyd, la polizia scarica Derek Chauvin
Processo Floyd, la polizia scarica Derek Chauvin
I vertici del dipartimento di polizia bollano come “inappropriate e non necessarie” le azioni dell’agente Derek Chauvin. “Sapeva perfettamente cosa stava facendo”