Trump chiude l’America

| Viaggi da e verso gli Stati Uniti bloccati per un mese e misure per sostenere la contrazione economica dovuta all’epidemia. Malgrado questo, secondo gli analisti il presidente continua a non essere convinto che l’America rischia un’ecatombe

+ Miei preferiti
Nella sua ormai consueta visione distorta della realtà, Donald Trump ha finalmente ammesso l’esistenza del pericolo coronavirus: un passo in avanti per l’America, anche se considerato del tutto tardivo, che sul medio periodo potrebbe costargli la rielezione e, secondo diversi esperti, causare una vera ecatombe negli Stati Uniti, alle prese con tamponi riservati a chi può permetterseli. È il caso di Tom Hanks e sua moglie Rita Wilson, che attraverso il profilo Instagram hanno annunciato di essere risultati postivi ai test mentre si trovavano in viaggio in Australia dopo aver accusato sintomi come “stanchezza, dolori, brividi e una leggere febbre”.



Trump, prendendo di petto la situazione, ha subito trovato il modo di gettare sugli altri le colpe dell’epidemia, lanciando anatemi contro l’Europa (non l’aveva fatto nei confronti della Cina), ordinando la chiusura completa dei voli da e verso gli Stati Uniti dai 27 paesi UE. L’esclusione della Gran Bretagna spiega che, ancora una volta, si tratta di una manovra politica e di quell’arte di cui si considera un vero maestro: sfruttare qualsiasi cosa a proprio vantaggio.

L’America, secondo molti, sta lentamente iniziando a capire di essere sull’orlo di una crisi sanitaria senza precedenti che potrebbe inghiottire la presidenza Trump, ma nel frattempo si è già fatta sentire pesantemente causando turbolenze sui mercati globali e sconvolgendo la vita quotidiana di milioni di persone.

In un discorso in prima serata dello Studio Ovale, che voleva rispondere alle critiche per aver preso la questione troppo alla leggera, Trump ha ordinato la sospensione di “tutti i viaggi dall’Europa agli Stati Uniti per i prossimi 30 giorni”. Subito dopo, i funzionari della Casa Bianca –abituati a dover mettere una pezza – hanno chiarito che non si tratta di una misura così drastica come dichiarato: il divieto si applica solo ai cittadini stranieri e non agli  americani che sono stati controllati prima di entrare nel Paese. Trump è stato anche costretto a chiarire che non intende bloccare le merci provenienti dall’Europa, malgrado avesse appena dichiarato che “sarà applicato all’enorme quantità di scambi e di merci” attraverso l’Atlantico.

Pur di non rinnegare se stesso, Trump ha scelto di inquadrare l'epidemia come un “virus straniero” che si sta diffondendo sulle coste americane, quindi ha elencato diverse mosse che secondo il suo parere contribuiranno ad attenuarne l’impatto economico.

Ma i tentativi di attribuire la diffusione dell’epidemia ad altri erano inequivocabili: “Abbiamo visto meno casi di virus negli Stati Uniti di quanti ne siano ora presenti in Europa. L’Unione Europea non è riuscita a prendere le stesse precauzioni e a limitare i viaggi dalla Cina e da altri punti caldi, di conseguenza, un gran numero di nuovi cluster negli Stati Uniti sono stati seminati da viaggiatori provenienti dall’Europa”.

Una nota del Dipartimento di Sicurezza Nazionale ha chiarito il divieto non si applica a tutta l’Europa, ma ai Paesi dell’area Schengen: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Svizzera.

“Siamo in un momento critico nella lotta contro il virus. Abbiamo fatto arginato il virus proveniente dalla Cina, ora dobbiamo fare lo stesso con l’Europa, e non esiteremo, non esiterò mai a prendere le misure necessarie per proteggere la vita, la salute e la sicurezza del popolo americano. Metterò sempre il benessere dell’America al primo posto”.

Malgrado il discorso, molti analisti politici continuano a chiedersi quanto Trump stia seriamente stia prendendo la crisi: tutto appare come un più ampio sforzo della Casa Bianca per smorzare le critiche all’apparente nonchalance nei confronti del problema. Dopo aver ripetuto per giorni di voler procedere con il suo programma, malgrado gli avvertimenti dei funzionari sanitari, la Casa Bianca ha annunciato la sospensione del viaggio presidenziale previsto per un evento politico a Milwaukee alla fine di questo mese.

Da quel momento, la Casa Bianca sta già proponendo al Congresso alcune misure di soccorso economico per mitigare l’effetto economico del coronavirus: l’emergere dell’epidemia ha turbato le catene di fornitura globali, ha innescato l’annullamento di importanti conferenze ed eventi pubblici e ha portato le aziende a mettere in atto politiche di emergenza per il lavoro a domicilio. Misure che hanno rallentamento l’attività economica paventando lo spettro di una recessione globale.

Galleria fotografica
Trump chiude l’America - immagine 1
Stati Uniti
Chi pensa già al dopo Trump
Chi pensa già al dopo Trump
Temendo la sconfitta, i repubblicani prendono le distanze da Trump e cominciano a riflettere sul futuro del partito, totalmente da riformare dopo uno tsunami lungo 4 anni
Trump chiude la campagna tra polemiche e accuse
Trump chiude la campagna tra polemiche e accuse
Il presidente ne ha per tutti, a cominciare da Anthony Fauci, definito “un idiota”, mentre il suo staff protesta per la decisione di microfoni chiusi a turno durante il prossimo dibattito
Violenta e uccide una giovane, poi partecipa alle ricerche
Violenta e uccide una giovane, poi partecipa alle ricerche
L’agghiacciante vicenda costata la vita a Sydney Sutherland, 25 anni, travolta mentre faceva footing, violentata, uccisa e sepolta in un bosco da un fattorino che poco dopo si è unito alle squadre di volontari che la cercavano ovunque
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Sarà la prima donna detenuta in un braccio della morte giustiziata da 53 anni a questa parte. Nel 2004 aveva ucciso una giovane mamma incinta all’ottavo mese per strapparle la bimba dal grembo
Trump, la vendetta dei suoi ex collaboratori
Trump, la vendetta dei suoi ex collaboratori
La CNN ha pronto uno speciale in cui diversi ex alti funzionari dell’amministrazione parlano e giudicano l’operato dell’attuale presidente. Fra i più piccati l’ex generale John Kelly
Tutti i guai con la giustizia che aspettano Trump
Tutti i guai con la giustizia che aspettano Trump
In caso di sconfitta, decine di procure sono pronte a quella che si annuncia una monumentale resa dei conti con l’ex tycoon, che avrebbe usato tutta la sua influenza e intoccabilità per sgusciare fra le noie con la legge
Il duello si accende, anche a distanza
Il duello si accende, anche a distanza
Trump e Biden in diretta contemporaneamente su due canali diversi si scambiano accuse reciproche: il presidente è apparso più volte in difficoltà, Biden ha sfoderato la lunga esperienza politica
USA 2020, è già record di votanti
USA 2020, è già record di votanti
14 milioni di americani hanno già espresso il proprio voto via posta: gli esperti prevedono un’affluenza record per decidere se ridare fiducia a Trump o voltare pagine con Biden
Trump non vuole presentare le dichiarazioni dei redditi
Trump non vuole presentare le dichiarazioni dei redditi
Il presidente si sarebbe rivolto alla Corte Suprema per bloccare le richieste del Grand Jury di Manhattan. Se non fosse rieletto, rischia una condanna insieme alla figlia Ivanka
Trump galvanizza i suoi, Fauci: «Irresponsabile»
Trump galvanizza i suoi, Fauci: «Irresponsabile»
Il presidente vola in Florida per un comizio affollato in cui promette una vittoria schiacciante, mentre l’infettivologo della Casa Bianca ammonisce: “È in cerca di guai”