Trump concede la grazia a Roger Stone

| Consigliere politico di lungo corso dallo stile spietato, è stato graziato da presidente per l’inchiesta sul “Russiagate”. Il 14 luglio sarebbe dovuto entrare in cella per scontare 3 anni e 4 mesi di reclusione

+ Miei preferiti
Sprezzante, brutale, odioso e irritante, una “rockstar” della comunicazione sempre sopra le righe, e un maestro delle “dirty tricks”, gli espedienti disonesti studiati per favorire i politici che lo mettono a libro paga. Le definizioni su Roger Stone, ex fedelissimo di Trump finito in manette su ordine del super procuratore Robert Mueller nell’inchiesta del “Russiagate”, si sprecano. Fu lui a gestire la campagna elettorale di Trump chiedendo l’aiuto di hacker russi e cercando fra i rifiuti di WikiLeaks informazioni che potessero danneggiare Hillary Clinton. Il 25 gennaio 2019 Mueller ne ordina l’arresto con sette capi d’accusa (falsa testimonianza, ostacolo alla giustizia, false dichiarazioni e per il suo ruolo nella campagna presidenziale di Trump), che finiscono tutti e sette nella sentenza del novembre 2019, tramutata 10 mesi dopo in una condanna a tre anni e quattro mesi di reclusione.

Ma ad un passo dalla cella, che si sarebbe aperta il 14 luglio, Stone ha chiesto pubblicamente la grazia a Trump, che puntualmente è arrivata. “Ha già sofferto molto, è stato trattato ingiustamente, come molti altri in questa vicenda. Ma ora Roger Stone è un uomo libero”.

La carriera di Stone, conosciuto per i completi sgargianti, il fisico palestrato e le idee razziste e misogine, è un fiorire di aneddoti e passi falsi, ma anche di un potere liquido che per anni si è insinuato nella politica americana.

Amico fidato di Nixon (tatuato sulla schiena), fonda una lobby per finanziare Reagan insieme ai suoi amici Charles Black e Paul Manafort che raccoglie in un amen 3,4 milioni di dollari. Quando cura la campagna elettorale di Bob Dole, il suo nome finisce al centro di un’inchiesta che svela le abitudini dei coniugi Stone, frequentatori abituali di club per scambisti: quanto basta perché i palazzi di Washington lo mettano nell’elenco degli indesiderati. Torna a farsi vivo ai tempi della sfida fra George Bush e Al Gore, facendo la propria parte per l’elezione del primo. È un ritorno in grande stile, costellato da perle come l’accusa a Obama di essere musulmano e nato in Kenya, o quella a sua moglie Michelle, che l’avrebbe chiamato “viso pallido”.

Nel 2015, quando Trump scende in campo, Roger Stone è in prima fila come consigliere. E quando viene licenziato, in tanti sospettano che si tratti di una mossa studiata a tavolino.

Galleria fotografica
Trump concede la grazia a Roger Stone - immagine 1
Trump concede la grazia a Roger Stone - immagine 2
Trump concede la grazia a Roger Stone - immagine 3
Trump concede la grazia a Roger Stone - immagine 4
Stati Uniti
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Philip Adams, con una lunga carriera nella massima divisione del football americano, prima di togliersi la vita ha ucciso un medico, sua moglie, due dei loro nipoti e un tecnico che lavorava ad un impianto di aria condizionata
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Il presidente promette di fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per limitare l’uso delle armi da fuoco, a cominciare dalle “ghost guns”, kit di montaggio venduti liberamente senza alcun controllo
New York, la grande fuga dei ricconi
New York, la grande fuga dei ricconi
L’aumento della tassazione per chi guadagna un milione di dollari all’anno ha messo le ali ai piedi dei Paperoni newyorkesi, indecisi se prendere casa a Miami o Austin, in Texas
Processo Floyd, la polizia scarica Derek Chauvin
Processo Floyd, la polizia scarica Derek Chauvin
I vertici del dipartimento di polizia bollano come “inappropriate e non necessarie” le azioni dell’agente Derek Chauvin. “Sapeva perfettamente cosa stava facendo”
American violence
American violence
Secondo una ricerca del “Gun Violence Archive”, negli Stati Uniti lo scorso sono state uccise quasi 20.000 persone e si sono registrate 200 sparatorie di massa in più rispetto al 2019
Florida, stato di emergenza nella zona di Tampa
Florida, stato di emergenza nella zona di Tampa
Un bacino di acque reflue tossiche sarebbe sul punto di tracimare trasformando una zona agricola in una landa desolata
Washington ripiomba nel terrore
Washington ripiomba nel terrore
Noah Green, 25 anni, uccide un agente e ne ferisce un altro prima di essere abbattuto dalla polizia. Sulla Capitale, che tentava faticosamente di superare l’assalto del 6 gennaio scorso, è il segnale che il pericolo non è passato
Il deputato e la minorenne
Il deputato e la minorenne
Matt Gaetz finisce al centro di un’inchiesta per traffico di minori e sfruttamento sessuale. Lui si difende, “Tutto falso”, ma i repubblicani iniziano a voltargli le spalle
USA, 15milioni di dosi di vaccino perse
USA, 15milioni di dosi di vaccino perse
Gli addetti di un impianto in Maryland hanno confuso i componenti dei vaccini Johnson&Johnson e AstraZeneca, rendendo inutilizzabili milioni di dosi
Processo Floyd, i ricordi dei testimoni
Processo Floyd, i ricordi dei testimoni
Un vigile del fuoco, una bambina e un istruttore di arti marziali hanno raccontato cos’hanno visto quel giorno, quando l’agente Chauvin ha premuto il suo ginocchio sul collo e il povero George ripeteva “I can’t breath”, non posso respirare