Trump all’attacco dei repubblicani

| L’ex presidente è tornato a far sentire la propria voce, dando di fatto il via alla resa dei conti in casa repubblicana. Nel mirino chi ha votato perché fosse condannato e il leader McConnell, “un cupo scribacchino”

+ Miei preferiti
Messa al caldo l’assoluzione nel secondo processo per impeachment della sua carriera politica, Donald Trump esce dal silenzio che si era autoimposto attaccando Mitch McConnell, leader della minoranza repubblicana al Senato, malgrado abbia votato anche lui contro la condanna.

Dopo il voto, McConnell ha attaccato Trump, inasprendo il solco creato fra i due negli ultimi mesi, dopo aver lavorato a stretto contatto durante i quattro anni del mandato di Trump.

“Mitch è uno scribacchino politico cupo, imbronciato e poco sorridente, e se i repubblicani continueranno ad affidarsi a lui, sono condannati ad altre sconfitte. Non sarà mai in grado di fare ciò che va fatto, o ciò che è giusto per il nostro Paese. Dovunque sarà necessario, sosterrò personalmente chi sposerà i principi di “Making America Great Again” e la politica di ‘America First’. Pretendiamo una leadership brillante, forte e riflessiva”.

Non è una novità: l’ex presidente ha trascorso quattro anni ad attaccare e insultare abitualmente critici e avversari politici, così come i membri dell’esercito, i suoi esperti di salute pubblica e i colleghi repubblicani.

Secondo Trump le gravi lacune di McConnell hanno contribuito a perdere la maggioranza in Senato, facendo ancora una volta riferimento alle accuse di elezioni minate dalla frode elettorale. “Questo è un grande momento per il nostro paese, e non possiamo lasciarlo passare usando ‘leader’ di seconda scelta per dettare il nostro futuro”.

Lo scontro sulla leadership del GOP arriva mentre il partito è diviso sull’idea di continuare ad appoggiare Trump o immaginare un percorso diverso, che si allontani dalla scomoda eredità dell’ex presidente. Il senatore Lindsey Graham, legato a Trump da tempo, ha ammesso che i due insieme “hanno fatto un ottimo lavoro, ma ora sono l’uno alla gola dell’altro: sono più preoccupato di quanto lo sia mai stato. Al senatore McConnell vorrei dire che so quanto la presenza di Trump può essere devastante, ma è attualmente la figura più dominante nel partito repubblicano. Non abbiamo la minima possibilità di riprenderci la maggioranza senza di lui”.

Malgrado il voto contrario alla condanna, McConnell ha ripetutamente accusato Trump di aver fomentato l’insurrezione del 6 gennaio al Campidoglio, arrivando a suggerire che l’ex presidente potrebbe essere soggetto a un procedimento penale. “Non c’è dubbio che l’ex presidente Trump abbia un’enorme responsabilità morale: i suoi sostenitori hanno preso d’assalto Capitol Hill ascoltando per mesi una marea di falsità sconnesse urlate nel più grande megafono del mondo. Il suo comportamento durante e dopo il caos è stato inconcepibile, dall’attaccare il vicepresidente Mike Pence durante la rivolta a lodare i criminali dopo la fine degli scontri”.

La dichiarazione di Trump aggiunge di fatto McConnell alla lista dei repubblicani che l’ex presidente sta prendendo di mira per essersi opposti a lui. Trump starebbe concentrando le sue energie politiche anche su Liz Cheney, che si è schierata a favore dell’impeachment.

Stati Uniti
Washington blindata per la profezia del 4 marzo
Washington blindata per la profezia del 4 marzo
I servizi segreti avrebbero intercettato i possibili piani di alcuni gruppi di organizzare un nuovo assalto agli edifici governativi per celebrare la data in cui Trump avrebbe dovuto insediarsi come presidente
Tennessee: ritrovati 150 bambini scomparsi
Tennessee: ritrovati 150 bambini scomparsi
Una task force impegnata nell'operazione "Volunteer Strong" sul traffico di esseri umani, è riuscita a individuare un numero impressionante di minori di cui si era persa ogni traccia
California, camion fa strage di irregolari
California, camion fa strage di irregolari
Nei pressi di San Diego, un camion carico di ghiaia si è scontrato con un Suv con a bordo 27 clandestini destinati alla mietitura. Il bilancio è quello di una carneficina: 15 morti
Il ritorno di Donald il rabbioso
Il ritorno di Donald il rabbioso
Settimane di silenzio non l’hanno cambiato: nessun accenno al disastro del Campidoglio, attacchi durissimi a Biden e a chi si è opposto o non l’ha appoggiato e la mezza promessa finale: ricandidarsi
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Il New York Times rivela che un’altra ex assistente accusa il governatore dello Stato di NY molestie sessuali. Mentre l’FBI indaga sul numero di morti falsato durante la prima ondata della pandemia
Ritrovati i cani di Lady Gaga
Ritrovati i cani di Lady Gaga
A riconsegnarli alla polizia, sani e salvi, sarebbe stata una donna estranea alla vicenda. Proseguono le indagini, mentre il dog-sitter è ancora grave in ospedale
Trump pianifica futuro e vendette
Trump pianifica futuro e vendette
Fra una partita a golf e un mandato di comparizione, l’ex presidente starebbe tramando per prendersi il partito repubblicano e lanciare se stesso e suo figlio Donald Jr alla conquista della politica americana
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Sommerso dalle denunce per violenze e abusi, e al centro di un’indagine, l’ex allenatore 63enne della nazionale americana di ginnastica femminile si è tolto la vita
La brutta avventura di Tiger Woods
La brutta avventura di Tiger Woods
Il grande campione di golf si sta riprendendo dall’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto dopo un grave incidente automobilistico. La polizia al lavoro per chiarire la dinamica dell’accaduto, che non ha coinvolto altri veicoli
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
Strana spianata all’indagine su finanziamenti illeciti di un procuratore distrettuale di New York. Per l’ex presidente si tratta di una sonora sconfitta: finora era sempre riuscito a nascondere l’entità del suo impero