Trump, è impeachment

| Con larga maggioranza, la Camera ha votato la messa in stato di accusa del presidente: ma a gennaio la parola passa al Senato, dove facilmente la situazione si ribalterà

+ Miei preferiti
L’obiettivo di Donald Trump, entrare per sempre nei libri della storia americana è stato raggiunto nella notte italiana, quando dopo ore di discussioni, la Camera ha approvato a larga maggioranza la sua messa in stato d’accusa: l’impeachment. A dare il via alla giornata decisamente pesante Nancy Pelosi con un’arringa in cui aveva esortato la Camera aprendo “solennemente e tristemente i lavori”, consapevole che “il presidente non ci ha lasciato altra scelta”. A inchiodare l’ex tycoon 230 voti a favore contro 197 contrari per il primo dei due articoli, l’abuso di potere per le pressioni al presidente ucraino Zelensky perché aprisse un’inchiesta sui Biden, mentre il secondo, ostruzione e intralcio all’inchiesta della Camera, si è chiuso con 229 sì e 198 no. Ovvero, come da previsione, i voti di tutti i Dem e di tutti i Repubblicani, a cui aggiungere tre transfughi Democratici in odore di cambio di casacca.

Trump si assicura un posto nella storia come terzo presidente americano a cui spetta il disonore della messa in stato di accusa: prima di lui Andrew Johnson, nel lontano 1868, e Bill Clinton nel 1998. Sarebbe toccato anche a Richard Nixon per il “Watergate” se non avesse scelto di dimettersi prima del voto.

Altissime le probabilità che a gennaio, quando la questione passerà al Senato, l’impeachment sarà destinato a sciogliersi come neve al sole, vista la netta prevalenza Repubblicana, ma la macchia scura è di quelle che restano, e sicuramente avrà un peso nella campagna elettorale. È proprio al Senato che si gioca anche l’intenzione di Nancy Pelosi di ritardare l’invio del fascicolo con i capi d’imputazione, fin quando non avrà certezze di un processo equo e non di parte.

La reazione della Casa Bianca non si fa attendere: “Il presidente non ha fatto nulla di male, è una caccia alle streghe, un colpo di stato”. Lapidario Michael Bloomberg: “La Camera dei rappresentanti ha fatto il suo dovere costituzionale. Sfortunatamente sembra sempre più evidente che il Senato non lo farà. Questa questione non sarà risolta fino al prossimo novembre, direttamente dal voto del popolo americano”.

A proposito: una parte sostanziosa di americani per ore ha inscenato una rumorosa protesta davanti a Capitol Hill, chiedendo a gran voce l’impeachment per Trump, accusato di essere un delinquente. Ma secondo un recente sondaggio della “Galup” non sembra che il resto degli americani la pensi così: Trump sarebbe al 45% di gradimento contro il 39 di quando è iniziata l’indagine.

Galleria fotografica
Trump, è impeachment - immagine 1
Trump, è impeachment - immagine 2
Trump, è impeachment - immagine 3
Stati Uniti
Rimosso il comandante della Roosevelt
Rimosso il comandante della Roosevelt
Brett Crozier, al comando della portaerei il cui equipaggio era minacciato dalla pandemia, punito per aver lanciato l’allarme in modo che i media lo sapessero prima del Pentagono
Minacciato di morte il dottor Fauci
Minacciato di morte il dottor Fauci
Il massimo esperto americano a capo della task force contro la pandemia sarebbe finito sotto protezione perché minacciato da ambienti dell’estrema destra
Trump, lo spettacolo dell’indecisione
Trump, lo spettacolo dell’indecisione
Dall’ottimo lavoro che starebbero facendo la Casa Bianca e la sanità al basso numero di morti, dai governatori esagerati alla fretta di ripartire. Tutte le incertezze del presidente americano
New York, il terzo mondo degli ospedali
New York, il terzo mondo degli ospedali
Letteralmente travolti dalla crescita di casi, gli ospedali della più grande metropoli del mondo sono dei veri campi di battaglia dove manca tutto
USA, record di richieste di disoccupazione
USA, record di richieste di disoccupazione
3,3, milioni in una sola settimana: il record assoluto dal 1967. L’incubo della pandemia ha costretto diverse aziende a chiudere e licenziare, avvicinando lo spettro della recessione
USA, in aumento la vendita delle armi
USA, in aumento la vendita delle armi
File ovunque, richieste di permessi raddoppiate nel giro di poche settimane, corsa ad accaparrarsi munizioni, fucili e pistole. Il ventre dell’America si arma temendo disordini sociali dovuti al coronavirus
Trump chiude l’America
Trump chiude l’America
Viaggi da e verso gli Stati Uniti bloccati per un mese e misure per sostenere la contrazione economica dovuta all’epidemia. Malgrado questo, secondo gli analisti il presidente continua a non essere convinto che l’America rischia un’ecatombe
Amiche per la pelle, scoprono di essere sorelle
Amiche per la pelle, scoprono di essere sorelle
Per 17 anni, Ashley e Latoya hanno condiviso tutta la loro vita, poi una foto ha fatto scattare i dubbi, confermati qualche mese dopo dall’esame del Dna
Nelle scuole della Florida arriva il panic button
Nelle scuole della Florida arriva il panic button
Allarmi a pulsanti, collegati con le forze dell’ordine e il personale scolastico, saranno a breve installati in tutti gli istituti scolastici della Florida. È la vittoria di una mamma che ha perso la figlia nella strage di Parkland
Nuovi dubbi di insabbiamento sul rapporto Mueller
Nuovi dubbi di insabbiamento sul rapporto Mueller
Un giudice federale accusa il procuratore generale William Barr di aver voluto favorire Trump fornendo una versione di parte del rapporto sul "Russiagate"