Trump dichiara guerra a Huawei

| Il colosso cinese inserito nella black list: fare business e accordi con le aziende americani sarà molto più complicato. La reazione della Cina

+ Miei preferiti
Dopo il botta e risposta dei nuovi dazi con la Cina che hanno scosso i mercati mondiali, Donald Trump torna all’attacco: questa volta gli strali presidenziali puntano dritti contro “Huawei”, il colosso cinese delle telecomunicazioni da tempo accusato di spionaggio occulto. Appellandosi all’International Emergency Powers Act, norma che concede al presidente la facoltà di intervenire in presenza di un’emergenza nazionale, Trump ha messo la firma sull’ordine esecutivo che inserisce Huawei e altre 70 società affiliate nella “Entity List” del Bureau of Industry and Security, una sorta di “black list” che riduce non poco il raggio d’azione di chi ci finisce dentro. “Siamo in lite con la Cina perché per molti decenni siamo stati trattati ingiustamente. Avremmo dovuto gestire la faccenda molto tempo fa, ma non è stato fatto: lo faremo ora. Perdiamo da 300 a 500 miliardi di dollari all’anno per questioni commerciali con la Cina. Il rapporto con il presidente Xi è straordinario, ma lui lavora per la Cina e io per gli Stati Uniti: è molto semplice. Siamo come un salvadanaio di cui tutti pensano di poter approfittare”, ha commentato il presidente.

Di fatto, entro sei mesi, per il colosso cinese diventerà estremamente difficile acquistare componenti dalle società americane: altri colossi come Intel, Qualcomm, Micron, Seagate, Western Digital e Broadcom. Wilbur Ross, ministro del commercio statunitense, è stato chiaro: “Impedire che la tecnologia americana sia utilizzata da entità straniere in modo da minare la sicurezza nazionale o gli interessi di politica estera”.

Immediata la reazione di Huawei, che attraverso le parole di Ren Zhengfei, fondatore nonché padre di Meng Wanzhou, la manager agli arresti domiciliari in Canada in attesa di estradizione, ha bollato come “Irragionevoli e lesive dei diritti” le nuove norme: “Limitare le nostre possibilità di business in America non solo non renderà gli Usa più forti e più sicuri, ma renderà più costose le alternative per gli americani. Questo senza contare che le irragionevoli restrizioni violano i diritti di Huawei e sollevano questioni legali”.

Un sospiro di sollievo l’hanno invece tirato i mercati all’annuncio di un nuovo rinvio del ritocco dei dazi del 25% contro auto e componentistica europea. Una mossa che tende a non complicare i prossimi negoziati commerciali fra Washington e Bruxelles.

Stati Uniti
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
È il numero delle vittime che un giovane affetto da problemi mentali ha fatto in un magazzino a Indianapolis. Si tratta della 45esima strage avvenuta in America dall’inizio dell’anno, e ancora una volta Biden chiede che sia l’ultima
Ancora sangue sulle strade americane
Ancora sangue sulle strade americane
Un uomo armato di mitragliatrice ha fatto una strage in un magazzino logistico a Indianapolis. Mentre da Chicago arrivano le inquietanti immagini dell’uccisione senza motivo di Adam Toledo, un 13enne
Sesso, droga & deputati
Sesso, droga & deputati
Emergono dettagli sullo scandalo che ha come protagonista unico il deputato repubblicano della Florida Matt Gaetz, sospettato di avere una passione smodata per le minorenni
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
È quanto ha dichiarato Christopher Wray, direttore dell’FBI, raccontando davanti al Senato di 2.000 indagini collegate a Pechino, una presenza forte, costante e insidiosa
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’ormai ex agente di polizia di Minneapolis che ha ucciso Daunte Wright arrestata e rilasciata su cauzione. Rischia fino a 10 anni di carcere, mentre per la strade la rabbia aumenta
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Si sono dimessi il capo del dipartimento e Km Potter, l’agente che ha ucciso Duane Wright con un colpo di pistola credendo di avere in mano il teaser. Intanto in città cresce la tensione
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Daunte Wright, 20 anni, ucciso da un agente mentre tentava di opporsi all’arresto. I manifestanti sono tornati per le strade minacciando la polizia. In città la tensione è già alta per il processo per la morte di George Floyd
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Philip Adams, con una lunga carriera nella massima divisione del football americano, prima di togliersi la vita ha ucciso un medico, sua moglie, due dei loro nipoti e un tecnico che lavorava ad un impianto di aria condizionata
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Il presidente promette di fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per limitare l’uso delle armi da fuoco, a cominciare dalle “ghost guns”, kit di montaggio venduti liberamente senza alcun controllo
New York, la grande fuga dei ricconi
New York, la grande fuga dei ricconi
L’aumento della tassazione per chi guadagna un milione di dollari all’anno ha messo le ali ai piedi dei Paperoni newyorkesi, indecisi se prendere casa a Miami o Austin, in Texas